Quella volta che… i trans a Riccione

Estate 1989, siamo tre ventenni e per ognuno di noi è la prima volta di una vacanza in campeggio. La destinazione è Riccione, ma le nostre tasche ci consentono solo di accamparci in un campeggio fuori mano, ad alcuni Km dalla costa. Poco male, se non fosse che la prima sera, rientrando in auto verso le tre di notte, senza navigatore satellitare (ancora da inventare) e con solo una cartina di fantozziana memoria, ci perdiamo.
Io, dallo scarso senso di orientamento, guidavo. Alex, alla Filini, consultava la cartina dandomi indicazioni confuse anche per colpa delle troppe birre. Fabio, l’ingenuo del gruppo, è seduto dietro e dopo poco si addormenta. Nel frattempo non sappiamo davvero dove andare.
Nel tentativo di trovare la strada per il campeggio ad un certo punto notiamo in lontananza una zona molto illuminata con parecchie automobili in transito. Riteniamo sia un incrocio con dei sufficienti cartelli segnaletici che ci permetteranno di trovare la strada giusta, dunque svolto in quella direzione.
Io e Alex ci sbagliavamo (Fabio russava). Si trattava in realtà di una zona dedicata alla prostituzione occupata da transessuali di ogni tipo: belli, brutti, bianchi, neri, dotati, dotatissimi, ma pur sempre trans.
Mai vista una cosa simile. In pratica ci troviamo, con la mia Y10, incolonnati a passo d’uomo dietro decine di auto, ed abbiamo la possibilità di vedere da molto vicino l’esposizione della merce in vendita. Da restare sbigottiti.
Molti ci offrono i loro servigi, ma noi gentilmente decliniamo l’invito. Ad un certo punto il religiosissimo Fabio si sveglia e, trovandosi di fronte ad un trans di prima categoria (non avesse avuto il pisello lo si poteva facilmente scambiare per una bella figliuola), bestemmia la Madonna per la prima (ed unica) volta in vita sua.
Passati questi 10 minuti di fuori programma troviamo, per fortuna, un cartello indicatore che finalmente ci conduce verso il campeggio.
Fabio non riuscirà più ad addormentarsi.

Questa voce è stata pubblicata in blog life, Quella volta che e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Quella volta che… i trans a Riccione

  1. Alberto ha detto:

    Da un musicofilo come te mi sarei aspettato il video de “Avventura con un travestito” del grande Califano😀

    "Mi piace"

  2. kikkakonekka ha detto:

    … non mi è venuto in mente.
    Avevo altre canzoni inglesi ricche di ambiguità, ma ho preferito soprassedere.
    Ciao Alberto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...