La strana legge delle facce di bronzo

In ufficio.

Sei serio, lavori sodo, ti impegni sempre, non perdi tempo con sigarette e caffè, sei puntuale, ti riempiono di incombenze come un somaro ma svolgi tutto con cura, poi un giorno hai coraggio di dire qualcosa… GUAI! COME OSI?

Sei uno sciocco, cazzeggi, lavori poco e male, sei ritardatario, dimostri poco acume, un giorno fai finalmente qualcosa di buono… EROE NAZIONALE!  GRANDISSIMO! SEI UN GENIO! CHE BRAVO! COME HAI FATTO?

Questa voce è stata pubblicata in blog life, lavoro e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

41 risposte a La strana legge delle facce di bronzo

  1. nonsolocampagna ha detto:

    Non ne parliamo … anzi parliamone. Io ho fatto un po’ di carriera interna per merito, con tanto di valutazioni ed esami. Poi le cose sono cambiate, siamo stati privatizzati, il lavoro declassato ed impoverito ed io ero piuttosto sc****ta. Si fecero promozioni incredibili, senza titoli e senza meriti con tripli salti carpiati ed io non c’ero. Non furono rispettate neanche le pari opportunità per me. Il capo mi chiese se pensavo di meritare una promozione ed io risposi che visto che aveva fatto regali me ne aspettavo uno anch’io. Andai in un altro ufficio e svolsi un lavoro di programmazione interventi pluriennali e contatti con il parlamento. Quando diedi le dimissioni il mio lavoro fu assegnato a tre ingegneri neo-assunti che erano oberati di lavoro! Io trovavo il tempo anche per andare a trovare gli amici … vabbe’. Bisognerebbe far pesare tutto quello che si fa.

    Piace a 2 people

    • Kikkakonekka ha detto:

      La mia azienda (privata) purtroppo non sempre al proprio interno riesce a riconoscere i meriti ai dipendenti magari più umili e taciturni, ma bravi e produttivi.
      Non parlo di me.
      Il collega di fronte, per esempio, svolge funzioni ben oltre il proprio livello di inquadramento e di retribuzione, ma non gli vengono riconosciuti i meriti.
      Viceversa c’è sempre chi è bravo a “farsi notare” pur non ottenendo risultati significativi. Non faccio esempi perché sarebbe noioso.
      Ma non si tratta nemmeno di questioni di soldi, perché la crisi è ovunque e ormai è difficile avere aumenti di alcun tipo, ma almeno di riconoscenza. Spesso ciò non accade, e vedere colleghi ottenere plausi per stupidi obiettivi raggiunti (dopo anni di assoluta inconsistenza) fa un po’ specie…

      "Mi piace"

  2. Massi Tosto ha detto:

    bisogna avere la fortuna di avere un capo intelligente

    Piace a 4 people

  3. Enri1968 ha detto:

    Divertente il post!

    Piace a 1 persona

  4. lali1605 ha detto:

    eh funziona così oggi più di ieri….o forse sempre….????

    Piace a 1 persona

  5. indianalakota ha detto:

    Praticamente come a scuola (non certo nelle mie classi perché io ho sempre premiato la meritocrazia e l’impegno): ci sono sempre stati quelli che studiano e che dopo un po’ vengono dati per scontati,e i fancazzisti che ogni tanto fanno un buon lavoro e allora il prof. buonista giù con gli elogi! Roba da farti passare la voglia di impegnarti e comportarti bene….Io infatti mi sono sí sempre impegnata ma non ho mai avuto peli sulla lingua né a scuola né al lavoro! Il primo anno di superiori mi beccai un 7 in condotta e dovetti fare l’esame per TUTTE le materie in Settembre

    Piace a 3 people

    • Kikkakonekka ha detto:

      Anche a scuola, è vero, a volte capita questo. Credo sia questione di preconcetti dei docenti nei confronti degli studenti.
      Io (confesso) ne beneficiai in Storia dell’Arte dove ebbi buoni voti più sulla fiducia che sull’effettivo modo di studiare.

      Piace a 1 persona

  6. Giuliana ha detto:

    non ne parliamo, io ormai ne ho piene le tasche di colleghi laccagnoni e impreparati. Non vedo l’ora di andare in pensione, ci andrei subito anche a calci nel sedere 😠

    Piace a 1 persona

  7. Paola ha detto:

    A questi personaggi riconosco a capacità di vendersi bene, che forse è un dono anche questo. Per mia fortuna ho sempre lavorato in posti privati e piccoli, dove on c’era modo di nascondersi 😉

    Piace a 1 persona

  8. Sephiroth ha detto:

    Va sempre così. Ovunque. Però a volte, se sei fortunato, esistono persone, che ti gratificano con il loro “grazie”. Non è molto, lo so, ma in giornate di merda, fa la differenza. 😊

    Piace a 1 persona

  9. Pingback: Tag, conosciamoci un po’ meglio – OK COME SEI

  10. È davvero così caro Andrea 😞
    Buona domenica sera

    Piace a 1 persona

  11. Sara Provasi ha detto:

    Davvero.. È assurdo! Come dicevamo da me tempo fa, è una legge non scritta 🤔
    Ne ho parlato anche al dottor coniglio 😂
    Notevole come sempre l’illustrazione 😂😂😂🔝

    Piace a 1 persona

  12. 😂😂😂😂😂 a me a lavoro quando mi dicono brava da rabbia, il riconoscimento deve avere il suo peso! Prendi il mio caso, sono brava e gli vado bene fino ad un concerto punto, guai a gratificare troppo e soprattutto a dare se qualcuno chiede 🤦🏻‍♀️

    Piace a 1 persona

  13. Ah già! Ti ho taggato nel mio ultimo tag 😘

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...