Il riavvicinamento

La malattia di mia madre, in procinto di essere operata con una certa urgenza, mi ha portato a riconsiderare i miei rapporti con lei.
Come forse alcuni sanno, i miei rapporti con lei non sono ottimi. Lei ha un carattere del tipo “so tutto io”, che se si fermasse qui sarebbe anche tollerabile. Il problema è che lei estende il concetto al fatto che “tu non sai nulla” “tu sbagli tutto” “tu non capisci niente”.
Le litigate sono all’ordine del giorno (lei non litiga solo con me, sia chiaro), ed i punti di contatto sono pochissimi.
Il problema è che lei parte da preconcetti obsoleti oppure errati o talvolta inventati di sana pianta, pretendendo di star diffondendo verità a piene mani. Se le fai notare che sta dicendo delle assurdità lei si arrabbia e alzando la voce si trincera dietro al fatto “tu sei polemico” “sei ignorante” “porta rispetto”.
Che dire?
Io non riesco a fare finta di nulla, nonostante tutti mi dicano di passarci sopra: se sento delle idiozie ribatto fino allo sfinimento, peggio di Bjorn Borg con le sue pallate da fondocampo.
Non che adesso non ci litighi più, con mia madre. Però, come non mai in vita mia, mi preoccupo parecchio della sua salute, la consiglio, la rincuoro, la chiamo spesso, la vado a trovare, la aiuto.
Continuo a litigarci, ma almeno qualche passo in avanti l’abbiamo fatto entrambi.

mamma

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il riavvicinamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...