Sanremo 2018. Serata finale. Diretta blog

L’avevo scritto prima: onore ai vincitori, bella canzone, ma non sono d’accordo con il fatto non siano stati squalificati. Bravi comunque.
Faccio notare che prima avevo indovinato l’ordine esatto dei primi 3 posti.

Vincono: Ermal Meta e Fabrizio Moro

2° Stato Sociale

3° posto Annalisa

Risultati finali. Che vinca il migliore.
Attesa prolungata, i 3 presentatori devono improvvisare.

Premio canzone Tim Music più ascoltata Meta e Moro

Premio miglior musica a Gazzé

Premio miglior testo a Mirkoeilcane

Premio Sergio Endrigo alla migliore interpretazione a Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico
Vanoni un po’ poco lucida, perdonata

Premio sala stampa a Lo Stato Sociale

Premio della critica a Ron

Quindi, se devo fare il tifo, vada per Stato Sociale e Annalisa.
Meta e Moro, mi perdonerete.

La mia classifica personale a questo punto sarebbe Stato Sociale, Annalisa, Meta e Moro (in quest’ordine).
Ma se dovessi scommettere sarà Meta e Moro, Stato Sociale, Annalisa.

Non riesco a tifare Meta e Moro perché con ogni evidenza la loro canzone NON è originale, al di là del fatto che sia bella e anch’io ho dato a loro un ottimo voto. Ma nel loro caso è stata fatta una pericolosa eccezione al regolamento, dato che il ritornello è tutto tranne che inedito.

Annalisa vero outsider, un po’ come la Michielin che arrivò seconda un paio di anni fa. Ma la canzone della Francesca era più carina di quella di Annalisa, per questo non credo che Annalisa possa ambire alla vittoria. Viceversa sarebbe strano vincessero Lo Stato Sociale, canzone troppo “allegrotta” per vincere Sanremo, nonostante la simpatia suscitata anche in sala stampa. Meta e Moro credo abbiano le carte in regola per il 1° posto, anche perché hanno dalla loro il voto dei più giovani, date le loro partecipazioni ai talent.

Arriva Sabrina Impacciatore, bella e simpatica. Caduta per terra in diretta. Da non credere che abbia 50 anni, credevo 10 di meno. “La canzone intelligente” di Jannacci con Cochi e Renato. Che ricordi! Bravi, Impacciatore di nuovo a terra, questione di tacchi ed abito.

Io tifo per Lo Stato Sociale, Annalisa la vedo terza, ma credo che vinceranno Meta e Moro.
Vedo che i miei giudizi sono abbastanza allineati con quelli del pubblico e delle giurie.

Si giocano la vittoria: Annalisa, Lo Stato Sociale, Meta e Moro.

Ron 4°
Vanoni solo 5° davvero strano
Gazzé 6° OUT dal podio
Solo 8° Diodato con Roy Paci.
Caccamo 10° anche troppo bene.
Gli Elii chiudono ultimi.

Classifica in arrivo. Chi saranno i 3 artisti che si contenderanno il podio?

Edoardo Leo con Favino. Divertenti.

A livello di gara, c’è una quartina di artisti (secondo i miei voti) che si giocano il podio: Max Gazzé, Vanoni con Bungaro e Pacifico, Lo Stato Sociale, Meta e Moro.
Outsiders Annalisa, Diodato e Roy Paci.

Giudizio fino a questo momento.
Un Festival “normale” nella sua accezione più positiva del termine. Le canzoni (e non gli ospiti) al centro della manifestazione. Poi le canzoni possono non piacere, ma quantomeno sono loro le protagoniste.
Basta finalmente con questi ospiti stranieri strapagati per stupide interviste di 15 minuti dove confessano di amare l’Italia, il cibo italiano, le donne gli uomini italiani.
Un ottimo voto ai tre conduttori, al Direttore Baglioni ironico, professionale, preciso (voto 9) alla bella e brava Michelle (voto 8) e al poliedrico Pierfrancesco (voto 8,5).

