La pizza di classe (di 25 anni fa)

I compagni di classe, se diventano anche amici, impari a conoscerli bene.
Ma della maggior parte dei compagni sai poco o nulla, giusto quello che filtra da una chiaccherata veloce in classe o durante la ricreazione.
Ma alla pizza ti classe ti sorprendi: scopri che quello taciturno suona bene la chitarra, che la tipa antipatica canta in un gruppetto pop, che il tipo con gli occhiali è stato all’estero dove tu vorresti andare, che il palestrato in effetti ama anche cucinare, che la tipa precisina in effetti beve volentieri birra e conosce molte barzellette, che il figo della classe ha i genitori divorziati e piange spesso.
Alla pizza di classe scopri un lato dei tuoi compagni che non conoscevi.

Pizza + tatuaggio + capezzolo + uomo con i baffi = orribile combinazione

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a La pizza di classe (di 25 anni fa)

  1. indianalakota ha detto:

    Io i miei li conoscevo bene tutti già in classe, così come conosco bene i miei studenti, perchè li ho sempre lasciati parlare molto ( i miei studenti in classe non tra di loro ma con me tutta la classe!). Si capisce molto di una persona anche dai temi che scrive e dai disegni che fa

    Piace a 2 people

    • kikkakonekka ha detto:

      Noi al liceo eravamo un po’ divisi in gruppetti, per cui ci conoscevamo bene all’interno del gruppetto, ma con gli altri non c’era tutta questa confidenza.
      Crescendo si sono moltiplicate le occasioni di incontro (pizze, compleanni, uscite del sabato pomeriggio) e ci siamo conosciuti meglio.

      Mi piace

  2. indianalakota ha detto:

    Il tizio della foto è inguardabile con quel tatuaggio lì!

    Piace a 1 persona

  3. Marta Vitali ha detto:

    Ed ecco che si scoprono tutti gli altarini….ah!ah!ah!

    Piace a 1 persona

  4. oddio eri in classe con maroni!

    Piace a 1 persona

  5. Che brutto ceffo nella foto!
    In effetti è vero…ci si conosce molto meglio in uscita che non dietro ai banchi

    Piace a 1 persona

  6. Dora Buonfino ha detto:

    Compagni di classe… un punto debole per me lo sai… 🙂

    Piace a 1 persona

  7. RaffaelaCake ha detto:

    Ciao ti va di passare sul mio blog? 🙂

    Piace a 1 persona

  8. Che bello leggere storie così, io non ho un buon ricordo Delle mie classi, mi dispiace, ho solo qualche ricordo sporadico. Ero amica di un gruppo del mio stesso anno, ma sezione A, ora non sento più nemmeno loro. Università, colpa mia, colpa loro, tutto questo insieme, non saprei. Alcuni li ho sentiti per la morte di mio padre, so che sono persone mature.

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Ciao, io ho un ricordo molto carino dei miei ex compagni di classe, benché all’epoca in effetti la classe fosse abbastanza divisa per interessi e atteggiamenti. Il triennio in particolare fu per me importantissimo, come amicizie e come crescita personale, ovvio avere ancora adesso un sentimento di affetto per quei ragazzi e ragazze. Poi ci si perde di vista, ci si incontra per caso, ma ci si abbraccia come se avessimo appena passato incolumi l’interrogazione di filosofia, noncuranti della carta di identità impietosa.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...