Mannaggia a Mario

mario-sonic-olympic-ds.jpgEra un regalo con molte finalità:
– Alleviare al figlio il pensiero per l’inizio dell’anno scolastico
– Fargli una sorpresa gradita e del tutto inattesa
– Dargli una alternativa pomeridiana alla richiesta di andare a giocare a pallone, dato che la schiena mi duole.
Quindi mettetevi nei miei panni quando, tornato a casa sabato pomeriggio, l’ho trovato ad attendermi sulla soglia con la frenesia di andare al campo sportivo.
Kikkakonekka: non vorrai mica andare a giocare a calcio?
Figlio: no! andiamo io e te a giocare alle olimpiadi!
K: e come mai?
F: perchè il gioco che mi hai regalato è bellissimo e mi ha fatto venire voglia di fare i giochi olimpici.
Così ho evitato di giocare al pallone, ed in cambio mi sono trovato a correre e saltare. Bell’autogol.
La sua fervida fantasia lo aveva portato ad organizzare: corsa tra gli alberi, corsa veloce, salto in lungo, salto triplo, lancio del giavellotto (un piccone da montagna), tiro di precisione, etc etc. Il tutto preparato con segnali di varia natura, delimitatori di corsia, misuratori di distanza, e così via. Una organizzazione perfetta cui non potevo dire di no. Ovvio che la mia schiena non abbia gradito, specialmente per quanto riguarda i salti.
Il fatto è che io al figlio, specialmente per quanto riguarda il giocare, non riesco a dire di no, anche a costo di essere un po’ masochista.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...