Padova. Post 5 di 5. Arquà Petrarca

Circa una volta all’anno vado a fare una gita ad Arquà Petrarca, borgo di aspetto trecentesco che si trova a soli 22 Km da casa mia.
Ci troviamo ai piedi dei Colli Euganei, a poco meno di 100 metri s.l.m., la cittadina è piccola (meno di 2000 abitanti) ma appena ci entri senti il profumo della storia medievale che ti permea.

Gli insediamenti umani nella zona di Arquà sono iniziati sin dai tempi preistorici. Nelle prossimità del “Laghetto della Costa” (dove sorge Arquà) sono stati ritrovati resti di palafitte databili età del bronzo. Nei secoli il borgo venne abitato da varie popolazioni, divenne roccaforte romana, ed in epoca comunale divenne signoria di Padova per poi passare sotto il dominio della Repubblica di Venezia.

Il nome “Arquà” venne adottato in età medievale, dal latino “arquatum” (che poi divenne “arquata”, “arquada” ed infine “arquà”), e nel 1868 venne aggiunto il nome “Petrarca” in onore del poeta che abitò proprio ad Arquà dal 1370 al 1374, anno della sua morte.


Il poeta Francesco Petrarca

Ma cosa ci faceva l’aretino Francesco Petrarca ad Arquà?

Petrarca nel 1364 aveva soggiornato nella vicina cittadina di Abano Terme durante un ciclo di cure per guarire dalla scabbia. Molti ritengono che fu durante questo soggiorno che il poeta conobbe il borgo di Arquà.
Ma fu solo nel 1369 che a Petrarca venne assegnata una abitazione ad Arquà, in virtù del conferimento degli ordini di canonicato all’interno della Curia.


La casa di Francesco Petrarca ad Arquà

I lavori di restauro della abitazione durarono un anno, ma finalmente nel 1370 Petrarca poté entrare nella nuova casa dove visse fino alla morte sopraggiunta nel 1374.
Se siete da queste parti una visita è d’obbligo.


Veduta di Arquà Petrarca

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Padova. Post 5 di 5. Arquà Petrarca

  1. Vittorio ha detto:

    immagino l’espressione di petrarca quando, rientrato a casa, sua moglie gli si avvicnava per prendere delle foglie di alloro dalla coroncina che aveva in testa e usarle per l’arrosto

    Piace a 2 people

  2. Harley ha detto:

    Ci sono passato qualche anno fa da Arqua’ Petrarca, ma dopo aver letto la tua recensione se dovessi tornare in Veneto mi fermerò a visitare il luogo.

    Piace a 1 persona

  3. Paola Bortolani ha detto:

    C’è stato mio figlio non tanto tempo fa, entusiasta

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...