Siamo tutti intelligenti: essere macachi

Talvolta ci si rivolge a qualcuno dicendogli “sei un macaco”, volendo sottolineare un suo comportamento incoerente o una sua risposta errata ad un quesito. L’epiteto “macaco” è utilizzato senza enfasi, e benché sia sommariamente una offesa, non si discosta di molto dal dire “sei un somaro”; è, dunque, un modo scherzoso per far notare ad una persona un suo errore.
Alla base di tutto c’è comunque l’idea che il macaco sia un animale poco intelligente, e per questo motivo una nostra menchevolezza ci rende simili a lui in termini di pura stupidità.
Nulla di più errato, anzi.
Un recente studio dell’Università statale di New York ha riscontrato che i macachi non solo sanno dare risposte comportamentali esatte per ottenere dei benefici (in termini di cibo) ma addirittura sanno esprimere il “dubbio” nel momento in cui non conoscono la risposta al quesito che viene loro posto.
L’essere umano, invece, molto spesso esprime certezza anche quando non conosce assolutamente la risposta.
Il macaco, invece, “sa di non sapere” e dunque riesce ad esprimere il proprio dubbio di fronte a qualcosa che non conosce o non sa riconoscere.
Chi si avvicina di più alla filosofia socratica: l’uomo o il macaco?

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...