Fake news

Le bufale e le ‘fake news’ (notizie false inventate di sana pianta) sono ormai talmente tante che all’inizio mi facevano sorridere, ora mi fanno solo arrabbiare. Quindi le evito anche perché, fortunatamente, possiedo ancora uno spirito critico che mi permette di capire.
Se non capisco… cerco di approfondire.

E’ incredibile come anche alcuni amici mi inoltrino notizie (anche se ho sempre detto loro di NON farlo, ma con i gruppi di WhatsApp non puoi farne a meno) che sono evidenti idiozie, ma nella superficialità dilagante dei nostri tempi il solo titolo induce alla verità.
Il contenuto è solo un corollario, spesso falso.

La settimana scorsa una persona degnissima ed intelligentissima (il mio vecchio prof di matematica, di cui sono rimasto amico) mi ha girato una informazione da lui ritenuta vera ma si trattava ovviamente di una panzana. Se ne è accorto dopo aver controllato, e ha chiesto scusa per avermi passato un messaggio falso e comunque inutile. Ha fatto marcia indietro perché ha controllato.
Lo ha fatto DOPO, avrebbe dovuto farlo PRIMA, ma almeno lo ha fatto.

Anche le testate giornalistiche più blasonate non sono immuni da bufale e fake news, il tutto a causa del taglio dei costi del personale che conduce a pubblicazioni (su web, ma anche su carta) di notizie di cui non solo non si è controllata la fonte, ma nemmeno viene testata la credibilità.
Notizie scientifiche errate spacciate per vere, frasi messe in bocca a persone che non le hanno proferite, e così via.
Ormai siamo tutti ridotti ad uno stato di ‘massa’, e pochi prediligono la verità, la scientificità, l’eccellenza.
E le menti semplici prolificano, il ché fa comodo a molti.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

34 risposte a Fake news

  1. Vittorio ha detto:

    Anche le previsioni del tempo sono diventate fake news

    Piace a 2 people

  2. lali1605 ha detto:

    che nervi….te le mandano e poi dicono no è una bufala!

    Piace a 1 persona

  3. alessialia ha detto:

    hai ragione…. vero verissimo….
    io però panzane lo avevo percepito come panzanelle e mi è venuta fameeee!

    Piace a 1 persona

  4. indianalakota ha detto:

    E ci sono giornalisti che ammettono tranquillamente di creare ad hoc notizie false! O di ometterne altre. Ci trattano proprio come dei burattini idioti!

    Piace a 2 people

  5. Erik ha detto:

    la cosa che mi spaventa di più e il pensare a chi/come potrà combattere questo sistema… ho letto più volte che si stanno cercando metodi e soluzioni per definire attendibili le news ed evidenziare invece quelle ritenute FAKE… di per se è una cosa positiva, ma essendo che vivo in Italia da sempre questa cosa mi spaventa allo stesso identico modo in cui la ritengo una possibilità positiva…. a chi verrà dato in mano lo scettro?? chi sarà l’autorità che potrà distinguere una NEWS da una FAKE NEWS??? quali saranno i confini?? a pensar male….. mi viene quasi da dire meglio lasciare tutto come stà e abituare invece le persone ad utilizzare il loro senso critico per provare a distinguere…

    io credo che l’effetto placecbo che potrebbe avere un autorità sia l’opposto di quello di attitudine al pensiero e ragionamento che forse è l’unica azione che andrebbe intrapresa con forza…

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Dare in mano ad un “ente” la possibilità di discriminare tra vero e falso sembra una barzelletta. E lascerebbe molti dubbi sulla reale libertà di questo “ente”.
      E poi è una cavolata galattica, le notizie escono per conto loro, mica puoi intercettarle “prima” che escano. E una volta uscite che fai? Chiedi di rimuoverle? Da dove, dalla carta stampata?
      Senza pensare poi che molte notizie scientifiche non sono facili da interpretare se sono vere o meno. Se si parla di medicina, di astronomia, di scienze… per confutare ci vogliono gli esperti e magari ricerche non brevi.

      "Mi piace"

  6. nomeutenteio ha detto:

    E’ un problema di non poco conto. Se Internet in generale da una parte ha dato la possibilità alle masse di essere più informate su tutto ciò che accade in modo più ampio rispetto al passato, dall’altra parte è una vera è propria tragedia. Se pensiamo appunto alle news fake di cui hai scritto è un vero e proprio danno di portata colossale, un esempio fra i tanti sono i famosi 30 euro che entrerebbero nelle tasche degli extracomunitari accolti, cosa smentita più volte, eppure mi capita spesso sui mezzi pubblici di sentire ancora persone che lo sostengono. Una notizia scritta male che insieme alla situazione attuale degli extracomunitari nel nostro paese ha fomentato i sentimenti di poca tolleranza che stanno arrivando a livelli di razzismo vero e proprio.

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      E poi le notizie “mediche” e “scientifiche” assolutamente prive di alcun valore, cui la gente crede in modo bovino.
      Purtroppo anche le testate più importanti cadono sempre più spesso in questi tranelli del web, facendo da cassa di risonanza per argomenti del tutto privi di fondamento.
      Peggio che peggio i social network.

      Piace a 1 persona

  7. Oriana ha detto:

    No, la gente non verifica perché la fake news spesso è clamorosa e la voglia di condividerla prevale su qualsiasi cosa.
    Come sai, scrivo per un blog di musica e spesso penso che è gente come me (i blogger) che ha rovinato l’informazione. Nel mio caso si tratta di banale informazione musicale, ma io faccio gratis e senza formazione quello che un giornalista fa di professione. Che poi io verifichi le fonti prima di cliccare su “pubblica” è un altro discorso, ma è per dire che chiunque, senza alcuna competenza, può pubblicare qualcosa sul web con la maschera di un sito di news.

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      E a questo va aggiunta la scarsa professionalità dei “giornalisti” delle maggiori testate, spesso pagati a “cottimo” o ad “articolo”. Questi cosa fanno? Scopiazzano dai quotidiani stranieri, spesso inaffidabili, addirittura limitandosi alla semplice traduzione dell’articolo, ma senza andare alle fonti.
      Nel mio piccolo posso dire che le cose che pubblico cerco sempre di verificarle prima.

      "Mi piace"

  8. ElenaRigon ha detto:

    Mi permetto di suggerire questo
    http://www.butac.it/
    Secondo me fa un gran lavoro

    Piace a 1 persona

  9. Marta ha detto:

    Io poi…Credo a tutto ed a tutti perché parto dal presupposto che vivo in un mondo di bravi… Per poi accorgermi di essere uscita dritta dritta da “I promessi sposi”…

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Haha, beh, spesso l’odore di “panzana” si sente lontano un miglio. Gli arogomenti spesso sono sempre gli stessi: il politico ha detto questo, l’extracomunitario ha fatto quest’altro, e così via. Le categorie delle fake news spesso sono scontate.

      "Mi piace"

  10. francescodicastri ha detto:

    Io mi sono quasi arreso…

    Piace a 1 persona

  11. Paola ha detto:

    Il problema non è solo la notizia falsa, ma il voler credere a una notizia che conferma il nostro pensiero, e a quel punto diffonderla senza controllo e senza ritegno. Pigrizia mentale, poca cultura, superficialità.

    Piace a 2 people

  12. Hai ragione purtroppo wapp è peggio di fb…. e cmq inoltrano tante notizie stupide… che anche io mi chiedo spesso se le leggano prima di condividerle.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...