Le 3 C

In uscita per lavoro, sono stato in auto con il mio collega Alex per circa 3 ore, parlando del più e del meno. Premettendo che con Alex vado d’accordissimo e che spesso ci facciamo confidenze molto personali, ecco che il discorso è caduto sul tema “fare carriera”.
Né io né Alex abbiamo fatto carriera: abbiamo un ruolo ben definito, del quale siamo entrambi soddisfatti (più lui di me, ma di poco), ma entrambi avremmo potuto ambire a qualcosa di meglio, che poi non si è concretizzato.
“Ma come mai tu, laureato e preparato, non sei riuscito a trovare un posto più ambizioso e remunerativo?”. Questa la sua domanda. Che è anche quella che mi pongo spesso da solo, se non fosse che io ho anche la risposta.
Le 3 C: Conoscenza, Carattere, Culo.
Per il fattore Conoscenza devo dire che sono stato fortunato. Pur non essendo assolutamente un genio, ho sempre ottenuto profitto sia nello studio che nelle attività svolte (lavorative o meno). Sono curioso di natura, mi è sempre piaciuto approfondire le tematiche che mi interessavano, ed anche in ambito lavorativo mi piace capire ed approfondire senza tirarmi indietro.
Il fattore Culo non lo considero più di tanto. Innanzitutto non credo alla sfiga (o, viceversa, alla fortuna). Ognuno è artefice del proprio destino, il fatto di essere sul posto giusto al momento giusto è un merito, non una casualità. A meno che tutta la nostra vita non sia basata sulla casualità…
A me manca la seconda C: il Carattere. Vado in crisi per un nonnulla, e forse è per questo motivo che cerco di essere sempre preparato al 100% in ciò che faccio. Non sono capace di controbattere, di farmi valere, neppure se ho ragione. Preferisco evitare il confronto, specialmente con chi ha un carattere prevaricante. Non ho la faccia tosta di coloro che, anche con meno qualità di me, riescono a “vendersi” meglio di fronte ai “superiori”.
Forse preferisco solamente il quieto vivere. Sono una persona senza grilli per la testa, in un certo modo anche “modesta” che sa accontentarsi, e per questo motivo non vado ad imbarcarmi in faccende che mi creerebbero ulteriore ansia che il mio fisico e la mia mente saprebbero difficilmente gestire.
Con questo non vorrei pensaste di avere a che fare con una persona senza palle. Non è così.
Ho sempre ottenuto nella mia vita ciò che volevo, con sudore e sacrificio: diploma, poi laurea, poi la fidanzata che è diventata MDM (Mia Dolce Metà), una casa ed una famiglia. Vere conquiste che hanno fatto di me una persona completa.
Probabilmente come in una partita a poker mi sento “servito”, e sono contento e ringrazio il Signore di ciò che ho.

servito.jpg
Servito

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Le 3 C

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...