Sia falsificato il tuo nome. Parte 1 di 2. Chi la fa…

Ho iniziato a fare il furbetto a scuola durante le scuole medie.
I professori non ci facevano portare a casa il compito, ma ci facevano scrivere sul diario il giudizio, per poi verificare il giorno dopo la firma del genitore.
Così se il giudizio era positivo lo scrivevo senza problemi (“ottimo”, “buono”, “discreto”, “sufficiente”), ma se per caso era negativo io scrivevo solo “..sufficiente”, facevo firmare, e poi davanti scrivevo “in” in modo che risultasse scritto “insufficiente”.
L’unico problema era recuperare prima dell’incontro professori/genitori.

Alle superiori diventai un falsificatore di firme.
E’ pur vero che il mio rendimento scolastico era mediamente buono (anche se a volte qualche inciampo l’avevo anch’io), ma più che altro è capitato che facessi una assenza o un ritardo programmato senza dirlo ai genitori.
Come ovviare?
Semplice.
Mia madre firmava in modo talmente elementare (un corsivo semplicissimo) che la sua firma poteva essere falsificata anche da un principiante.
E così, a sua insaputa, la sua firma è stata qualche volta utilizzata furbescamente, ma sempre a fin di bene.
Il “mio” bene, s’intende.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Sia falsificato il tuo nome. Parte 1 di 2. Chi la fa…

  1. Massi Tosto ha detto:

    ah che ricordi , io in realtà adoravo andare a scuola , specialmente alle superiori , ma a scuola , non in classe ah ah ah , buona giornata K

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    la firma falsificata è un classico
    come le invasioni delle cavallette

    Piace a 1 persona

  3. gaberricci ha detto:

    Falsificavo la firma di mia madre con una scientificità tendente alla perfezione. Ma, per fortuna, non ho mai avuto bisogno di farlo in modo “ufficiale”: andavo abbastanza bene a scuola e quando non volevo andare a scuola la sua politica era “Basta che me lo dici, così so che non sei a scuola, e ti firmo tutto!”:-).

    Piace a 1 persona

  4. Tutti ci abbiamo provato. Io facevo bene la firma di tutt’e due, però ho usato una volta sola ma per andarmene a studiare in biblioteca, visto che a scuola c’erano solo le ore di storia dell’arte (Non ricordo il motivo).

    Piace a 1 persona

  5. Ricordo che alle elementari un ragazzino ritagliò la firma di un genitore da un precedente e più fortunato compito di matematica (foglio a quadretti) e la incollò su un successivo e meno brillante compito di italiano (foglio a righe). Geniale eh? 🙂
    Quando si dice l’arte… del riciclo!

    Piace a 1 persona

  6. noir622224124 ha detto:

    Io per forza mio.padre non c’era

    Piace a 1 persona

  7. Sara Provasi ha detto:

    Noo ma il primo trucchetto è geniale! xDD

    Piace a 1 persona

  8. lali1605 ha detto:

    Noooo la scuola noooooo e sono solo alla prima elementare…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...