Educazione e ignoranza

“Se pensi che l’educazione sia costosa, aspetta e vedrai quanto ti costerà la tua ignoranza”
(John M. Capozzi)

Tanti anni fa, quando andavo a catechismo, la suora ci diceva che ogni giorno dovevamo compiere almeno una buona azione.
Io estendo il concetto, ed affermo che ogni giorno dobbiamo imparare qualcosa di nuovo.
Perché non c’è nulla di più bello che conoscere, non per diventare saccenti, ma per godersi il mondo con consapevolezza.
Puoi imparare qualcosa di nuovo anche attraverso un quiz televisivo, oppure approfondendo qualche argomento tramite internet.
Ma è la lettura ad essere la principale risorsa che abbiamo a disposizione per educarci alla conoscenza e per ampliare i nostri spazi mentali.
Bisogna sempre essere affamati di conoscenza, essere sempre armati di curiosità, perché il mondo va scoperto giorno dopo giorno.
E sarà bellissimo.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

43 risposte a Educazione e ignoranza

  1. Vittorio ha detto:

    bisogna secondo me essere sempre aperti ala conoscenza, allo stupore e alla meraviglia

    Piace a 1 persona

  2. lali1605 ha detto:

    Bisogna essere curiosi e solo essendo curiosi si vuole conoscere.

    Piace a 1 persona

  3. 76sanfermo ha detto:

    La curiosità mantiene giovani!

    Piace a 1 persona

  4. TADS ha detto:

    dipende da cosa si legge, molti testi anziché cultura diffondono ignoranza, sono quelli che vanno a ruba 😀 😀 😀

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Ciao Tullio. Ovvio che ognuno legge ciò che gli piace, io credo che in partenza l’importante sia leggere qualcosa, perché la lettura porta con sé anche proprietà di linguaggio e ampliamento del vocabolario. (non considero come lettura i rotocalchi da edicola).
      Poi, riguardo il contenuto… ogni mente deve trovare la capacità di discernere, di analizzare ciò che legge. Non è facile, oggigiorno.

      "Mi piace"

      • TADS ha detto:

        rispetto il tuo pensiero ma non credo il concetto “l’importante è leggere” sia al passo coi tempi, forse andava bene qualche decennio addietro. Oggi più che mai è importante, fondamentale, educarsi al leggere. Ogni anno in Italia si pubblicano mediamente 65.000 titoli, tantissimi autoprodotti, libri destinati al macero, ai camini e a mettere in bolla i tavolacci barzocchi delle case in campagna. Libri scritti con un approssimativo e diseducativo linguaggio, lessico approssimativo.

        Piace a 1 persona

        • kikkakonekka ha detto:

          Come dici giustamente tu vanno al macero, dunque non hanno una grande diffusione come lettori.
          E’ comunque vero che il mio modo di pensare forse è un po’ datato, però pensiamo che le mode odierne legate alla messaggistica limitano molto le proprietà di linguaggio e l’uso di frasi collegate tra loro. Una lettura, per quanto magari non eccelsa, sarebbe già qualcosa.

          "Mi piace"

          • TADS ha detto:

            infatti,
            ti rubo due secondi per raccontarti un aneddoto emblematico…

            pochi anni orsono, forse nel 2011/12, un comune della Toscana pensò bene di indire un concorso per un posto di prestigio nel Comune, forse Segretario ma non ricordo, requisito richiesto: una LAUREA. Si presentarono in circa 200, dopo il primo giorno il concorso fu annullato perchè NESSUNO dei partecipanti superò la prova di Italiano scritto, ripeto, TUTTI LAUREATI.

            la scuola Italiana è alle ultime posizioni nella classifica mondiale, siamo addirittura dietro una mezza dozzina di Paesi del terzo mondo, il livello dei laureati è quello del menzionato concorso, questo è il paese occidentale in cui si legge meno e si legge il peggio. L’ultimo fenomeno letterario Italiano degno di nota, ha venduto 3.000.000 di copie, è “100 colpi di spazzola prima di andare a dormire”, il libro straniero che ha venduto più copie negli ultimi decenni è “50 sfumature di grigio”. Questo è il livello, noi chiamiamo “scrittori” personaggi come Fabio Volo, Federico Moccia e compagnia cantante.

