Il matrimonio sorrentino

Ho conosciuto Matteo circa 10 anni fa, quando ha iniziato a lavorare nella mia stessa Azienda.
Nonostante i 15 anni di differenza (lui è più giovane di me) ci siamo sempre trovati in sintonia, condividendo passioni musicali, amore per il calcio e per il fantacalcio oltre ad altri interessi di varia natura.
Siamo diventati amici, ed ora che si è sposato ho ricevuto l’invito al suo matrimonio.

Serena l’ha conosciuta in un modo molto particolare (Matteo cercava informazioni riguardo la ‘Legge Bosman‘ e lei ne aveva fatto da poco una tesi universitaria), poi si sono incontrati, ed a farla breve sabato scorso si sono sposati.
Serena è originaria della provincia di Napoli, ed il matrimonio si è celebrato a Vico Equense.
Io da Padova sono sceso in aereo insieme a Davide, amico comune di me e Matteo, con il quale ho condiviso questi giorni lungo la penisola sorrentina.
Noleggiata l’auto abbiamo potuto visitare alcune località davvero uniche: Seiano, la stessa Vico Equense, Meta, ma specialmente Sorrento ed Ercolano.

Sorrento mi ha sorpreso non solo per la sua bellezza intrinseca, ma anche per la numerosissima presenza di turisti inglesi/scozzesi/irlandesi. Ce n’erano a centinaia, moltissimi dei quali in età 18-25. Non ho capito se si trovassero a Sorrento per motivo di studio, od altro. Fatto sta che erano davvero tanti.
Io e Davide abbiamo optato per Ercolano (e non Pompei) su suggerimento di Matteo (lo sposo) il quale ha detto che avendo noi 2 ore e mezza a disposizione, esse sarebbero state giuste per vedere Ercolano, ma insufficienti per Pompei, e che comunque la somiglianza tra le due è notevole.

Il Vesuvio è lì, che ti guarda ovunque tu vada. Non c’è paese del litorale che non si affacci sul golfo e non veda O’ Vesuvio nella sua tacita sacralità.
In tutta sincerità lo pensavo più imponente, come dimensioni, invece non è molto elevato, meno di 1300 metri. Ma questo non toglie nulla al suo fascino.


O’ Vesuvio mentre sto atterrando a Capodichino

Il litorale, specialmente di sera, è meraviglioso. Le cittadine indugiano sulla costa con i loro moli, le luci delimitano il contorno della penisola, e tu non puoi che rimanerne affascinato pensando a quanto bella è l’Italia.


Litorale sorrentino

Il cibo è stato favoloso.
Ho assaggiato la “pizza napoletana” (ottima), ma la vera sorpresa l’ho avuta con gli “scialatielli”, di cui non ne conoscevo l’esistenza.
Si tratta, da quanto ho capito, di una pasta fresca fatta in casa, che ho trovato deliziosa condita sia alla “napoletana” (frutti di mare, pomodoro, capperi) che “alla siciliana” (con melanzane fritte e mozzarella). Credetemi: mai mangiato un primo così buono.

Il traffico è complicato, specialmente se ti metti a cercare un parcheggio in prossimità delle località marine. Ma se ti addentri a Napoli (cosa che a me è capitata) diventa una specie di incubo, con motorini ovunque, auto che ti superano a destra e sinistra, semafori non rispettati, segnaletica assolutamente inutile. Da parte mia è stata una bella prova di coraggio.

E per finire… il matrimonio.
Cerimonia semplice, invitati circa 80, cibo strepitoso (ancora gli scialatielli!!!), e poi musica, balli e canti.
Io ho lasciato perdere la mia solita flemma e mi sono gettato in mischia, ballando e cantando senza preoccuparmi di eventuali brutte figure.
Il karaoke ha visto gli invitati ‘napoletani’ cimentarsi in canzoni venete e padovane, e noi padovani cimentarci con gli epici brani napoletani.
Risultati imbarazzanti, ma divertimento assicurato per tutti.

