K e… gli alcolici

Fino al compimento dei 18 anni il mio unico rapporto con gli alcolici ha riguardato lo spumante stappato in occasioni tipo compleanno e capodanno, tra l’altro bevuto con somma moderazione.
Il vino ai pasti lo evitavo proprio perché non mi piaceva, ed anche la birra mi era estranea.
Poi, con la maggiore età, ho iniziato a frequentare locali e discoteche, dove spesso vigeva la regola della “consumazione obbligatoria”. Ho iniziato ad assaggiare le birre, pur senza diventarne esperto, ed a bere qualche superalcolico, tra i quali mi piacevano quelli “dolci” come per esempio il “Batida”, la vodka aromatizzata o il gin lemon. Venivo talvolta deriso perché bevevo “liquori da donna”, ma in effetti erano gli unici che mi piacessero un po’.

Passata la sbornia da discoteca, e messa un po’ la testa a posto, ho piano piano abbandonato tutti i superalcolici, rimanendo ancorato alla birra ed a qualche raro assaggio di liquore tipo l’amaro di fine pasto o qualche sporadica crema al whisky.
Il vino nel frattempo non è mai entrato nelle mie grazie, ed anzi ho iniziato ad abbandonare anche i liquori, dai quali in effetti sono rimasto sempre meno attratto, fino ad eliminarli del tutto.

Oggi, alla simpatica età di 49 anni, posso dire che l’unica bevanda alcolica che mi rimane sia la birra, tra l’altro bevuta con molta attenzione e moderazione. I problemi di stomaco, in effetti, mi consigliano di tenermene alla larga il più possibile, per cui di birra ne bevo al massimo una bottiglietta a settimana per accompagnare la pizza.
Mi piace ogni tipo di birra, specialmente quella artigianale non filtrata, ma non disdegno ogni tipo di assaggio.
Durante la vacanza in Irlanda l’anno scorso ne ho bevuta una diversa per ogni città visitata, trovandole tutte squisite.


Carrellata delle foto bevute in Irlanda (immagine tratta dal fotolibro)

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a K e… gli alcolici

  1. Miss Elena ha detto:

    Devo dire che adesso preferisco il vino, bianco. Il prosecco soprattutto 😊
    La birra l’ho “abbandonata” crescendo…era praticamente d’obbligo nei pub e le altre uscite giovanili.
    Per i superalcolici invece non ci sono mai andata matta e finite le feste universitarie non li ho mai più bevuti.
    Bella la carrellata di birre finali, alcune bottiglie davvero carine!

    Piace a 1 persona

  2. Madved ha detto:

    Buongiorno di corsissima

    Piace a 1 persona

  3. Massi Tosto ha detto:

    anche io pochi alcolici , qualche bicchiere di Rum (cinque in un anno) e qualche birra , il vino solo in compagnia , durante i pasti a casa acqua naturale

    Piace a 1 persona

  4. Sara Provasi ha detto:

    Anche a me non piacciono gli alcolici!
    Ho provato anche varie birre senza glutine, che sono simili a quelle normali, ma dopo un dito non mi vanno più °-°

    Piace a 1 persona

  5. tramedipensieri ha detto:

    Dovresti provare il mirto 😋

    Piace a 1 persona

  6. francescodicastri ha detto:

    Non è vero che la birra gonfia, basta saperla versare correttamente per fare la schiuma: se è compatta ed alta almeno 2 dita, la birra è più buona e non gonfia, perché così c’è meno anidride carbonica.

    Piace a 1 persona

  7. fleurerose ha detto:

    … Io non posso bere ma sarei comunque morigerata. Come gusto (e raramente me lo concedo nonostante tutto) amo il prosecco!;) Buona giornata e un abbraccio, forte:)

    Piace a 1 persona

  8. cuoreruotante ha detto:

    Parzialmente analcolica 😅

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...