Il fantasma di me stesso

Una stanza poco arredata, un letto. Lo condividevo con te nei fine settimana.
Libri e dischi, risate. Uscivamo per lo shopping e poi andavamo nel locale che tanto amavamo.
Dalla finestra vedo la gente per strada, bambini che giocano, sento la sirena della polizia.
Ma le tue cose non ci sono più, le hai messe in valigia e non sei più tornata.
Se mi giro vedo il fantasma di me stesso, con quel sorriso che oggi non ho più.
Sento la tua mancanza.
Posso solo voltarmi e chiedere al mio fantasma dove ho sbagliato.


Nulla di autobiografico, solo un racconto

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Il fantasma di me stesso

  1. 76sanfermo ha detto:

    Secondo me, prima di dirsi ” dove ho sbagliato” un uomo lasciato dice “quella @&€*%#!!!”
    e anche ” brutta }#%<*!!!!"
    Pur annichilito dal dolore , non dimentica la rabbia e i soliti stereotipi che , escluso alle mamme, alle sorelle e alle figlie , gli uomini indirizzano all'altra meta del cielo , specialmente in certi momenti……
    Non era una critica vera e propria , il racconto e' tenero e sofferto …

    Liked by 2 people

  2. indianalakota ha detto:

    Che brutta immagine! Eppure capita

    Liked by 1 persona

  3. Vittorio ha detto:

    Sintetico e di effetto
    Quante volte chiediamo dove ho sbagliato? Tante. Forse troppe.
    Ogni errore però è una tappa del nostro cammino. A volte penso che senza errori non saremmo ciò che siamo adesso è saremo in futuro.

    Liked by 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Non sei il primo, Vittorio, a dirmi che sono “sintetico”. Lo prendo come un gran complimento, perché in tutto ciò che scrivo tento di ottenere la massima sintesi. Un po’ per facilità di lettura/scrittura, un po’ anche per non annoiare: un blog con degli scritti interminabili alla fine credo facciano un po’ “paura” a chi legge.

      Riguardo gli errori: quaso ognuno di noi ha storie d’amore alle spalle, storie d’amore che si credeva eterne e inaffondabili, ma che poi hanno ceduto per tanti motivi. Ma tutto ha un senso, no?

      Mi piace

  4. Massi Tosto ha detto:

    Lo trovò un bel ricordo , forse melanconico , a quanti e quante di noi è capitato , la storia di ognuno di noi è fatta di ricordi più o meno malinconici , a volte un meraviglioso stato d’animo , buongiorno K spero tu non ne soffra

    Liked by 1 persona

  5. Neogrigio ha detto:

    un amore sfiorito da ricordare è pur sempre qualcosa di autobiografico no?

    Liked by 1 persona

  6. Enri1968 ha detto:

    Si sarà stufata.

    Liked by 1 persona

  7. pattykor122 ha detto:

    Non sempre c’è un perchè delle cose , non sempre si può trattenere ciò che in realtà nel sottofondo è già andato. Va! È bisogna accettarlo. Ciao Kikka

    Liked by 1 persona

  8. Malinconicamente bello……sono comunque situazioni che capitano spesso

    Liked by 1 persona

  9. Molto carino ed intenso questo racconto. Complimenti.

    Liked by 1 persona

  10. Emanuela Falco ha detto:

    Ciao nuova follower, adoro blog di libri, lifestyle, mi fa tanto piacere seguirti, se ti va ti aspetto anche da me baci Manu ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...