Tornato a casa ho raccontato i miei giorni ‘sorrentini’ a mio padre, il quale si è commosso: Napoli, Ercolano, Vesuvio, Sorrento, Amalfi, Capri (in queste ultime due tuttavia io non ci sono stato) furono la meta del suo viaggio di nozze con mia madre, e ricordarli ora che mia madre non c’è più lo ha portato alle lacrime.
Mi ha promesso che tirerà fuori tutte le foto del suo viaggio di nozze di 54 anni fa, e me le mostrerà.
Le ho già viste centinaia di volte, ma le rivedrò ancora con immenso piacere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

32 risposte a Il matrimonio sorrentino

  1. Massi Tosto ha detto:

    Un abbraccio a tuo padre , una bellissima zona d’Italia che ho avuto il piacere di frequentare per qualche tempo

    Piace a 1 persona

  2. SaraTricoli ha detto:

    che bello, con il tuo racconto mi hai portata con te nel tuo girovagare e mi hai lasciata quel senso di beatitudine e serenità che c’è sempre all fine di un bel viaggio ^_^
    Grazie ❤
    ps.: questa estate volevo portare i miei ragazzi a Pompei, io l'ho visitata tanti anni fa e mi farebbe piacere rivederla, però ora che ti ho letto, provo a informarmi su Ercolano 😉

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Credo si assomiglino, pur senza essere mai stato a Pompei.
      Credo tuttavia che a Pompei ci siano stati ritrovamenti più “belli” e completi, anche se Ercolano tutto sommato è stata ben preservata.

      Mi piace

  3. silvia ha detto:

    Bellissimi luoghi e soprattutto l’ambiente che, soprattutto in queste occasioni, ti fa sentire a casa 🙂

    Piace a 1 persona

  4. vittynablog ha detto:

    La commozione di tuo padre è stata anche la mia. Leggendoti la mente è volata ad un viaggio ” consolatorio ” che feci con mio marito anni fa. Purtroppo persi il bambino che portavo in grembo quasi al quinto mese. Il dolore fu immenso perchè qual bambino lo desideravo e lo avevo già sentito muovere… non riuscivo a riprendermi da quel dolore…così mio marito organizzò un viaggio a Napoli, visitammo Sorrento, Pompei , Capri, tutta la Costa Amalfitana…insomma fuorono dieci giorni di sogno. E al nostro rientro eravamo felicemente in tre…

    Quelli sono luoghi di sogno che riescono a farti stare bene soltanto a guardare i meravigliosi panorami!!! E le persone accoglienti e affettuose. Capisco dunque il tuo entusiasmo e la nostalgia di tuo padere. Un abbraccio a tutti e due!! ❤

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Ricambio il saluto e l’abbraccio. Mi spiace aver risvegliato in te un racconto così drammatico, ma sono altrettanto felice che il tuo desiderio di maternità abbia trovato appagamento. Non posso che ringraziarti per un commento così personale e sentito.
      Baci, Vitty.

      Piace a 1 persona

  5. quarchedundepegi ha detto:

    Matrimonio… definibile strepitoso.
    Mi fa piacere. BUONGIORNO.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  6. Harley ha detto:

    Sono zone molto interessanti dal punto di vista turistico e paesaggistico.

    Piace a 1 persona

  7. gaberricci ha detto:

    Non per nulla, è stato quel “formidabil monte/sterminator Vesevo” ad ispirare la più bella poesia di Leopardi.

    Piace a 1 persona

  8. Sir Babylon ha detto:

    I miei amici invece si sposano tutti nella bassa bolognese, che ingiustizia!

    Piace a 1 persona

  9. Maria ha detto:

    Che unioni di varie origini!
    Da napoletana, trovo perfetta la descrizione della Napoli che hai vissuto! 👍 sia il lato buono che… poco buono.

    Piace a 1 persona

  10. Paola Bortolani ha detto:

    Una zona bellissima. Perchè ti stupisci della presenza straniera? Bellezza, clima, cibo e prezzi, tutto interessante. Devi organizzarci una bella vacanza con la famiglia

    Piace a 1 persona

Rispondi a Sir Babylon Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...