Racconto estivo #1 su 10. “Il pianeta Bilia”

Era l’equinozio di primavera, sul pianeta Bilia, e come accadeva da secoli si tenne la riunione degli scienziati del NEWS.
Il pianeta Bilia, infatti, era composto da un’unica enorme isola circondata dall’oceano, e l’isola stessa era suddivisa in 4 potenti stati, quello del Nord [N], quello dell’Est [E], quello del West [W] e quello del Sud [S]. NEWS, appunto.

Quest’anno si parlava del loro pianeta, e di quali fossero le possibili evoluzioni dello stesso.
Parlò per primo il rappresentante del Nord: “Le risorse sono scarse, tra pochi anni esse non saranno più sufficienti per tutti. Come faremo?”
Prese la parola lo scienziato venuto dal Sud: “Ma questo è nulla: il pianeta è sempre più caldo, ed i cataclismi si susseguono. Dobbiamo trovare tutti insieme delle contromisure”
Gli fece eco l’unica scienziata donna del gruppo, proveniente dall’Est: “Non troveremo mai un accordo se continuiamo ad essere in guerra tra noi lungo i confini; perché non stabiliamo una pace planetaria, rispettandola?”
Venne interrotta dall’uomo del West: “Vi state sbagliando, cari colleghi. La vera piaga è l’immondizia, ne produciamo troppa e non riusciamo a smaltirla, se non disintegrandola ma causando malattie all’intera popolazione”
Il moderatore si alzò in piedi: “Il vero problema è che dobbiamo trovare un nuovo pianeta, magari più grande di Bilia, colonizzarlo ed andarci a vivere in armonia tra noi, senza limitazioni di risorse e senza attriti tra i nostri popoli”.

Improvvisamente il pianeta si oscurò, zittendo non solo gli scienziati del NEWS, ma proprio tutti gli abitanti del pianeta.
Una specie di voce, molto simile ad un tuono lontano, sembrò proferire alcune incomprensibili parole.
Gli occhi si alzarono verso il cielo, dove sembrò apparire una enorme astronave allungata, molto simile ad una stecca da biliardo gigantesca.
Un fortissimo colpo smosse l’intero pianeta, tutti gli abitanti caddero per terra, ed il pianeta Bilia finì in buca d’angolo.

 

[è vietata la copia anche parziale senza autorizzazione scritta]

Questa voce è stata pubblicata in Racconti brevi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a Racconto estivo #1 su 10. “Il pianeta Bilia”

  1. Lu {pandored73} ha detto:

    Divertente 😆 li ho immaginati come batteri 🤣

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    così come il grande zot esiste la grande stecca, divinità furente e iraconda

    Piace a 2 people

  3. Dura la vita delle bilie, ma anche dei biliosi

    Piace a 1 persona

  4. gaberricci ha detto:

    Eh che bello! C’è un racconto molto simile di Fredric Brown!

    Piace a 1 persona

  5. Harley ha detto:

    Mi è piaciuto..

    Piace a 1 persona

  6. silvia ha detto:

    Molto carino con finale a sorpresa 😉

    Piace a 1 persona

  7. Sara Provasi ha detto:

    Fortissimo! 😀
    Che poi la forma di navicella allungata l’ho vista in alcuni video di ufo, posto che siano veri ecc!

    Piace a 1 persona

  8. francescodicastri ha detto:

    👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

    Piace a 1 persona

  9. gianni ha detto:

    Ehilà 10 racconti in pochissimo, l’ispirazione qui galoppa. Se posso vorrei citarti in uno dei miei prossimi post (tempi biblici nel mio caso).

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...