Ricordi di scuola: il furto dei crackers (e non solo)

Durante la ricreazione, alle scuole superiori, le alternative per il merendino erano sostanzialmente 4:
1 non mangiavi nulla
2 ti portavi qualcosa da casa
3 sfidavi la sorte e con 500 lire ti comperavi una pizzetta al baracchino
4 andavi alle macchinette (chiamavamo così i distributori automatici)

Alle macchinette, con una spesa che andava dalle 200 alle 400 Lire, potevi prenderti i crackers, oppure i giambonetti, oppure una merendina confezionata.
Una mattina il compagno di classe Matteo (vero genio del male) si accorse che la macchinetta era appena stata riempita ma l’addetto, per dimenticanza, aveva lasciato aperto lo sportellino nel retro che serviva per ruotare i settori della macchinetta per poi riempirla.
Schiacciando un semplice tasto, dunque, era possibile estrarre il contenuto.
Era l’occasione giusta: svuotare a sbafo tutta la macchinetta.

Noi eravamo i “grandi” di quinta, quindi riuscimmo senza problemi a creare una specie di barriera permettendo a Matteo di svuotare la macchinetta e di riempire 2-3 borsoni da ginnastica (quella mattina in effetti avevamo avuto lezione di Educazione Fisica).
Un ragazzino di prima superiore (davvero molto piccolino), eludendo i nostri controlli, arrivò fino alla macchinetta per prendersi con le sue 200 Lire un pacchetto di crackers. Comperammo il suo silenzio regalandogliene 10.

Tornai a casa, così come molti altri compagni di classe, con una immensa scorta di merendine, crackers e giambonetti che nascosi in camera mia per evitare i rimproveri materni.

PS Vietato ridere: oggi Matteo (vero genio del male) fa il tutore della legge

Questa voce è stata pubblicata in Ricordi di scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Ricordi di scuola: il furto dei crackers (e non solo)

  1. Vittorio ha detto:

    il mio spuntino a scuola era il panino, o prosciutto o fromaggio
    vivendo vicino alla scuola andavo a mangiare pranzo a casa per rientrare al pomeriggio
    una volta portai un panino con la gorgonzla che fu subito bandito ufficialmente dal professore (di cosa non ricordo più) vita natural durante

    Piace a 1 persona

  2. francescodicastri ha detto:

    Se raccontassi cosa facevano i tutori dell’ordine (e ne conosco molti, come puoi immaginare) quando erano giovani, mi farei molti nemici

    Piace a 1 persona

  3. noir622224124 ha detto:

    Io mangiavo di tutto………che bei tempi

    Piace a 1 persona

  4. Miss Elena ha detto:

    I tuoi ricordi sono davvero meravigliosi!
    Io avevo sempre da casa qualcosa, crackers o merendine e l’immancabile succo di frutta

    Piace a 1 persona

  5. Sara Provasi ha detto:

    Io portavo sempre le mie merendine senza glutine, la più mitica era quella con le uvette che era anche un po’ alcolica! 😂
    Quante cose genialmente malvagie tra i tuoi aneddoti! 😀

    Piace a 1 persona

  6. indianalakota ha detto:

    L’omino con le focaccine bisunte e le dubbie pizzette soffocate nella plastica erano il peggio! Mai prese! Ma che cavolo sono i giambonetti?

    Piace a 1 persona

  7. fleurerose ha detto:

    Mamma mia! Avevo rimosso il ricordo della pizzetta da 500 lire! Ho un po’ di nostalgia!

    Piace a 1 persona

  8. fleurerose ha detto:

    Sì, quelle che vendevano all’interno della scuola erano rosse e terribili… ma per 500 lire si poteva comprare una pizzetta bianca, nella pizzeria di fronte al liceo, che era una goduria! 😉 😀

    Piace a 1 persona

  9. Paola ha detto:

    E chi non ha mai trasgredito, a scuola? Viva i crackers 😉

    Piace a 1 persona

  10. musicaamezzaria ha detto:

    al liceo i due ragazzi seduti davanti a me, Fabio e Luigi, mi rubavano regolarmente gli Orociock Saiva. Ho iniziato a portarne due pacchetti, uno per me e uno per loro e li mangiavamo insieme a merenda. Questo ha contribuito a costruire un’amicizia che dura ancora oggi.

    Piace a 1 persona

  11. alessialia ha detto:

    Noi alle superiori avevamo il baretto…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...