Stefan Mandel

Nato nel 1934 in Romania, Stefan Mandel non è noto ai più. Ma è molto invidiato.
Laureato in Economia, scoprì tardivamente la sua vocazione per la matematica, per i numeri, per il calcolo delle probabilità e per le lotterie.
Mandel si chiese: se al gioco del lotto io mi gioco *tutte* le combinazioni vinco sicuramente, ma quando ne vale la pena? Ovviamente quando il montepremi è maggiore del costo di tutte le giocate, ma a patto di essere l’unico vincitore, altrimenti il premio andrebbe diviso vanificando lo sforzo economico.

Mandel allora studiò un metodo con cui, al lotto rumeno, giocando moltissime combinazioni si avesse la certezza al 100% di indovinare almeno 5 dei 6 numeri del lotto, con la probabilità del 16,6% di fare proprio 6 e vincere il premio maggiore.
Al primo colpo fece 6 e numerosissimi 5 con un sistema che, scritto a mano (eravamo negli anni ’60) occupava 8mila fogli protocollo. Vinse talmente tanto da poter emigrare prima in Israele e successivamente in Australia.
Ma non smise di giocare al lotto.
Vinse altre 11 lotterie “minori” prima di fare il gran botto.

Nel 1992 si accorse che il lotto statale della Virgina (USA) – che ha 7 milioni di combinazioni al costo di 1 dollaro per schedina – aveva raggiunto il montepremi di ben 28 milioni di dollari. Mandel giocò tutte le 7 milioni di combinazioni vincendo il 1° premio più altri 135mila premi secondari.

Indagarono su questa sua vincita sia l’ufficio delle imposte, sia l’FBI, sia la CIA, ma in effetti non ci fu nulla di illegale nel comportamento di Mandel, il quale riscosse la vincita ed andò a vivere a Vanuatu, un’isola tropicale nell’Oceano Pacifico.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

53 risposte a Stefan Mandel

  1. Giuliana ha detto:

    si puo’ sapere come si fa? 😉

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    ciao andrea
    hai provato a calcolare le combinazioni per fare ad esempio un terno secco su una ruota nel lotto italiano?

    Piace a 1 persona

  3. Beh, in qualche modo si è “guadagnato” i soldi che ha vinto con l’ingegno della sua testa! Tuttavia mi sembra strano che nessun altro ci sia riuscito. Forse porterà il suo segreto nella tomba?

    Piace a 2 people

  4. nonsolocampagna ha detto:

    A volte lo studio dà anche da mangiare

    Piace a 1 persona

  5. Paroledipolvereblog ha detto:

    Io manco ci provo tanto…..

    Piace a 1 persona

  6. indianalakota ha detto:

    Personalmente mi sono sempre tenuta ben alla larga da queste cose! I miei amici Navajo che hanno dei casinò nella Death Valley mi hanno detto che adesso non ti fanno vincere più di una certa cifra

    Piace a 1 persona

  7. Massi Tosto ha detto:

    Geniale , soprattutto perché vive alle Vanuatu

    Piace a 2 people

  8. francescodicastri ha detto:

    E io che pensavo fosse parente di Gregor Mendel…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...