            Piace a 1 persona

            • kikkakonekka ha detto:

              Gli ultimi libri di Volo e Moccia erano di una pochezza sorprendente, il fenomeno sfumature ancora non l’ho capito.
              Io invito alla lettura proprio perché mi accorgo che l’italiano non sia più parlato e scritto correttamente, non parliamo poi della Letteratura Italiana (di massimo valore mondiale) ormai sconosciuta ai più.

              Forse noi leggevamo di più perché la nostra voglia di evasione e la possibilità di far volare la fantasia erano strettamente legate alle pagine di un libro, io almeno non avevo altro. Oggi invece evasione e fantasia trovano sfogo in internet e negli smartphone, ed ovviamente non è la stessa cosa.
              Se andiamo a vedere la spesa familiare media annuale per libri e per smartphone troviamo la risposta all’abisso in cui stiamo sprofondando,

              "Mi piace"

            • TADS ha detto:

              bravissimo, è proprio così, se chiedi a un giovane chi sia Dostoevskij ti risponde. “un calciatore”

              Piace a 1 persona

  5. indianalakota ha detto:

    Concordo! Infatti io non ho mai smesso di studiare…..

    Piace a 1 persona

  6. SegnaLibro ha detto:

    A me spesso capita che durante la lettura di un libro impari nuove parole, nuovi modi di esprimersi, fatti che prima ignoravo, informazioni e dati che magari sono marginali rispetto alla storia ma che comunque ti colpiscono e ti formano come persona. ✌️

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      Ma poi si possono leggere molte cose: c’è Focus in edicola che a me piace molto, ma ci sono riviste e pubblicazioni di ogni tipo, che poi servono magari a coltivare qualche hobby.

      Piace a 1 persona

      • SegnaLibro ha detto:

        Esattamente, io ho fatto l’esempio dei romanzi perché sono le letture a cui mi approccio maggiormente, ma ci sono riviste, articoli, il tuo Focus, che costituiscono anch’esse testi molto validi ed utili per approfondire la conoscenza in un determinato settore✌

        Piace a 1 persona

  7. Ottimo principio Andrea , pensa che l’altra sera, seguendo il Grande Fratello Vip ho imparato che MANNAGGIA è una maledizione ! eppure io la dicevo spesso 😦

    Piace a 1 persona

  8. Dora Buonfino ha detto:

    Sono scoraggiata Andrea 😦

    Piace a 1 persona

  9. Oriana ha detto:

    Anche guardando il mondo si può imparare qualcosa. Troppo spesso viaggiamo lontano e non conosciamo per niente la nostra città.

    Piace a 1 persona

    • kikkakonekka ha detto:

      D’accordissimo su questo punto, io per esempio molte lacune ho iniziato a colmarle anni fa comperandomi un paio di libri sulla storia di Padova, e sulla vita del mio quartiere (c’è un bel libro che narra la storia del rione dove abito).

      Piace a 1 persona

  10. Marta ha detto:

    Io mi rivedo in questo post, io soprattutto nell’ultimo periodo sono così.
    Affamata di sapere, mi sono data anche una risposta che può sembrare stupida….
    Io sono una femmina, io non sto mai zitta, si lo so è un binomio difficilmente divisibile, ma.
    Mi sono accorta che mi piace dire la mia su svariati argomenti, ecco che mi informo, leggo, scrivo, sottolineo ed evidenzio e poi dico la mia.
    Se in aggiunta mi sento dire “hai ragione” ed ho l’ultima parola, ecco, è ancora meglio.
    Femmina. E ho detto tanto.

    Piace a 1 persona

  11. Paola ha detto:

    Se si è aperti, non si finisce mai di imparare, e come diceva quello, ci si accorge che ce ne sarebbe sempre di più, per arrivare in fondo alle cose. Ma va bene così. Non preoccuparti per tuo figlio, è normale alla sua età, ti sorprenderà andando avanti

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...