Joao

La musica mi è entrata ‘dentro’ sin da piccolo, quando già a 3-4 anni chiedevo a Babbo Natale ed alla Befana il 45 giri delle sigle televisive dei miei programmi preferiti. E non è detto che fossero in italiano: quanti 45 giri in inglese dei primi anni ’70, vere e proprie chicche, fanno ancora parte della mia collezione.
Crescendo la passione non è mai scemata, anzi. Quanti sacrifici con le mie paghette settimanali per potermi permettere qualche cassetta da ascoltare in camera mia, imparando a memoria parola per parola, canzone per canzone.
Con il tempo la mia avidità di musica necessitava di una cosa basilare: informazioni. Conoscere le nuove uscite discografiche, sapere i tempi di rilascio dei singoli e degli album era per me quasi una necessità. Sì, ma come fare? Internet non era ancora stato inventato, e per questo motivo dovevo arrangiarmi: stazioni radio (che trasmettevano spesso in anteprima i futuri hit e che comunque erano a conoscenza delle future mosse discografiche), qualche magazine specializzato (andavo matto per “Tutto”), ed i negozi di dischi.
Ma nei negozi di dischi era difficile trovare personale preparato:

Domanda: “Quando esce il nuovo dingolo dei Dead Or Alive”
Risposta: Chi?”

Domanda: “Avete il 12″ con i remix dei Frankie Goes To Holliwood?”
Risposta: “Non sapevo esistesse”

Domanda: “In radio hanno detto che oggi usciva l’album degli A-ha, ma non lo vedo. Lo avete?”
Risposta: “Ce l’abbiamo in arrivo tra 3 settimane”

Domanda: “Avete il 45 giri dei Simple Minds?”
Risposta: “Lì lo hai visto?”
Replica: “No”
Ribattuta: “Allora vuol dire che non ce l’abbiamo”

Finché non conobbi Joao (e suo padre Don Pedro) in un piccolo negozietto che neppure sapevo esistesse.
Joao sapeva tutto, in anticipo, con precisione, con una passione mai conosciuta prima.
Ed aveva, o procurava, tutti i dischi che potevano piacermi, conosceva i miei gusti, e mi apriva la mente a nuove esperienze musicali. Solo anni dopo mi confidò che lui preferiva la musica sudamericana… mai lo avrei potuto immaginare.
Se sono diventato collezionista lo devo anche a lui. Quante meraviglie (alcune ora con una discreta quotazione) mi ha procurato, quanti dischi ho avuto la fortuna di poter ascoltare, quante copertine da guardare e rimirare. E discutevamo di tutto: di calcio, di politica, di donne. Ho passato talmente tanti pomeriggi da lui… e senza mai tralasciare lo studio, tra l’altro.
Poi conobbi Record Collector, le mostre dei dischi, mio fratello iniziò anch’egli a lavorare in un negozio di dischi, e poi alla fine internet. Mi sono fatto una famiglia, ma Joao era sempre là… bastava una telefonata.
Poi la crisi: gli MP3, il download, il mercato musicale in picchiata. Joao ne fu scalfito, ma non poi così tanto. La sua clientela, la sua nicchia ha continuato a frequentare il suo negozietto, consentendogli di mandare avanti con onore la sua attività (cui si era affiancata quella di DJ la sera). Grossi scricchiolii quando venne modificata la viabilità verso il suo negozio, togliendoli anche il parcheggio per i clienti. Fu l’inizio della fine. Anche Joao ha iniziato a stentare, e quest’anno la situazione è precipitata anche a livello familiare: la moglie passa momenti drammatici, mentre suo padre piano piano viene portato via da una malattia incurabile. Addio caro Don Pedro.
Finché Joao prende la sua decisione più sofferta di tutta la sua vita: chiudere il negozio.
Oggi è l’ultimo giorno.
Senza il mio “spacciatore” di dischi anche la mia esistenza ha una svolta: quanta vita, vera vita, ho trascorso tra quelle quattro mura, dando spazio alla mia più grande passione. Joao ancora non ha deciso cosa fare, oltre al DJ. Ma so che il suo negozio, così come suo padre, mi mancheranno tantissimo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life, musica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...