Kos dalla A alla Z (parte 3 di 5)

Kardamena
Nella guida c’era scritto che si trattava di un paesetto senza pretese, ma io l’ho trovato molto carino. Un grazioso porto, piccolo ma dal quale salpano le imbarcazioni che ti fanno visitare le isole a sud di Kos; un bel lungomare costellato di locali tipici ed anche di un ristorante italiano; via interna piena di bancarelle a prezzi modici e di locali alla moda per giovani.

Kefalos
Paese abbarbicato ad una collina che abbiamo visitato durante il giro dell’isola con un’auto presa a noleggio. Strade strette, nessuna panchina, nessuna piazza, nessuna fontana, nessun posto all’ombra (a meno di andare dentro ad un locale). Dopo 15 minuti lo abbiamo lasciato per una nuova destinazione.

Kos Town
La città di Kos è assolutamente da visitare. Possiede uno stile contaminato dalle varie dominazioni dei secoli precedenti, e molti edifici hanno un evidente richiamo fascista (dominio italiano) o musulmano (dominazione turca di varie epoche).
Bellissimo il mercato coperto, non molto grande ma fornitissimo sia di generi alimentari che di souvenir di ogni tipo, il tutto disposto con un ordine che lo rende piacevole alla vista.
Bello il porto, da cui si raggiunge facilmente la vicinissima Turchia e da cui si parte per i tour delle isole, ed interessante anche il castello, nelle cui vicinanze troviamo anche il famoso ‘platano’ di Ippocrate.
Da visitare anche le varie chiese ortodosse, molto numerose lungo le caratteristiche vie della cittadina.
Attratti dal costo basso (5 Euro) di una bella maglietta (taroccatissima) siamo entrati in un negozietto gestito da un cinese che non conosceva nessuna parola di inglese, e che per chiederti i soldi scriveva il totale sulla calcolatrice.


Mercato di Kos


Platano di Ippocrate

Mare
La località dove abbiamo soggiornato nel sud dell’isola (nelle vicinanze di Kardamena) aveva un panorama mozzafiato, una spiaggia con sabbia pulita ed un mare limpido e cristallino.
Mai mosso, il mare aveva anche un’acqua abbastanza tiepida, e nel farci il bagno venivi sempre circondato da pesciolini che nuotavano attorno a te.
Siamo stati molto fortunati.
Con un’auto presa a noleggio abbiamo girato l’isola visitando altre spiagge, ed ho notato che tutte quelle del nord dell’isola hanno un’acqua mossa, fredda, sporca ed infestata da alghe.
Nel sud dell’isola, invece, le spiagge sono quasi tutte sabbiose, ed oltre la notra segnalo la “Paradise Beach” (semplicemente splendida) e quella di Agios Stefanos (vedi post di due giorni fa).
Se andate a Kos vi suggerisco di soggiornare nella zona sud.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...