La bellezza talvolta conta (parte 2 su 2)

Giuseppe è il contabile di uno dei nostri fornitori, lo conoscevamo dunque molto bene a livello telefonico e di email, pur senza averlo mai incontrato di persona.
Affabile e gentile, tra lui e Paolina era scattata una enorme simpatia, ed in ogni occasione in cui si sentivano via telefono Paolina sembrava trasformarsi: gentile, spiritosa, sorridente. Beh, sia io che la collega Federica eravamo lieti di tutto ciò, perché la vedevamo contenta.
Giuseppe poi ha messo una proprio foto su Facebook: direi un bel tipo, pur non essendo appariscente. In altre occasioni si direbbe ‘un bravo ragazzo’.
Paolina, però, ha iniziato a fantasticare su di lui: mi piacerebbe conoscerlo, magari potessi uscire con lui, Giuseppe è il tipo giusto per me.
L’abbiamo lasciata fare: giusto o sbagliato?
Ma poi, su richiesta di Giuseppe, ha pensato di mandargli via mail una propria foto, facendoci partecipi della scelta della posa migliore: meglio la foto al mare con il nipote, o quella nel giardino di casa? Lei era brutta in entrambe le foto ma… io e Federica avremmo dovuto fermarla?
Fatto sta che Paolina ha mandato la foto a Giuseppe e, purtroppo, le conseguenze non sono state positive per lei: lui ha smesso immediatamente di parlarle telefonicamente, e da quel momento le sue mail sono diventate fredde e limitate all’ambito strettamente lavorativo.
Io e Federica sapevamo che sarebbe andata a finire così, ma l’abbiamo lasciata fare.
Purtroppo la bellezza conta, inutile che diciamo il contrario.

Questa voce è stata pubblicata in lavoro e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La bellezza talvolta conta (parte 2 su 2)

  1. Erik ha detto:

    nel bene e nel male io ho sempre pensato che conti molto mai il contrario…

    "Mi piace"

  2. Roberto ha detto:

    Io penso che la bellezza conti molto per un uomo nei confronti di una donna a qualsiasi età, ma per la donna nei confronti dell’uomo conti molto fino ai 20 anni, poi conti sempre meno fino ad essere inesistente dai 35 in su. In compenso per la donna aumenta esponenzialmente di importanza il lavoro e la situazione economica del proprio uomo. Tra le due cose non so cosa sia meglio..

    "Mi piace"

    • kikkakonekka ha detto:

      Ciao Roberto.
      Sono un po’ in disaccordo. Essendo io un allegro 45enne, so ben distinguere tra le donne più o meno mie coetanee quelle ‘belle’ da quelle ‘brutte’, ed in tutta sincerità le differenze di approccio (non solo mie ma anche di altri maschietti) nonché la personale autostima della donna in questione cambia tantissimo.
      Poi, è vero che una ‘non bella’ trova altri modi per gratificarsi, però purtroppo parte sempre penalizzata a parità di condizioni con una cosiddetta bella (che poi possiamo parlarne sul concetto di bellezza, ed io sul blog l’ho fatto anche in altre occasioni).

      K.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...