Nek + Renga + Pezzali. Insieme a Baglioni intonano “Strada Facendo”. Il pubblico canta a squarciagola, le canzoni di CB le conoscono proprio tutti. Performance, tuttavia, poco convincente. Voto 6,5

 

00:04 Enzo Avitabile con Peppe Servillo “Il coraggio di ogni giorno”. Canzone tecnicamente buona, ma la sua presa non è così salda. La si ascolta solo perché siamo a Sanremo, secondo me. Voto 6. Artisticamente molto bravi entrambi, tuttavia.

23:58 Le Vibrazioni “Così sbagliato”. Al primo ascolto diedi un voto bassino (5,5) ma poi l’ho riascoltata alcune volte, e le sonorità rock sono emerse maggiormente ai miei orecchi. Bene Sarcina & Co., il mio voto si alza di un punto e diventa 6,5. I tempi di “Dedicato a te” sono parecchio lontani, ma io quella canzone la adoravo.

23:52 Mario Biondi “Rivederti”. Io in scaletta avevo Avitabile e Servillo, ci sarà stata qualche modifica. Canzone difficile, pur non molto differente da tante altre di Biondi. E questo è un problema, perché non si sente profumo di originalità. Voto 5,5

Clash si è svegliato e mi gira intorno impedendomi un po’ di scrivere. Noto ora di avere ancora un panettone da aprire avanzato da Natale.

23:42 Ermal Meta e Fabrizio Moro “Non mi avete fatto niente”. Dico la mia opinione: secondo me il brano andava squalificato, perché il ritornello era già stato pubblicato. Le regole non valgono a nulla?
Detto questo, il brano è bello, il problema degli attentati che stanno lacerando il pianeta, anche a livello musicale con il pubblico dei concerti sotto attacco da attentati vigliacchi.
Il mio voto è 7,5 ma sub judice.
Certamente il duo verrà premiato, specialmente dal voto da casa, ma io credo che altri brani meritino di più.

23: 37 Noemi “Non smettere mai di cercarmi”. Nei giorni scorsi ha tentato in tutti in modi di farci vedere il seno con vestiti molto audaci, oggi ci riuscirà? La canzone dell’anno scorso era forse migliore, la sua voce graffiante dona sempre pathos. Brava ma il mio voto non va oltre il 6,5

23:32 Nina Zilli “Senza appartenere”. Canzone che Nina tenta disperatamente di far decollare, senza riuscirci. Lei è sempre bella, e canta in modo molto garbato, ma la canzone è scialba e non ci si può far nulla. Voto 5

23:27 Il televisore si tinge di rosso con i capelli di Fiorella Mannoia, seconda l’anno scorso su questo palco dietro a Gabbani. Fiorella e Claudio cantano “Mio fratello che guarda il mondo” che è stata scritta dal bravo Ivano Fossati (che fine hai fatto Ivano)? Voto 6,5

Monologo di Favino. Bravissimo attore, una sorpresa per uno come me che non lo conosceva molto bene.

Pubblicità. Colgo l’occasione per dirvi che oggi ho fatto la spesa ed ho acquistato i noodles con il condimento Thailandese.

23:12 Diodato e Roy Paci “Adesso”. Non si sentiva una tromba solista al festival dai tempi di Nini Rosso (cit.), ma la canzone non è male, dopo un primo ascolto che mi aveva un po’ spiazzato. Ottimo il crescendo, e molto buona l’interpretazione vocale e musicale. Bravi. Voto 7,5. Molti applausi del pubblico.

23:07 Roby Facchinetti e Riccardo Fogli “Il segreto del tempo”. Facchinetti insiste ad aprire le vocali. Ascoltatelo bene, non dice “cuore” dice “cuAre” con la A. Canzone orribile, cantata in modo imbarazzante specialmente da Roby, Fogli ancora intonato senza strafare. Roby stonato, ma perché fare queste figure di merda? Brano inascoltabile, voto 3.

Fino ad ora i miei preferiti Max Gazzé, Lo Stato Sociale, Vanoni Bungaro Pacifico.

