Il sussidiario

E’ incredibile come la cartella/zaino di mio figlio sia sempre così pesante e piena come un uovo.
Tenendo conto che è in V elementare:
Due libri di italiano (grammatica e letture)
Due libri di matematica/geometria (sussidiario ed eserciziario)
Due libri di storia/geografia/scienze (sussidiario ed eserciziario)
Due libri di inglese (grammatica ed esercizi)
Due libri di religione (testo base e schede)
Un libro di informatica/tecnologia
Un libro di Educazione civica
Inoltre:
Due astucci (uno di cancelleria ed uno con matite colorate, righello, compasso)
Album da disegno
Cartellina trasparente per il libretto e varie/eventuali
Un quaderno per materia (grammatica, italiano scritto, poesie, matematica, geometria, storia, geografia, scienze, inglese, religione, informatica ed addirittura ginnastica)
Diario

Ora, dico io, non vi pare un po’ troppo per un bimbo di 10 anni? Ovvio che non tutti i giorni porta a scuola tutto questo materiale, ma ci sono giornate in cui è addirittura complicato chiudere lo zaino. Problema di tutta la classe, obviously, ma non trovate sia una esagerazione?
Ed il bello è che non credo che il peso sia proporzionale alle nozioni insegnate. E’ pur vero che è difficile fare paragoni con la scuola di 35 anni fa, però noto che ci sono delle lacune di fondo che noi 40enni di oggi a quel tempo non avevamo.
Noi non facevamo inglese, e neppure informatica o teconologia, ma mari/monti/laghi d’Italia ci venivano insegnati a memoria. Non confondavamo le regioni, e la storia non era insegnata in modo stiracchiato per una o al massimo due ore la settimana.
Scopro inoltre molti deficit (di tutta la classe) nell’affrontare taluni esercizi di matematica o problemi di geometria, per il fatto che la miriade di materie concentra l’insegnamento in poche ore settimanali, svantaggiando la didattica e l’apprendimento dei ragazzini.
Non oso minimamente criticare il corpo docente, che continua la propria missione (perché di missione si tratta) nonostante i noti problemi di cui soffre la scuola italiana e tutto il personale, ma credo che ci siano ampi margini di miglioramento.
Io andavo a scuola con un solo sussidiario (io avevo il “tre barra cinque”) e due quaderni (uno a righe ed uno a quadretti).
Mio figlio a scuola ha dei risultati molto buoni ma… siamo sicuri che oggi si impari di più?

scuola, sussidiario

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il sussidiario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...