Taigeto moderno

Una leggenda racconta che a Sparta, sul monte Taigeto, venissero abbandonati i bambini nati deformi.
In questo modo i piccoli sarebbero morti di fame, di freddo o sbranati dagli animali, ma senza gravare sulle famiglie e sulla società spartana.

Solo una leggenda.
Chi si sognerebbe mai, al giorno d’oggi, di lasciar morire un bambino con problemi fisici o mentali?

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Taigeto moderno

  1. nonsolocampagna ha detto:

    Sparta, ci fai un baffo!

    Piace a 1 persona

  2. Mrs.Petunia Bones ha detto:

    C’è ancora chi lo fa

    Piace a 1 persona

  3. Giuliana ha detto:

    In tanti a quanto pare!

    Piace a 1 persona

  4. laurettafilippi ha detto:

    anche in Cina facevano qualcosa del genere… mi viene la pelle d’oca a pensare che un Paese “evoluto” possa comportarsi così

    Piace a 1 persona

  5. Miss Elena ha detto:

    Era una pratica comune a moltissime popolazioni antiche. E se ne sentono alcuni casi anche oggi giorno…

    Piace a 1 persona

  6. Massi Tosto ha detto:

    bastava nascere femmina nella Cina di Mao

    Piace a 1 persona

  7. Paola ha detto:

    Povero piccolo che intanto se n’è andato

    Piace a 1 persona

  8. gaberricci ha detto:

    Mmm… no. Questo bambino non lo abbiamo ucciso noi, scusami tanto: lo ha ucciso una malattia per cui non abbiamo alcuna cura; ed il ventilatore non è una cura, è un modo per per guardare degli schermi e credere che tutto stia andando bene, nel momento in cui non possiamo permettere a quel povero bambino di avere una vita dignitosa.

    Non so se avrei avuto, fisicamente, il coraggio di staccare quelle macchine. Ma, per favore, smettiamo di raccontare questa storia come se si trattasse di un omicidio. Una tragedia, lo è senza dubbio; ma non causata dagli uomini, se non nella misura in cui hanno scoperto tanto, ma non ancora abbastanza.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Il bambino purtroppo non aveva speranze.
      Ma a me non è piaciuta l’idea che ci fosse un giudice a stabilire di staccare il respiratore o di interrompere la nutrizione,
      Tutto qui,

      "Mi piace"

      • gaberricci ha detto:

        Se è il giudice del tribunale dei minori, ha fatto il suo lavoro. Cosa fai quando dici a un genitore: non c’è più nulla da fare, e lui ti chiede di continuare in qualcosa che è contrario al tuo codice deontologico, ed anche all’umana pietà? Non dubito che sia stato doloroso, per tutti, e più di tutto per i genitori. Ma proprio per questo non dobbiamo trattare la questione in modo semplicistico.

        Piace a 1 persona

  9. mocaiana ha detto:

    Doveva vivere. Anche perché si potesse conoscere e studiare quel male ignoto è tremendo che lo affliggeva . Se i medici eliminano per considerazioni anche economiche chi è portatore di malattie simili, come si potrà mai trovare una cura? O si vuole curare solo ciò che è facile curare?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...