Francesca e i gatti

La mia amica Francesca è scomparsa un mese e mezzo fa ed ancora non me ne capacito.
Mi manca la sua presenza e soprattutto mi mancano i suoi consigli “felini”.
E’ stata infatti Francesca ad introdurmi nel mondo dei gatti, dandomi mille consigli. Ed era sempre lei ad accudire i miei gatti (prima Birillo e poi Clash) in mia assenza.
Andarla a trovare era uno spasso, non solo per assaporare la sua innata simpatia, ma anche per salutare i gatti che da sempre la circondavano.
Li conoscevo tutti, e tutti conoscevano me.

Mosé era grande e grosso, è morto anziano alcuni anni fa.
Ginger ora ha circa 18 anni, nera come il carbone, è abitudinaria e molto sedentaria. Ha sempre vissuto con Francesca.
Ombra, nero è misterioso, era misteriosamente apparso alcuni anni fa. Francesca lo ha adottato ma poi altrettanto misteriosamente da alcuni mesi se ne è andato.
Sissi è malata e se ne sta prendendo cura una amica di Francesca.
Giulio è morto un paio di mesi fa, dopo aver trascorso tutta la sua vita a fianco di Francesca.
Selvaggio è comparso in primavera dal nulla, e Francesca ha accolto pure lui. Non si fa avvicinare per nessun motivo, ma apprezza molto il rifugio ed il cibo che gli vengono offerti.

Ricapitolando: Mosé e Giulio morti, Sissi adottata, Ombra scomparso. Restano Ginger e Selvaggio.

Io ho chiesto alla figlia di Francesca di poter adottare Ginger, ma lei ha preferito portarla a casa propria ed adottarla.
Resta Selvaggio, che tuttavia non si fa neppure avvicinare. Che fare?
Tutto solo, lo vedo vagabondare in cerca di cibo e di ospitalità, ma la casa di Francesca, un tempo sempre aperta, ora rimane tristemente sempre chiusa.
Io porto un po’ di acqua e un po’ di cibo a Selvaggio tutti i giorni, vedo che mi sta attendendo, ma rimane sempre molto distante da me.
Mi fa molta tenerezza, ha un aspetto triste, ma anche se riuscissi a prenderlo non potrei mai portarlo a casa con me, perché mai potrebbe andare d’accordo con Clash.


Una rara immagine di Selvaggio

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

38 risposte a Francesca e i gatti

  1. Che tristezza. Mi fanno una pena infinita gli animali che rimangono senza padrone. È un pensiero che ho quando vedo per strada degli anziani a passeggio con i loro animali.

    Piace a 5 people

  2. Enri1968 ha detto:

    Non semplice la situazione.
    Hai molta sensibilità, troverai una soluzione.

    Piace a 1 persona

  3. Ehipenny ha detto:

    Gli animali sentono il dolore e la mancanza, fanno una tristezza infinita 😭

    Piace a 1 persona

  4. Se è possibile, continua a portargli il cibo e l’acqua, perché nonostante l’istinto potrebbe non essere più abituato alla caccia di sussistenza. Inoltre che ne dici di mettere uno scatolone con una porticina ritagliata, che gli possa servire da cuccia per ripararsi dal freddo? Magari anche qualche foglio di giornale dentro…

    Piace a 2 people

    • Lu {pandored73} ha detto:

      Stavo per scriverlo pure io. Crea un angolo cuccia e un angolo pappa. Mostrati sorridente alle stesse ore, se puoi, con cibo e parole. Da lontano fagli capire che ci sei. Ho vissuto esperienze simili e ti parlo da dog-person, come dicono oltreoceano, che ha impiegato un anno circa per sintonizzarsi sul gatto trovato e che ora è il padrone di casa da quasi cinque anni. Mostragli la tua presenza. Vedrai, ci vorrà tempo, ma sarai poi il suo nuovo punto di riferimento umano.

      Piace a 3 people

      • Kikkakonekka ha detto:

        Io annuncio il mio arrivo (mattina e sera) scuotendo le crocchette e parlandogli. Ma lui è molto diffidente e non si avvicina. Va verso il cibo solo dopo che io mi sono allontanato.

        Ha un angolo-cuccia abbastanza riparato, dove ci sono due poltrone e alcune coperte, sotto le quali trova rifugio dal freddo.
        Speriamo che venga ad abitare qualcuno che sappia apprezzare la presenza di un… gatto,

        Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Ha due poltroncine con le coperte, di notte riesce ad infilarsi sotto. Gli porto cibo ed acqua mattina e sera, durante il giorno qualcun altro certamente passa perché c’è un piattino che non ho messo io.

      Salviamo il soldato “Selvaggio”.

      Piace a 2 people

  5. fleurerose ha detto:

    Selvaggio, ha un’anima libera. E come per tutti “i ribelli”, la vita è più complessa… ma si troverà un equilibrio. Sarà così! Intanto abbraccio te per la perdita e un pensiero a lui.

    Piace a 1 persona

  6. E. ha detto:

    Vivo con un gatto da quasi 3 anni, siamo io e lui. Mi dispiace pensare che sopravviverò a lui ma penso che sia meglio così. Abbiamo un legame speciale e ne morirei a saperlo da solo.

    Piace a 1 persona

  7. Sara Provasi ha detto:

    Povera stella!
    Menomale che ci sei tu a portargli da mangiare, allora non è solo 💗

    Piace a 1 persona

  8. Sephiroth ha detto:

    Sei un grande amico mio. Vedrai che troverai una soluzione.

    Piace a 1 persona

  9. Valentina ha detto:

    Selvaggio è fortunato ad averti come amico. Spero tanto che chi andrà a vivere in quell’appartamento abbia un cuore bello come il tuo.

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Selvaggio, anche quando era in vita Francesca, stava sempre sulle sua. Gradiva l’accoglienza ma non si faceva avvicinare.
      Proprio ieri sera l’ho visto che “perlustrava” il territorio, cosa positiva. Ma stamattina, al mio consueto giro pappa/acqua, non l’ho visto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...