Frasi venete, lezione #4

Per voi, che volete imparare a parlare il dialetto veneto convinti in questo modo di elevare il vostro livello culturale.
Ecco, proprio per voi, la quarta lezione di frasi venete, per capire fino a che punto noi veneti possiamo apparire ubriachi anche se siamo astemi.

1) “Te poi piansare in greco, tanto no teo compro”
Traduzione letterale: puoi anche piangere in greco, tanto non te lo compero
Quando si usa: hai un figlio o una figlia in età scolare, vai al centro commerciale per comperare un nuovo paio di pantaloni, ma immancabilmente il figlio si blocca davanti ad una vetrina rimanendo estasiato da un gioco o da un giocattolo (il più delle volte inutilmente costoso). Non riesci più a trascinarlo via, lui si pianta come una statua di marmo per poi iniziare il più pietoso dei capricci, frignando fino alle lacrime perché lui “quel gioco” lo vorrebbe ad ogni costo

2) “Sito inseminio?”
Traduzione letterale: sei rincitrullito?
Quando si usa: forma elegante per poter dire al figlio/marito/collega “sei rincoglionito?”. Questa locuzione è utilizzata quando la persona che hai di fronte cerca di giustificare un proprio comportamento insensato con delle frasi sconnesse ed altrettanto insensate, palesando a volte delle menzogne pietose e non credibili

3) “Vèstate che te ciapi el snaro”
Traduzione letterale: vestiti che ti prendi il raffreddore
Quando si usa: nonostante sia inverno inoltrato, il figlio o la figlia escono di casa con jeans strappati, senza calze e giubbetti adatti alla stagione autunnale. Perché è di moda, perché lo fanno tutti, perché è così e basta. A nulla serve far loro capire che l’anno scorso, nelle medesime condizioni, si sono portati a casa 3 raffreddori e 2 bronchiti. La moda è moda, baby

4) “Forsa de ridare me xe vegnu el sengioto!”
Traduzione letterale: a forza di ridere mi è venuto il singhiozzo
Quando si usa: in compagnia tra amici c’è sempre quello più spiritoso che sa raccontare le barzellette, che coglie sempre l’aspetto più divertente di ogni situazione e che fa ridere anche solo con la mimica facciale. Capita dunque che, in reazione ad una sua mitragliata di stupidaggini, gli amici si trovino a ridere a crepapelle, con conseguenze che vanno dallo singhiozzo al mal di pancia, dal cagarsi addosso al lacrimare

5) “Vardame co te parlo”
Traduzione letterale: Guardami quando di parlo
Quando si usa: se sei incazzato come una biscia, non c’è nulla di peggio che la persona con cui ti stai sfogando guardi altrove senza degnarti di alcuna attenzione. Può esser il figlio che trova rifugio nello smartphone, o il marito che guarda le notizie sportive senza alzare lo sguardo, o la moglie che finge disinvoltura sfogliando una rivista di moda

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Frasi venete, lezione #4

  1. Vittorio ha detto:

    il dialetto è in fase di estinzione purtroppo.
    non sono più tante le persone che lo usano, almeno qui a torino.
    un paio di generazioni ancora è ce lo saremo dimenticato

    Liked by 1 persona

  2. lali1605 ha detto:

    Fantastico! Tutti i nostri dialetti lo sono perfortuna da noi lo si usa ancora molto come da voi. In Romagna ero circondata da Veneti.

    Liked by 1 persona

  3. francescodicastri ha detto:

    Le prime lezioni di veneto me le ha date un collega di Borgograppa, in provincia di Latina! Poi sono stato con una ragazza la cui madre era trevigiana e adesso ho mia moglie di Bolzano con origini della famiglia materna di Vicenza. Quindi ho già dato!

    Liked by 1 persona

  4. 76sanfermo ha detto:

    Bellissime espressioni che ho gia scolpite nella mia memoria…..
    Alla prossima lezione….e grazie

    Liked by 1 persona

  5. indianalakota ha detto:

    Adoro i veneti! Un ragazzo con cui ho condiviso un blog e condivido la mail é veronese doc. Troppo forte! Lui mi parla in dialetto veneto e io gli rispondo in parmigiano:ormai ci capiamo benissimo 😄

    Liked by 1 persona

  6. ElenaRigon ha detto:

    Insiminio è il mio preferito

    Liked by 1 persona

  7. Paola ha detto:

    Devo proporre la stessa rubrica in genovese

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...