PSP (Pronto Soccorso Pediatrico)

Cosa si può fare di Domenica pomeriggio? Beh, si ha l’imbarazzo della scelta. Lo stadio per la partita di calcio, oppure si va in città, oppure si gioca con la neve, si legge un libro, si segue un hobby ascoltando “Tutto il calcio minuto per minuto”, si va da amici.

Oppure si va al pronto soccorso pediatrico perché il figlio ha una tosse inverosimile. E ci si passa lì l’intero pomeriggio, tra bimbi piangenti, nonne apprensive, genitori disorientati. Io non ero un genitore disorientato perché purtroppo il PSP è un posto che abbiamo visitato almeno altre 5-6 volte negli ultimi anni. Perché ovviamente le situazioni del figlio peggiorano immancabilmente nel week-end, quando non ci sono pediatri attivi nel raggio di 300 Km. E quando per trovare una farmacia aperta ci vuole il Tom Tom.

E poi avevamo il codice bianco, che per carità va anche bene perché vuol dire che non c’era nulla di grave, ma significa anche che bisogna mettersi il cuore in pace ed attendere con la pazienza di Giobbe che arrivi il proprio turno.

 

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...