Lo sporcaccione

Attenzione: questo post è vivamente sconsigliato alle persone deboli di stomaco o schizzinose

Nella mia Azienda siamo circa in 130 colleghi, ovvio che ci siano tra noi personalità di vario tipo. Di Achille vi ho parlato spesso, ma una persona veramente detestabile è Marco. Che poi, a prima vista, potrebbe anche apparirti simpatico: occhiale alla moda, sorriso
sempre disponibile, battuta sempre pronta.
Ma, dietro un modo di fare da vero gentleman, quando va in bagno offre il peggio che si possa immaginare.
Ormai le sue abitudini in toilette sono note un po’ a tutti, frutto di veri appostamenti ed opere di spionaggio.
Io credo che in ogni bagno (pubblico o del posto di lavoro) la regola sia sempre la stessa: bisogna lasciare il bagno nello stesso modo in cui l’hai trovato.
Pulito, intendo.
Invece Marco, incosapevole del fatto di essere sotto osservazione, ne combina di tutti i colori.

(siete avvertiti: non continuate la lettura se non siete in ottime condizioni digestive)

Quando fa la pipì piscia ovunque, sembra faccia apposta a non fare centro sulla tazza
Tazza che lascia colpevolmente sporca quando deve fare i bisogni più corposi
Addirittura si taglia le unghie in bagno e il 90% di schegge restano per terra
Si lava i denti riuscendo a sputare il dentifricio sullo specchio e lasciando chiazze ovunque, specialmente sul lavandino, che lui si guarda bene da sciacquare
Se sei sfortunato te lo puoi beccare in bagno aziendale mentre si fa pure i gargarismi e si passa il filo interdentale
Passa minuti e minuti a pettinarsi (Marco è molto narcisista) lasciando capelli ovunque
Usa le salviette di carta in modo indiscriminato, ingorgando lo scarico della toilette, dove non dovrebbero essere gettate
Riesce ad ingorgare anche il lavandino, dato che mentre si asciuga le mani è talmente sgarruppato da far cadere lembi di salviette umide ovunque, e spesso vanno a finire nel lavandino ingorgandolo
Le restanti salviette dopo l’utilizzo finiscono metà per terra e metà nell’apposito cestino
Senza contare la forfora che troneggia ogni giorno orgogliosa sulle sue spalle

Date le frequenti riproposizioni dei problemi appena esposti, alcuni di noi hanno iniziato a verificare lo stato del bagno prima e dopo l’utilizzo da parte di Marco, giungendo ad ovvie conclusioni.
Poi lo vedi in corridoio sorridente come al solito che ti saluta, e nel frattempo pensi che lui sia solamente uno sporcaccione.

Questa voce è stata pubblicata in blog life, lavoro e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Lo sporcaccione

  1. indianalakota ha detto:

    Un bleah é troppo poco per un cafone così!

    Piace a 1 persona

  2. Marta Vitali ha detto:

    Bhe un lato positivo c’è.
    Vi mette difronte ad un esempio evidente: CIO’ CHE NON DOVETE FARE IN UN BAGNO QUALSIASI (NON SOLO AZIENDALE)

    Piace a 2 people

  3. Oriana ha detto:

    Anche noi abbiamo un Marco a lavoro che si chiama Marco. In bagno, a detta dei colleghi uomini, non mira il water con il risultato che puoi immaginare.
    Quello che ho vissuto personalmente sono i suoi rutti anteriori e posteriori emessi con la scusa che trattenere l’aria faccia male.

    Piace a 1 persona

  4. aspiranterunner ha detto:

    In ogni ufficio c’è una situazione del genere. Anche noi abbiamo creato una task force investigativa per capire chi fosse il colpevole di tanto scempio ( nel caso specifico uso spropositato di carta igienica che ottura il wc)

    Piace a 1 persona

  5. Miss E. ha detto:

    Se fanno così nei bagni pubblici non oso immaginare cosa combinano in quello di casa loro … O.O

    Piace a 1 persona

  6. TADS ha detto:

    hai scritto un testo degno di Zelig 😀 😀 😀
    grandioso

    Piace a 1 persona

  7. oneday97 ha detto:

    Ahahah con certi racconti ho paura ad entrare nel mondo del lavoro e ritrovarmi cafoni simili, ma infondo a scuola ne capitano di peggiori :’) Bella pagina comunque 🙂 ps. se ti va fai un salto sul mio sito e partecipa al mio sondaggio, buona giornata!

    Piace a 1 persona

  8. in tutto ciò mi sfugge una cosa. avete installato una webcam nel bagno o che cosa?!?

    "Mi piace"

  9. Pingback: TAG: l’estate sta finendo – I discorsi dell'ascensore

  10. Pensa che il mio direttore amministrativo è stato beccato in bagno (non aveva nemmeno chiuso la porta)a farsi il bidet nel lavandino 😨 fortunatamente da un altro uomo….ed il bagno è pure dotato di un regolare bidet….😫

    Piace a 1 persona

  11. 76sanfermo ha detto:

    Ma che schifo!
    A me già bastavano le ascelle sudate di un altro Marco, per rovinarmi la giornata lavorativa!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...