Domani

Domani è stato fissato il pranzo aziendale, cui è quasi un obbligo partecipare. E’ l’occasione annuale per fare il punto della situazione aziendale, per incontrare i colleghi tutti in un colpo solo, per farsi un bel pranzetto, per farsi gli auguri di Natale, per portare a casa una cesta regalo ma, stringi stringi, per farsi due palle così.
Perché si è tutti positivi e sorridenti, ma preferiremmo tutti essere altrove.
C’è la collega carina che non vedi quasi mai, c’è quello simpatico che ti fa crepare dalle risate, ma continui a guardare l’orologio ogni 5 minuti perché non vedi l’ora di scappare.
Io, tra l’altro, domani avrei il 9° (se non faccio male i calcoli) incontro con la Dr.ssa Marchesini. Ovvio che non ci andrò perché, come raccontato nei recenti post, non trovo più utile andare a questi incontri dove racconto i miei stati d’animo e dove tutto si riassume in una valutazione se prendere o meno una pastiglia. Io il Cipralex non lo prendo più da alcune settimane, e mi sento molto ma molto meglio.
L’inizio di questo mio cammino ‘psichiatrico’ sembrava potesse portare a chissà quali introspezioni e miglioramenti interiori. L’assunzione del Cipralex avrebbe dovuto coadiuvare questa mia fase alla ricerca di un nuovo eqilibrio mentale, per poi poter diminuire gradatamente le dosi fino ad abbandonarlo del tutto.
Non ci sono controprove, per cui non posso screditare il Cipralex e affermare che non serve a nulla.
Credo tuttavia che il mio miglioramento sia scaturito maggiormente dalla mia forza di volontà, e non dall’assunzione di un farmaco. Certo che la mia ‘depressione’ non era di forma grave, per cui è stato tutto più semplice. Ma alla lunga i suoi effetti indesiderati sono divenuti maggiori degli effetti curativi per cui, ancor prima che la psichiatra mi dicesse di diminuire le dosi, io le avevo già diminuite seguendo i dettami del bugiardino, per poi terminare del tutto la sua assunzione.
Ora sto meglio, e piuttosto che andare ancora a questi incontri ‘psichiatrici’, preferisco rompermi le palle guardando grafici di crescita e sorbendomi sorrisi di circostanza, tra l’altro ben ricambiati.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Domani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...