Allo stadio con papà

Ieri, per festeggiaere la promozione in Lega Pro del Padova (squadra di calcio della mia città e mia squadra del cuore), ho pensato di portare allo stadio mio padre, anch’egli grande tifoso ma ormai (lui ha 80 anni) lontano dallo stadio da parecchio tempo.
Lui all’inizio ha detto che non voleva venire, poi quando gli ho detto che avevo i biglietti gratis per la tribuna (piccola bugia ‘bianca’) ha acconsentito a venire.
Ricordo quando ero ragazzo ed era lui a portarmi allo stadio. Momenti mitici, non era importante in quale serie giocassimo, il Padova era la nostra grande passione. La prima partita che vidi, ricordo ancora, fu Padova – Sant’Angelo Lodigiano. Il Padova, per evitare rischi di retrocessione, doveva vincere a qualsiasi costo; ne uscì un 4-1 per noi ed io gioii al punto da ricordarmi ancora, dopo quasi 40 anni, quel pomeriggio allo stadio con papà ed altre migliaia di spettatori.
Oggi sono stato io a portare allo stadio mio padre, ed a leggere nei suoi occhi la gioia di tifare Padova, di alzare la bandierina biancorossa, di applaudire la parata del giovane portiere o l’ennesimo gol dell’esperto attaccante.
Stupendi i momenti della sfilata dei ragazzi delle giovanili e quella dei giocatori della prima squadra che, acccompagnati dai figli, hanno fatto il giro dello stadio per il meritato applauso.
E’ stato un pomeriggio bellissimo.
Forza Padova.

Questa voce è stata pubblicata in blog life, famiglia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Allo stadio con papà

  1. Erik ha detto:

    grande!!! hai fatto una cosa bellissima…. davvero!!!

    anch’io è da un pò che penso che vorrei riportare mio padre allo stadio…

    ricordo bene gli anni del padova di vlaovic – alexi lalas

    "Mi piace"

    • kikkakonekka ha detto:

      Vlaovic era davvero bravo. Subì un delicato intervento al cervello (benigno) e poi purtroppo non fu più lo stesso.
      Ma sono passati per Padova: Benarrivo, Di Livio, Del Piero, Lucarelli, Barone (campione del mondo pure lui) e tanti altri buoni giocatori. Lucarelli e Barone abitavano (giuro) di fianco a casa mia, dato che il Padova era a quel tempo proprietario di alcuni appartamenti che davano in dotazione ai giocatori più giovani e non ancora sposati con famiglia al seguito. Del Piero abitava a 1500 metri da me, ed usciva in compagnia con dei ragazzi che conoscevo.
      Calcisticamente in questi ultimi anni abbiamo passato dei bei momenti, ed altri meno belli.
      Quest’anno è vero che eravamo in serie D, ma è stato bellissimo ugualmente: spettatori sempre 4-5mila, che molte di B se lo sognano, molta umiltà e voglia di far bene. Io ho apprezzato.

      "Mi piace"

  2. Zucca Zoe ha detto:

    E’ bello quando i cerchi si chiudono…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...