Il mio 2016: io, me, me stesso

L’anno che sta per terminare è stato segnato dalla morte di mia madre.
La lunga malattia, le cure, il vederla spegnersi, tutte immagini che non dimenticherò mai. E’ morta davanti a me, davanti a mio fratello, davanti a mio padre. La amavamo, ognuno a modo suo, ed ora ci manca terribilmente. Davvero non mi capacito di andare a casa dei miei genitori e non vederla ai fornelli o mentre cura con amore le sue aiuole.

La vita continua, e madre natura quasi per compensazione ci ha fatto il grandissimo dono della nascita di Cristina, figlia di mio fratello nata un mese e mezzo fa. Cosa incredibile, ha lo stesso identico naso (invero un po’ particolare) di mia madre. La bimba è adorabile, bella come tutti i bambini sanno essere, e ogni volta che posso vederla mi riappacifico con il mondo.

In quest’anno altri due accadimenti mi hanno segnato negativamente: la diagnosi di una sclerosi al collo vescicale e l’incidente in auto capitatomi qualche settimana fa. Di entrambi avrei fatto volentieri a meno.

A ciò aggiungo la notizia della morte del mio collega di cui ho parlato ieri nel blog.

Il 2016 mi ha anche portato nella lontana terra di Zanzibar, dove ho passato due settimane difficili da dimenticare. Abbiamo conosciuto persone fantastiche e generose, che vivono con dignità pur avendo solo una capanna, pochi vestiti ed il cibo (che a Zanzibar non manca fortunatamente mai).
Nel frattempo mio figlio cresce, ha iniziato le scuole superiori incontrando forse più difficoltà di quanto mi aspettassi, ma remando forte credo riuscirà a colmare la distanza.
MDM (Mia Dolce Metà) mi è stata molto di supporto in questo difficile anno, e nel frattempo il gatto Clash è quasi riuscito a distruggere completamente il divano di casa.
Credo che nel 2017 l’opera di distruzione verrà completata.

Questa voce è stata pubblicata in blog life, famiglia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

43 risposte a Il mio 2016: io, me, me stesso

  1. 76sanfermo ha detto:

    La vita toglie e da’….
    Non ti lascia mai in pace…
    È’ uno sport estremo….

    Sono le mie conclusioni per quest’anno , auguri , Andrea!

    Piace a 3 people

  2. home.luggage.blog ha detto:

    Ciao! Ti sono molto vicina… magari sono parole che non valgono a molto, ma voglio mandarti tutta la mia solidarietà e un grande abbraccio! Anche per me il 2016 è stato un anno davvero intenso, critico e rivoluzionario…
    Ti auguro un 2017 pieno di felicità, salute e viaggi 🙂 ❤

    Piace a 1 persona

  3. ElenaRigon ha detto:

    Sai… penso che essere vicino a un genitore nel momento del trapasso sia un regalo che non a tutti è concesso… tua madre c’era quando tu sei nato e tu eri presente quando lei è andata… è importante.
    Se non fossi stato lì te ne faresti un cruccio.

    Piace a 1 persona

  4. indianalakota ha detto:

    Mi dispiace tanto per tua madre. Purtroppo ci sono mali a cui non si sopravvive,come dicevamo ieri. Col tempo il dolore rimane come un compagno quotidiano con cui s’impara a convivere

    Piace a 1 persona

  5. Stardust mamy ha detto:

    ti vedo e mi sono commossa….. ti abbraccio forte forte e spero che arrivi un pò di luce per tutti noi. Perdere la mamma dev’essere straziante ti sono davvero vicina ❤

    Piace a 1 persona

  6. Lucia Lorenzon ha detto:

    Forse il più intenso e bell’anno della mia vita questo 2016
    ..che sembro dover “pagare” sul finale. Un abbraccio Andrea

    Piace a 1 persona

  7. stupendizia ha detto:

    Sei così semplicemente te stesso da disarmarmi e non so che dirti.

    Piace a 1 persona

  8. Giusy Lorenzini ha detto:

    Ma dai Andrea, perché il 2017 dovrebbe andarti peggio? Nessuno può sapere cosa può accadere neppure tra un minuto! Siamo in tanti a patire in questo mondo e tu hai accanto MDM, ti pare poco? Un figlio da crescere… noi sensibili siamo un po’ come i poeti maledetti, ma la sensibilità è elevazione e questo ci rende speciali, anche se spesso incompresi. Io domani sarò attaccata ad una flebo, la viglia di Capodanno…e si sente la solitudine sai, ma è quella dei numeri primi!!! Se non ci dovessimo risentire, un grande abbraccio e soprattutto un bellissimo 2017! Ciao, Giusy

    Piace a 1 persona

  9. Dora Buonfino ha detto:

    Il tempo ci chiede il conto, sempre. Possiamo solo guardare avanti e resistere più che si può

    Piace a 1 persona

  10. mrsbean73 ha detto:

    Caro Andrea, mi dispiace tanto per la tua mamma, mi ero persa in questo anno questo tuo tremendo distacco e capisco bene quanto possa essere difficile andare a casa dei tuoi genitori e non ritrovare gesti, sorrisi e parole di lei…ti abbraccio forte, seppur virtualmente e ti auguro un 2017 più sereno e tranquillo! ❤

    Piace a 1 persona

  11. lamelasbacata ha detto:

    Ti abbraccio forte mio caro Andrea, sei un uomo gentile e sensibile e ti auguro tanta serenità per questo anno che va ad iniziare.

    Piace a 1 persona

  12. Sara ha detto:

    È tenero e triste questo tuo articolo. è triste perché parli della tua mamma che purtroppo non c’è più , però nello stesso tempo è tenero perché parli della tua nipotina, ti preoccupi per tuo figlio e concludi parlando del tuo gattino. Ti auguro un 2017 pieno di gioie .

    Piace a 1 persona

  13. Sara ha detto:

    Ahaha stupenda l’intervista … io adoro i gatti (quelli degli altri ) mi metto di buon umore, ora mi limito a vedere video su Facebook di gattini (si sono una di quelle che mette mi piace a tutti i post con gattini) e osservo i gattini dei vicini che ogni giorno ne combinano una. Spero di averne uno anche io un giorno, chissà 😊

    Piace a 1 persona

  14. Neogrigio ha detto:

    beh mi sa che questo 2016 è stato un anno di lutti…molti amici hanno perso persone care e anche la mia ragazza ha visto andare via in pochi mesi entrambi i nonni. spero che il 2017 sia migliore per tutti, e chissà, magari clash si sdebiterà allietandovi la notte di san silvestro con una bella performance live di TRAIN IN VAIN

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...