Saturday Pop. New Order: Blue Monday



Orfani di Ian Curtis morto suicida a soli 23 anni (vedi Saturday Pop della scorsa settimana dedicato ai Joy Division) i restanti componenti del gruppo (Sumner, Hook, Morris) formano i New Order, cambiando tuttavia genere musicale. Il rock dei Joy Division, infatti, lascia spazio ad una new wave contaminata da elementi post-punk, dance ed elettronici, che renderanno il suono dei New Order molto particolare, un vero e proprio marchio di fabbrica.

Blue Monday, singolo pubblicato nel 1983 e poi ripubblicato nel 1988 e nel 1995, è forse il brano più famoso dei New Order, e detiene anche il record di 12″ (disco mix) più venduto di tutti i tempi, con più di 3 milioni di copie vendute in tutto il mondo di cui più di 1 milione nel solo Regno Unito (unico 12″ della storia ad aver superato il milione di copie vendute in UK).

La cosa strana è che la casa discografica dei New Order, la Factory, non era iscritta alla BPI (British Phonographic Industry) in quanto etichetta indipendente, dunque Blue Monday non ricevette mai alcun riconoscimento come dischi d’oro o di platino.
Ad oggi risulta uno dei 100 singoli più venduti di tutti i tempi nel Regno Unito.

New Order
Blue Monday
12″
anno: 1983
Etichetta: Factory
Codice: FAC 73

A Blue Monday
B The Beach

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in saturday pop e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Saturday Pop. New Order: Blue Monday

  1. Enri1968 ha detto:

    Pezzone!

    Pensa te, non sapevo del non riconoscimento per le copie vendute.

    Piace a 2 people

  2. francescodicastri ha detto:

    Ciò che era stato mirabilmente creato da Jean Michel Jarre era poi diventato musica “da consumo”, prima con i Kraftwerk e i Rockets, poi con i vari Blue Monday. Meglio l’elettronica anni ’90

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Diciamo che il paragone Kraftwerk/Rockets forse è un po’ azzardato, vista la differenza di discografia (chilometrica per i primi, molto limitata per i secondi), poi per carità i gusti sono ovviamente personali. Certo il successo di Blue Monday fu cosmico, ma non so se fosse loro intenzione (almeno in quel momento), essere catalogati nel filone strettamente “commerciale”. Certamente con l’album “Republique” presero quella strada, ma Blue Monday era una gemma a sé stante.

      Piace a 1 persona

  3. Neogrigio ha detto:

    pezzo fantastico!!!!

    Piace a 1 persona

  4. Neogrigio ha detto:

    ei a proposito, ho comprato su ebay un libro sui Cure che tutti dicono sia bellissimo. Purtroppo non è più in pubblicazione. Si intitola Disintegration, una favola dark, e già il titolo spacca!!! ti farò sapere

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...