Niki

Benché io oggi segua praticamente solo il calcio, come sport sia televisivo che da stadio, da bambino e da ragazzo il primo sport di cui mi innamorai fu la Formula 1.

Avevo solo 6 anni, ma non mi perdevo mai un Gran Premio (a quel tempo trasmessi dalla Rai) per nessuna ragione al mondo. Mitica quella occasione in cui i genitori mi fecero ospitare da un vicino di casa perché loro volevano fare la classica gita domenicale, mentre io non volevo perdermi il Gran Premio in TV.
Il vicino mi ospitò, mi tenne per pranzo e mi fece vedere la gara.

Il mio mito era lui: Niki Lauda.
Intanto avevo scoperto che si chiamava di primo nome Andreas (io mi chiamo Andrea) e dunque già mi stava simpatico.
E poi era bravo. Il più bravo di tutti.
Correva e vinceva, cosa poteva desiderare maggiormente un ragazzino della mia età?
Ma aveva altre doti che me lo facevano piacere: era serio, serissimo. Era professionale e calcolatore. Era caparbio e determinato. Era perfetto nei sorpassi, e freddo in ogni situazione.

Mi rimase scolpita nella memoria quella occasione (non ricordo di quale gara si trattasse) in cui Niki Lauda vinse ma, superato il traguardo, invece di compiere il giro di festeggiamento accostò a bordo pista per verificare personalmente un problema al motore che lo aveva rallentato negli ultimi giri.
Perché, come scoprii successivamente, lui era anche un abilissimo “meccanico”, in grado di valutare perfettamente le performance del motore e della linea aerodinamica della vettura, al punto da dare spesso i consigli vincenti alla scuderia di appartenenza.
Il suo risorgere dopo lo spaventoso incidente me lo fece amare ancora di più.

Alcuni mesi fa feci una classifica dei miei 10 piloti di Formula 1 preferiti, e lo misi ovviamente al primo posto, davanti ad altri mostri sacri come Senna o Schumacher.
Un idolo assoluto, mai soppiantato.

Questa voce è stata pubblicata in blog life, sport e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a Niki

  1. Madved17 ha detto:

    Ho saputo….mi spiace

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    la prima cosa che ho pensato quando ho letto la notizia è di quanti campioni se ne sono andati in questi anni attorno a questa età
    mi è venuto in mente crujiff ad esempio
    a differenza di te la formula 1 non mi appassiona, ma personaggi assoluti come lauda o senna non si possono dimenticare

    Piace a 1 persona

  3. quarchedundepegi ha detto:

    Sì, mi dispiace davvero; era un grande.
    Non bisogna dimenticare che a salvargli la pelle, mi sembra fosse stato Brambilla. Perse l’ottimo posto in gara per portargli aiuto… se non sbaglio.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  4. Harley ha detto:

    Avevo 9 anni ma ricordo l’incidente che ebbe Niki Lauda sul circuito di Nurburgring.. e 40 giorni dopo era già al volante della Ferrari T2 nel gran premio d’Olanda.

    Piace a 1 persona

  5. Massi Tosto ha detto:

    Il mito prima di Senna , dispiace

    Piace a 1 persona

  6. silvia ha detto:

    Un vero mito…

    Piace a 1 persona

  7. gaberricci ha detto:

    Personaggio controverso ma indubbiamente mostro sacro. Posso linkarti una cosa che ho scritto su di lui tempo fa?

    Piace a 1 persona

  8. Paola Bortolani ha detto:

    Un grandissimo, un gentleman già a 20 anni

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...