22:55 Lo Stato Sociale “Una vita in vacanza”. La sorpresa del Festival, fino ad ora. Sembrano in gita scolastica, ma portano ritmo, colore, allegria, in una canzone che mescola con furbizia molti elementi già visti e già sentiti. Un po’ di Vasco, molto Rino Gaetano, sound ’80 (io dentro ci sento gli Alphaville, per dire), qualcosa dei Righeira. Il duetto di ieri con Paolo Rossi ed i Coro dell’Antoniano è stato fantastico, con il testo ritoccato (“nessuno che buca i palloni”).
Tutti ballano, meraviglia.
Ballo anch’io in soggiorno, mi esalto. Li adoro.
Voto altissimo 9

22:45 Giovanni Caccamo “Eterno”. Scritta da Cheope, garanzia di qualità, la canzone purtroppo non decolla, e resta noiosa e retorica in modo pesante. Ma porca l’oca, Caccamo, sei giovane, possibile che tu possa presentare una canzone “vecchia” a tal punto? Non dico per forza ritmo e sound disco, ma una canzone del genere è ovvia e banale sia nel testo che nella musica. Bocciato senza appello. Voto 4. Tra l’altro canta pure male, non abbasso il voto per pietà.

22:39 Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico “Imparare ad amarsi”. A me la Vanoni non sta particolarmente simpatica, ma questa canzone mi piace in modo particolare. Bella la frase “Conservo l’infanzia – La pratico ancora”. Bungaro e Pacifico autori stimati ma sottovalutati come cantanti. Brava la Ornella, note basse perfette. Consideriamo che età abbia, lei si mette in gara come una ragazzina, complimenti. E se arrivassero tra i primi 3? Voto 8
Standing ovation meritato. Mi alzo in piedi anch’io. Bravi. Brava.

Clash dorme

22:33 Decibel “Lettera dal Duca”. Una dedica a David Bowie. Un gradito ritorno rock di questo gruppo, mi piace l’idea musicale ed anche i frammenti in inglese. Bene ieri vedere Midge Ure (voto 8) con loro. Anche musicalmente nel ritornello si sente profumo del White Duke. Voto 6,5

Pubblicità. Mi preparo un The Twinings “Jasmine Green Tea”. Con poco zucchero e un filo di latte. Bontà pura.
Nella pubblicità c’è Claudia Pandolfi: ma quant’è bella?

22:23 Renzo Rubino “Custodire”. Canzone obiettivamente povera ed antiquata. Renzo, diamine! Sei giovane, un po’ di modernità. Il ritornello migliora leggermente un brano troppo “sanremese” (nel senso negativo del termine), manieristico e banale. Cantata pure con alcune imperfezioni. Voto 4,5

Nando Pedrazzi, sosia di Baglioni. Bella gag di Claudio, autoironico. Bravo anche in questi siparietti.

Pubblicità TIM con Mina. Bella voce, ma pure lei irritante quando dice “tim tim tim”.

22:12 Annalisa “Il mondo prima di te”. La ragazza mi piace, le auguro una carriera in ascesa. La preferita di Francesco. Canzone che dopo il primo ascolto “is growing”, bello il ritornello, lei canta bene. Voto 7,5.

Il Napoli sta vincendo 3-1
No, non tifo Napoli, ma sono “leggermente” anti juventino


Pizzomunno

22:08 Max Gazzé “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”. Mi sono letto la storia di questi due amanti, ambientata a Vieste. Un amore infinito che rivive ogni 100 anni. “Ma io ti aspetterò… Fosse anche per cent’anni aspetterò…”, un testo meraviglioso, per una canzone che magari non è orecchiabile ma è poetica, di una bellezza unica. Leggetevi la storia di Cristalda e Pizzomunno, vi lacererà il cuore.
Bravo Max, sempre sobrio nel vestire.
Voto 8,5

Alla Hunziker sono spuntate le tette

22:02 I ragazzi di Sanremo Young. Siparietto irritante, specialmente la Clerici.

Pubblicità. Mio figlio è al Flight Simulator sopra all’Oceano Pacifico, direzione Kiribati.

