Al macero!

Prendi un collega stupido, di nome Bruno.
Prendi un collega notoriamente stupido di cui vi ho parlato un sacco di volte, di nome Achille.
Prendi un collega bravo e intelligente, ma che per una volta decide di compiere una azione stupida, di nome Luca.

Antefatto.
Nel nostro ufficio EDP siamo tutti abbastanza ordinati, tranne Bruno che è il ritratto del disordine.
Affetto dalla mania di tenere di tutto all’interno degli armadi, ha di fatto reso insufficiente lo spazio a nostra disposizione perché non si sa mai che manuali del 1996, appunti del 2001 o documenti informativi del 2003 possano ancora tornare utili.

Alla fine ci siamo fortunatamente tutti resi conto che era giunto il momento di buttare via le scartoffie inutili.
Peccato però che i tre geni abbiano pensato di fare piazza pulita ieri mattina, quando io non ero in ufficio perché impegnato in un’altra sede.
L’idea non sarebbe stata malvagia, se non fosse che – senza chiedermi nulla – abbiano pensato di buttare via anche il contenuto del mio armadietto.
Lì ci tenevo tutti gli appunti presi al volo (non codificati, dunque) che spesso tornavano utili in situazioni strane, magari poco frequenti.
Oltre a ciò tenevo nell’armadietto decine di cartelline vuote utili per raccogliere appunti o documentazione di qualche argomento nuovo.
E poi: fogli bianchi per gli appunti, informative recenti e manuali di qualche anno fa (non decine di anni fa) che ogni tanto mi tornavano utili.
I tre, capitanati da quell’idiota di Achille, mi hanno svuotato l’armadietto e portato tutto al macero, senza neppure dirmelo.
Stamattina, mentra facevo assistenza ad una ditta, ho avuto bisogno di ricorrere ad un appunto della settimana scorsa, ho aperto l’armadietto e… l’ho trovato vuoto. Ho subito capito, dopo aver dato un’occhiata a Luca e Bruno. Ho chiamato immediatamente il nostro fattorino, il quale mi  ha solo confermato di aver gettato via tutto ieri sera.
Sono nello sconforto più totale.

Questa voce è stata pubblicata in lavoro e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

52 risposte a Al macero!

  1. Giuliana ha detto:

    ahiiiiiiiiaaa!!!! ucciderli è troppo poco, sofferenza lenta, lentissima, 4 ore di Gigi D’Alessio in concerto è troppo?

    Piace a 1 persona

  2. Erik ha detto:

    preferisco non commentare… potrei diventare piuttosto scortese nei confronti dei tuoi colleghi…

    Piace a 1 persona

  3. lamelasbacata ha detto:

    Mi dispiace, l’idiozia fa più danni della grandine!

    Piace a 1 persona

  4. ehipenny ha detto:

    Quando le persone sono stupide… non dico altro

    Piace a 1 persona

  5. Nannà ha detto:

    Ma almeno l’accortezza di chiedere se ci fosse qualcosa da conservare potevano averla eh? Hanno fatto proprio piazza pulita -.-

    Piace a 1 persona

  6. 76sanfermo ha detto:

    Mi da l’idea di tre stupidi con una punta di revanche verso chi ,per loro ,e’ sempre “troppo” ordinato….

    Piace a 1 persona

  7. alessialia ha detto:

    ma che idioti…. io boh…. dopo tutto sto tempo proprio quando mancavi lo dovevano fare? io boh-….-

    Piace a 1 persona

  8. Marta Vitali ha detto:

    Ma scusa… prima di prendere gli appunti, come hai fatto? Sei riuscito a risolvere il problema?
    Bene… Ci riuscirai anche questa volta…Forza! Confidiamo in te!

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Ciao Marta.
      Nel mondo informatico, molto spesso le idee, le soluzioni appaiono dopo svariati tentativi, possono essere frutto di una intuizione momentanea, oppure provengono da un suggerimento che poi si rivela utile.
      In tutti questi casi gli appunti sono ‘volanti’, nel senso che finché la situazione incriminata non appare nuovamente – e viene risolta allo stesso modo – non si può essere certi della soluzione trovata.
      Ecco, io ho perso in un colpo solo una marea di appunti ‘volanti’.
      Però ho una fortuna: ho ancora una memoria molto buona.

      Piace a 1 persona

  9. smadonno ha detto:

    ho sempre dubitato di chi si chiama Bruno

    Piace a 1 persona

  10. clibi ha detto:

    Non mi piacciono le persone che danno tutto per scontato…..come toccare cose degli altri senza chiedere

    Piace a 1 persona

  11. Punto 1 nessuno si deve permettere di mettere mano al mio armadio in mia assenza….punto 2 sono felice che qualcun altro abbia a che fare con dei colleghi stupidi…mal comune mezzo gaudio, si dice 😉

    Piace a 1 persona

  12. vitedicarta ha detto:

    io sono un po’ come Bruno, conservo ancora i quaderni con gli appunti di quando ero una giovane (sigh) praticante… a pensarci bene conservo ancora gli appunti delle lezioni di statistica che ormai non ricordo neanche più in che anno ho seguito (ri-sigh)…. se qualcuno tocca qualcosa taglio le mani, e lo sanno!!

    Piace a 1 persona

  13. Pingback: LIEBSTER AWARD – I discorsi dell'ascensore

  14. Paola ha detto:

    Abbraccio e fazzoletto. Capita a tutti prima o poi, tutta esperienza. Cerca di prenderla così

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...