Visita psichiatrica

Ieri ho avuto un altro incontro con la psichiatra Drssa Marchesini. Ci sono alcuni punti fondamentali che meritano un piccolo approfondimento.

Il look della Drssa Marchesini.
Sempre casual, ma questa volta aveva scollatura enorme sul davanti molto provocante, che davvero distraeva dai contenuti della conversazione. Durante la compilazione di alcuni moduli è stata più volte china sulla scrivania mettendo in difficoltà la mia respirazione. Niente male.

I moduli da compilare.
Ho accettato molto volentieri la proposta della Drssa Marchesini di partecipare, in forma anonima, ad uno studio sull’andamento della mia depressione. Sono sempre stato favorevole alle indagini di mercato e alle statistiche in generale, e partecipo sempre quando mi viene chiesto. Ho fatto anche da ‘cavia’ circa 25 anni fa per un prodotto farmaceutico in fase di test, prima o poi ve ne parlerò. Ho dunque risposto ad alcuni questionari, compilati dalla Drssa Marchesini, per fotografare il mio attuale stato fisico e mentale.

Terapia psichiatrica.
La Drssa Marchesini, pur d’accordo sul fatto che la mia depressione si possa tranquillamente definirla di forma ‘lieve’, mi ha proposto, dopo i nostri 10 incontri, di avviare una fase di terapia più intensa, con incontri settimanali, per fare una completa anamnesi della mia psiche ed avviare un processo di ‘guarigione’ che secondo lei in 10 incontri difficilmente si può ottenere. Io sono un po’ scettico. Già ho poco tempo libero, se poi ogni settimana devo dedicare tempo a questi incontri… E poi non saprei. Ho come il presentimento che i miei miglioramenti, se arriveranno, saranno dovuti più alla mia forza di volontà che ad altre forze esterne. Il mio ricorso alla psichiatria è dovuto al fatto che ho bisogno di alcune regole mentali che mi possano aiutare a trovare il binario giusto nella vita quotidiana. Non credo di avere dentro di me un demone da stanare, io ho solo bisogno di trovare la strada giusta.

Il mio stato fisico attuale.
Ho un nuovo problema legato ad una parte anatomica prettamente maschile. Sono un po’ vergognoso a riguardo.
Posso dire che tra tutti gli effetti indesiderati, il Cipralex mi ha riservato uno dei peggiori. L’effetto bromuro.
Ne ho parlato alla dottoressa e lei mi ha rincuorato dicendomi che colpisce meno di una persona su 100 curata con il Cipralex. Non che io non lo sapessi, dato che il lenzuolo bugiardino ne parla espressamente, ma il rimarcarmelo mi ha fatto sentire uno sfigato di prima categoria. Ora devo prendere il Cipralex almeno per un altro mese, non vedo l’ora che questo effetto non del tutto marginale mi abbandoni.
Niente ironie, eh?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...