Aeroporti. Post 2 di 5: Paro (Bhutan)

Il Bhutan è un paese estremamente montuoso, e trovare un luogo adatto per il primo aeroporto del paese non fu facile.
La scelta, nel 1968, cadde su una valle vicina alla città di Paro.
La valle, situata a 2200 metri sul livello del mare, è tuttavia circondata da alte montagne, la più bassa delle quali supera i 5500 metri. Per questo motivo l’aeroporto fu all’inizio aperto solo per gli elicotteri e solo nel 1978 fu deciso di adibirlo ai voli aerei, e per questo motivo venne costruita una pista di decollo/atterraggio della lunghezza di 1200 metri (pista molto corta, per gli standard degli aerei attuali).
Per motivi geografici, il Governo del Bhutan decise quali dovessero essere le caratteristiche degli aerei autorizzati a decollare ed atterrare all’aeroporto di Paro: massimo 20 viaggiatori, dimensioni ridotte, cabina ad alta visibilità, inclinazione di salita e discesa decisamente alti, alta manovrabilità, autonomia di almeno 1200 Km per poter collegare le città di Paro e Kolkata senza bisogno di rifornimento.

Nessun aereo superò i test.

Dopo uno studio commissionato dal Governo del Bhutan al Governo Indiano, nel 1983 venne stabilito che l’aereo Dornier 228-200 (da 18 posti) avesse le caratteristiche per poter decollare ed atterrare dall’aeroporto di Paro, e ne venne acquistato uno dalla neonata compagnia di bandiera bhutanese, la Drukair. Per il volo inaugurale venne aperta anche una piccola torre di controllo (due stanze) e una saletta d’attesa.
Dopo i primi voli positivi, venne acquistato un secondo velivolo identico al precedente, e la Drukair si prese in carico anche i costi di manutenzione dell’aeroporto.
Nel 1990 la pista venne ampliata raggiungendo i 1900 metri e ristrutturata per permettere decollo e atterraggio anche ad aerei più grandi. Venne addirittura costruito un hangar.
Il primo jet (un British Aerospace 146-100) arrivò a Paro nel novembre del 1988, il primo Airbus A319 atterrò a Paro nell’ottobre del 2004, il primo volo internazionale (Buddha Air) avvenne nell’agosto del 2010 e la prima compagnia aerea privata (Tashi Air ltd / Bhutan Airlines) nacque nel dicembre del 2011.

Codice aeroporto: PBH
Nome aeroporto: Aeroporto internazionale di Paro
Passeggeri transitati (dati 2012): 180mila


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Aeroporti. Post 2 di 5: Paro (Bhutan)

  1. Vittorio ha detto:

    penso che gli abitanti eviteranno di definirsi “figli di bhutan”

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...