21:50 Ron “Almeno pensami”. Ripeto quanto già scrissi pochi giorni fa: “Ora, io capisco che questa canzone sia stata scritta da Lucio Dalla. Ma se il grande Lucio ha deciso di non inciderla, un motivo ci sarà anche stato. Forse semplicemente non gli piaceva. A dire vero il brano non è brutto, è anche poetico, e lo stile di Dalla è evidente, però non è una canzone che mi fa gridare al miracolo.” La canzone continua a non piacermi, ma in effetti Ron la interpreta bene, con molta intensità, ed io mio voto sia alza leggermente, e diventa 6

21:44 Elio e le Storie Tese “Arrivedorci”. Ho letto e sentito molte critiche su di loro, che non condivido assolutamente, pur convinto che non si tratti di un capolavoro. EeLST ci hanno stupito mille volte: ironia, dissonanze, effetti musicali, look estrosi, linguaggio colorito, doppi sensi, musica sempre di primissimo livello . Cos’altro potevano fare? Copiare da loro stessi? E allora eccoli qui, didascalici. Sì, proprio così: didascalici.
Una canzone happy/sad, come dicono oltremanica. Un brano sottilmente ironico ma autobiografico. Non ti fa stupire, è questa la loro colpa?
La canzone ha un altro arrangiamento, potevano farlo?
“La carriera è andata molto bene, per fortuna” bravi Elii!
Nonostante tutto il mio voto, cerco di essere obiettivo, è 6.
C’è anche il Super Giovane!
Bel finale, simpatici ed esilaranti come sempre. Vi voglio bene Elii!!!

Il Napoli ha pareggiato

21:38 La Pausini non vuole più andar via, ma non aveva la laringite? Ora canta “Come se non fosse stato mai amore”. Saluta il pubblico come fosse Papa Giovanni. Esce dall’Ariston, forse va a casa. Ah, no, i suoi fans. Voto 7

21:31 Claudio + Laura “Avrai”. Brano stupendo. “Sentirai di non avere amato mai abbastanza”, poesia pura. Bravissimi (voto 9). Tra il pubblico il figlio Giovanni per cui Claudio scrisse e dedicò questo capolavoro.

Fiorello al telefono. Ancora ricordo quando lo vidi in uno spettacolo e lui era ad inizio carriera. Divertentissimo, aveva ancora i capelli lunghi con la coda. Faceva lo sciocco, ma in modo perfetto.

21:21 Arriva Laura Pausini. Confesso che non è che io la ami troppo. E’ guarita. In nero sta bene, la canzone “Non è detto” non mi piace troppo (voto: 5).

Pubblicità. Clash fa le fusa. Napoli-Lazio sempre 0-1. La sorella di Kim Jong-un, pensavo, è fisicamente molto meglio di lui. Il figlio mi chiede cosa io stia scrivendo e mi deride.

21:11 The Kolors “Frida (Mai, mai, mai)”. Sentita anche questa alla radio stamattina mentre ero con mio padre (83enne) il quale ha fatto un commento positivo. Canzone non banale, mi aspetto che i Kolors facciano il definitivo scatto in avanti per una carriera che sembrava lanciatissima ed invece si è arenata. Magari puntare un po’ meno sul look? Molti riferimenti (ma non musicali) ai Coldplay. Bel ciuffo. Magari nelle interviste date parola anche agli altri 2. Voto 6,5

21:05 Red Canzian “Ognuno ha il suo racconto”. Molto meglio dei suoi amici Roby e Riccardo. Mi piace, lo reputo bravo. Buon ritornello, voto 6,5

21:00 Luca Barbarossa “Passame er sale”. Canzone che sa di ‘antico’, la vena malinconica rende la canzone gradevole, tipico brano sanremese. La ascolteremmo se non fossimo qui a Sanremo? Voto 6

Nel frattempo il Napoli perde in casa con la Lazio

Milli Carlucci ha l’età di mia nonna ma dimostra 40 anni. Qualcosa non quaglia

20:51 Canta Ultimo. Stamattina l’ho sentita anche alla radio, fa un bell’effetto. Ribadisco il mio voto 7,5

