Postal Market 2.0

Sono passati alcuni decenni da quando mi soffermavo sulle pagine di intimo femminile di Postal Market, immaginando i mondi misteriosi celati da slip, tanga e reggiseno a balconcino, ma ancora ricordo come mia madre si avvalesse frequentemente di questa tipologia di vendita, con tutti i rischi inerenti dal fatto di acquistare un capo di abbigliamento senza esserselo prima provato.
Ora devo fronteggiare la cotta che si è presa MDM (Mia Dolce Metà) per Zalando, sito internet di vendita di abbigliamento on-line.
Io sono molto scettico su questa tipologia di vendita, ma in effetti Zalando offrendo il servizio di reso gratuito, in aggiunta alla promessa di ‘soddisfatti o rimborsati’, ed unitamente a prezzi molto competitivi, ha gioco facile per catturare l’attenzione del pubblico femminile.
Quindi, consiglio per i maschietti: gestite con il firewall del vostro PC una black list ed includeteci Zalando, se volete salvaguardare il vostro portafoglio.
Consiglio per le femminucce: usate un altro PC, oppure corrompete il vostro uomo come solo voi sapete fare.

postal market, zalando
Francesca Rivelli per Postal Market, 1978

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...