Arrangiarsi

Nella Azienda dove lavoro si è soliti organizzare, peraltro frequentemente, diversi corsi di varia natura nonché riunioni destinate a platee molto differenti tra loro.
Ogni ufficio, secondo la propria competenza in materia, è tenuto a preparare le sale dove si svolgono tali incontri; la preparazione implica l’installazione di un PC, la bontà dei collegamenti multimediali (laddove necessari), testare il videoproiettore, controllare i files da proiettare (slides, documenti, video), verificare l’impianto audio. Sembrano cose magari complicate, ma fatte una volta sono in realtà molto semplici.
Se un collega dovesse trovarsi in difficoltà intervengo io, non perché sia mia reale competenza, ma quanto perché mi intendo un po’ di multimedialità. L’unica accortezza, dettata anche dalla logica, è quella di non trovarsi all’ultimo momento a fare queste preparazioni, perché se poi per qualche strano motivo qualcosa non dovesse funzionare ci si potrebbe trovare in imbarazzo.
Ed invece proprio ieri mi sono arrabbiato assai perché due colleghe hanno preparato la sala all’ultimo momento, facendo una confusione terribile con i cavi e con il materiale da proiettare, e alla fine chiedendo il mio aiuto mentre la platea era già piena di gente.
Ora: io non sono un genio, posso semplicemente aiutare fin dove capisco. Ma se vengono in due, agitatissime, e mi chiedono di risolvere una situazione imbarazzante… beh… in pratica trasferiscono su di me tutto il loro imbarazzo.
Così mi sono trovato, davanti a diverse decine di persone, a dover sistemare PC e collegamenti di vario genere, con la paura di non riuscirci in breve tempo o di peggiorare la situazione.
Ho mantenuto i nervi saldi, in 5 minuti ho predisposto il tutto e poi mi sono defilato da una uscita laterale sorridendo.
Sorridendo, sì, ma attendendo impaziente la fine della riunione per far capire alle due signore in questione che la prossima volta che mi fanno un tiro del genere si arrangeranno da sole, sia perché il mio intervento è “di favore” e non di mia competenza, sia perché devono capire che non si deve preparare una sala 5 minuti prima dell’inizio del meeting, ma lo si deve fare almeno un’ora prima, proprio per poter meglio gestire eventuali situazioni di emergenza.
Per sdebitarsi hanno iniziato a fare con me le carine un po’ civettuole, ma io ho stoicamente resistito.

“No, care mie, è tutto inutile, io so resistere”

Questa voce è stata pubblicata in lavoro e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Arrangiarsi

  1. Erik ha detto:

    così si sono guadagnate l’aiuto anche la prossima volta, che non prepareranno la stanza un ora prima…perchè tanto sanno che resisti alle lusinghe ma sanno anche chi chiamare in caso di necessità… :)))))

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...