20:48 Da bravo milanista apprezzo il look rosso-nero di Claudione

Iniziamo da alcuni dati di fatto:
1 Il Festival sta ottenendo un successo inatteso, grazie a Claudio Baglioni, a Michelle e a Pierfrancesco. Ottimi ascolti, critiche positive, canzoni…. vedremo
2 Ultimo ha vinto tra i giovani con merito (voto 7,5)
3 C’è già una sorta di classifica:

Nella parte alta della classifica (blu): Max Gazzè, Luca Barbarossa, Giovanni Caccamo, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Ron, Ornella Vanoni, Diodato

Nella parte media della classifica (gialla): Le Vibrazioni, Annalisa, The Kolors, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Red Canzian, Lo Stato Sociale

Nella parte bassa della classifica (rossa): Decibel, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Noemi, Renzo Rubino, Mario Biondi, Elio e le Storie Tese, Nina Zilli

Buonasera a tutti. Inizio ora la diretta blog della serata finale del Festival di Sanremo 2018.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life, musica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

44 risposte a Sanremo 2018. Serata finale. Diretta blog

  1. nonsolocampagna ha detto:

    Milly ha un anno più di me ed anch’io non sembro tua nonna 😎

    Liked by 1 persona

  2. nonsolocampagna ha detto:

    Sto per girare su top Crime. Buon ascolto e facci sapere.

    Liked by 1 persona

  3. francescodicastri ha detto:

    Io Milly la amavo da 16enne e continuo ad amarla, non me ne voglia la mia A.D.

    Liked by 1 persona

  4. francescodicastri ha detto:

    “Avrai”, come “You are the sunshine of my life” sono due canzoni che ogni volta che le ascolto penso che avrei volute scriverle io. E questo mi accadeva anche quando la paternità per me era l’ultima delle priorità.

    Liked by 1 persona

  5. francescodicastri ha detto:

    Grandi Elii per tutto quello che ci hanno dato in questi anni.

    Liked by 1 persona

  6. lali1605 ha detto:

    Allora io ho strippato per Baglioni e la Pau!!! Due grandi no di più!!!! Ma chissenefrega del resto andate avanti voi due!!!! A me la nuova della Pau piace un casino il video è pazzesco.

    Liked by 2 people

  7. francescodicastri ha detto:

    Gazzè ha scritto l’ennesima bella canzone. Ne avessimo di più di di autori così! Adesso ti lascio che c’è la mia preferita

    Liked by 1 persona

  8. indianalakota ha detto:

    Noi ci stiamo ri riguardando L’uomo che sussurrava ai cavalli,così piangiamo tutti,figli compresi (la piccolina per solidarietà)

    Liked by 1 persona

  9. francescodicastri ha detto:

    Anche per me il trio Vanoni-Bungaro-Pacifico arriverà tra i primi tre. Con Meta-Moro e Lo stato sociale

    Liked by 2 people

  10. francescodicastri ha detto:

    I miei tre, non in ordine: Gazzè, Annalisa, Meta-Moro. Ah, i miei preferiti dei giovani: Mirkoeilcane e Giulia Casieri

    Liked by 1 persona

  11. AsiaJackson ha detto:

    Continuo ad essere decisa nella mia scelta di Meta e Moro: la loro canzone mi arriva dritta al cuore e le loro voci insieme sono qualcosa di magico. Essendo un tema attuale quello che trattano, vivi proprio la canzone.
    Un bacio Andre❤

    Liked by 1 persona

  12. ehipenny ha detto:

    Non ho seguito Sanremo, sono rientrata a casa a dieci minuti dalla premiazione e mi sono fermata a vederlo… avevo ascoltato sei o sette canzoni, la Vanoni non mi é piaciuta, ma sarà che sono di un’altra generazione, credo che ad una certa età si debba lasciare spazio agli altri… Lo Stato Sociale bravi, ma non potevano vincere Sanremo… Meta e Moro mi sono piaciuti tanto, ed è strano che io lo dica, solitamente la canzone vincitrice la detesto 😅

    Liked by 1 persona

  13. Pingback: Senza gli arpeggi di pianoforte, per fortuna | Suprasaturalanx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...