Il capo insopportabile

Anch’io ho, ovviamente, un capo a cui devo rendicontare il mio operato. Anzi, a dire il vero ne avrei più d’uno, dato che a livello professionale svolgo un ruolo plurivalente. Uno di questi ‘capi’, tuttavia, è davvero insopportabile.
Sempre con il grugno, sempre indisponente, intrattabile, cattivo comunicatore e per finire incapace organizzatore. Un amore d’uomo.
Ieri ho inviato a tutti i colleghi una breve mail con le semplici istruzioni per l’aggiornamento manuale di un programma. Durata dell’aggiornamento: 2 minuti.
Nessuno, giuro, mi ha chiamato per avere delucidazioni, tranne appunto lui: il capo.
“Non hai scritto negli appunti che dopo il primo passaggio usciva una videata da confermare e chiudere” mi dice con il suo consueto savoir-faire.
Prima di scrivere una mail, io eseguo sempre dei test (più d’uno) per verificare di non scrivere sciocchezze, e non mi era mai apparsa alcuna videata.
“Sei proprio sicuro?” gli rispondo.
Apriti cielo! Mettere in dubbio ciò che *lui* dice!
Lui replica affermando che ho scritto appunti incompleti e che non sono stato attento a ciò che stavo facendo.
Vado nel suo ufficio, e noto in effetti qualcosa di strano.
“Videata atipica” dico io, senza ironia. Lui crede lo stia prendendo per il culo e inizia ad adirarsi.
La faccio breve: aveva un virus (per la precisione un adware) che, in determinate circostanze, compariva chiedendo di fare clic ed obbligandolo a chiudere manualmente una finestra.
Rimosso il virus, nessun ulteriore problema.
Gli appunti erano, ovviamente, corretti.
“Comunque il virus non è colpa mia; puoi tornare in ufficio” dice rivolgendosi a me con un sorriso falso come Giuda.
Io lo saluto e torno all’ovile.

Questa voce è stata pubblicata in lavoro e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il capo insopportabile

  1. Zucca Zoe ha detto:

    Brutta storia avere a che fare con questo genere di elementi. Talmente insicuri da doversi giustificare come bambini di non avere la colpa….

    "Mi piace"

  2. Alberto ha detto:

    La cosa buffa è che ormai, con i sistemi di protezione che ci sono oggi, i virus, Trojan, adware, ecc. li prende solo chi bighellona sui siti porno..ovvero, stando alle statistiche, un impiegato su 3..

    "Mi piace"

    • kikkakonekka ha detto:

      Mah, ti dirò. Ad essere sincero lui non è il tipo, ed inoltre ha il monitor che dà direttamente ad una vetrata in corridoio e tutti vedono ciò che fa.
      Evidentemente o ha utilizzato una chiavetta USB infetta, oppure qualche falla nel S.O. ha contribuito all’entrata dell’adware.
      Il fatto è che non era nulla di grave ed inoltre, da qualsiasi punto di vista, se esiste un torto è totalmente suo.
      Ciao Alberto!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...