Fragilità

Io sono una persona emotiva, per certi versi fragile.
Ho capito che queste caratteristiche gli altri le leggono come debolezze, ed ho tentato di porne rimedio.
Ma poi mi sono accorto che è meglio essere emotivi e fragili, perché io sono fatto così e non penso sia giusto che io debba cambiare per compiacere a qualcuno.
Soffrirò per qualche motivo, ma avrò l’animo aperto che provare tutte le gioie quotidiane di cui molti neppure si accorgono.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

37 risposte a Fragilità

  1. Giusy Lorenzini ha detto:

    Anch’io sono così, ed è vero, spesso non si viene compresi. S. Paolo diceva: “È quando sono debole è allora che sono forte”. La debolezza, ci rende unici , speciali e aperti a delle sensibilità, a delle sfumature della vita, che in molti non percepiscono. Ovviamente è un prezzo che si paga in questo mondo materialistico. Buona giornata, Giusy

    Piace a 1 persona

  2. Lady Nadia ha detto:

    Sindrome dell’artista. Ciao.

    Piace a 1 persona

  3. Dora Buonfino ha detto:

    Essere emotivi e fragili non è sinonimo di debolezza. Il debole non si metterà mai in discussione, per paura. A me sta bene così come sei! 🙂

    Piace a 2 people

  4. Hadley ha detto:

    Io ho imparato a costruire una corazza per me stessa…degli altri mi importa poco… chi non mi conosce veramente pensa io sia una persona spensierata… solo perché cerco di non mostrarmi giù o piangere davanti alla gente

    Piace a 1 persona

  5. Paola ha detto:

    Hai detto benissimo, se si provano intensamente le sensazioni negative, altrettanto e forse più intensamente si provano quelle positive

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Forse sì. Ora, non voglio ergermi a paladino dei buoni sentimenti, quasi fossi un “Poeta romantico”. Dico solo che riconosco di essere una persona sensibile, il ché ha certamente qualche aspetto negativo, ma ne ha certamente di positivi.
      Ciao Paola.

      Piace a 1 persona

  6. lamelasbacata ha detto:

    Tu vai bene così come sei!

    Piace a 1 persona

  7. Erik ha detto:

    Hey A, ciao, sono ancora vivo eh.. 🙂

    la peggior cosa che un essere umano possa fare è quella di snaturare se stesso con l’intento di piacere ad un suo simile… ci sono due tipi di negatività in questa scelta… la prima che con il tempo (non determinabile) ti ritorna indietro spesso senza darti possibilità di rimedio (psico-fisico) perchè puoi modificare la tua proiezione ma non il tue essere più profondo;

    la seconda è che tutto ciò che hai vissuto modificando questa tua proiezione è in realtà una forzatura, una finzione che difficilmente potrà resistere quanto il nostro ciclo vitale, e anche nel caso in cui fosse in grado di farlo, ti lascierà una sorta di amaro in bocca nel momento in cui smetterai (per scelta o per obbligo) di mentire e di mentirti… oltre al danno che potresti fare al tuo prossimo coinvolto nella “recita”.

    secondo me questa questione non è affatto uno scherzo

    e non voglio dire sia la chiave della felicità, che resta sicuramente soggettiva, ma un indice significativo del nostro poter vivere serenamente.

    Uno dei punti ipotetici nella mia visione di un mondo migliore è proprio quello che prevede che nessun essere umano debba aver paura e vergognarsi di essere se stesso, il passo successivo è che lo stesso essere umano riesca ad applicare la teoria al suo prossimo…

    fantascienza, ma a piccoli numeri può portar qualche soddisfazione, pur con sacrificio…

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Ciao Erik, piacere di sentirti.
      In effetti a volte di “tenta” di cambiare (o di apparire diversi) per compiacere qualcuno. Penso per esempio a quando si vuole “far colpo” su una “lei” o su un “lui”.
      Poi, ovviamente, è l’essere naturali la chiave di tutto.
      Il mondo del lavoro, tuttavia, ti vorrebbe diverso. A volte vengono richieste “doti” o “capacità” che non ti appartengono, e che dunque ti possono far sentire come se ti mancasse qualcosa.
      Ma io ho altre doti, altre capacità. E sfrutto quelle nel migliore dei modi.

      Piace a 1 persona

  8. massimolegnani ha detto:

    c’è un certo orgoglio, quasi una superbia, a mostrarsi fragile, fidandosi degli altri, anzi sfidandoli a non approfittarne. Che i fragili siano i veri coraggiosi?
    ml

    Piace a 1 persona

  9. mrsbean73 ha detto:

    Mi sento molto simile a come ti descrivi, con la differenza che continuo a combattere da una vita per essere meno emotiva…saggia e giusta la tua presa di coscienza, la tua accettazione… Vogliamoci bene così! 😘 buona giornata caro!

    Piace a 1 persona

  10. ehipenny ha detto:

    Mi riconosco molto in queste parole, anche io sono emotiva e ho pensato che fosse necessario cambiare… ma poi mi sono resa conto che è meglio stare bene con sè stessi piuttosto che non riconoscersi più 🙂

    Piace a 1 persona

  11. massygrifo ha detto:

    La debolezza, spesso è un’arma vincente.

    Piace a 1 persona

  12. Pingback: Mi Piace Fotografare #Tag | Opinionista per Caso2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...