Le mie vacanze a Tenerife dalla A alla Z. Parte 1 di 4. A-C

Alberghi
Ho soggiornato nel sud di Tenerife, in una zona molto turistica denominata Las Americas.
Ebbene, gli alberghi sono di un pacchiano assoluto, una apoteosi del kitsch e del cattivo gusto da rimenere sconcertati.
Attenzione: non sto dicendo che siano carenti dal punto di vista dell’accoglienza o dei servizi offerti, semplicemente che non rispettano minimamente i canoni del buon gusto estetico ed architettonico.
Alberghi a forma di tempio, di pagoda, oppure in stile moresco vengono adornati senza alcun motivo da piramidi di richiamo egizio, da statue romane o greche, da figure di Budda e da statue di difficile determinazione di provenienza.
Troverai una “Nike di Samotracia” nell’atrio dell’albergo “Sir Anthony”, o un bonzo mentre sali le scale del “Papagayo”, il tutto senza alcuna connessione logica.
L’architettura degli stessi alberghi è votata alla imponenza ed alla teatralità, con enormi colonne o con atri immensi e luminosissimi.
La sobrietà non è di casa a Tenerife.

Benzina
A Tenerife la benzina costa 1 Euro al litro, tondo tondo.
In Italia costa il 60% di più, per dire.

Candelaria
Nella città di Candelaria troviamo la magnifica “Basilica di Nostra Signora della Candelaria”, dedicata alla patrona non solo di Tenerife, ma di tutte le Isole Canarie.
La statua della “Vergine della Candelaria”, trovata in mare nel lontano 1392, è da secoli venerata da tutti gli abitanti dell’arcipelago, e ad essa vengono attribuiti poteri miracolosi.
La basilica è visitata ogni anni da oltre 2 milioni e mezzo di fedeli, e rappresenta a mio avviso una tappa obbligata per tutti coloro che visitano Tenerife.


Cibo
Il cibo a Tenerife richiama il generalismo degli alberghi e dei negozi, con piatti spacciati per ‘speciali’ o per ‘tipici’, ma che di speciale o tipico hanno ben poco.
Siamo in territorio spagnolo, ma la Spagna continentale è lontana migliaia di Km: per questo motivo la “paella” è in effetti un “riso con frutti di mare” nulla più. La “Crema Catalana” risulta essere un budino, il sugo di pomodoro per condire la pasta è solo acqua di colore rosso, la pizza è una focaccia con sopra ingredienti posti a casaccio, la “grigliata mista” vede la presenza solo di salsicce e wurstel. E questi sono solo alcuni esempi.
Ma il turista medio accetta di tutto e trangugia tutto, convinto di assaggiare una prelibatezza, ma che prelibatezza non è.

Clima
Il clima di Tenerife è molto particolare a causa sia della catena montuosa che attraversa l’isola sia per la particolare combinazione di correnti marine oceaniche e di venti provenienti dalle Azzorre.
Per tutti questi motivi Tenerife si trova ad essere divisa a metà: la parte meridionale, quella più ‘turistica’, è in effetti brulla ed arida e non piove praticamente mai per tutto l’anno.
La parte settentrionale è invece più piovosa, verdeggiante, ricca di vegetazione e di colture, tra le quali spiccano i bananeti e le coltivazioni di pomodori.
I venti alisei, infine, producono per tutto l’anno, lungo le alture, una perenne nuvolosità all’incirca dai 300 ai 700 metri sul livello del mare, una volta superata questa altitudine il cielo ridiviene perfettamente terso.
La temperatura è quasi costante per tutto l’anno, tant’è che si parla di “eterna primavera”, con minime e massime che oscillano davvero poco mantenendo la temperatura tra i 20 ed i 28 gradi per tutti i mesi dell’anno.
Vivere a Tenerife non è davvero male.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Le mie vacanze a Tenerife dalla A alla Z. Parte 1 di 4. A-C

  1. Vittorio ha detto:

    potevi portarti una tanichetta per la benza

    Piace a 1 persona

  2. Ci vanno ad abitare molti anziani, per il clima e per via della tassazione sui redditi.

    Piace a 1 persona

  3. annaecamilla ha detto:

    Mai stata! Mi piacerebbe proprio visitarla!

    Piace a 1 persona

  4. Massi Tosto ha detto:

    Non le conosco per niente , ho degli amici che si sono trasferiti a Porto la Cruz e a Gran Canaria , dicono che si sta bene , ma ci sono troppi Italiani

    Piace a 1 persona

  5. Aspetto le prossime considerazioni sulla tua vacanza a Tenerife prima di dirti cosa ho sentito dire da una collega che c’è stata da poco… 🙂

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Beh, ho già scritto tutto, verrà pubblicato nei prossimi 2 giorni.

      Tenerife come isola è interessante. Lo è a livello di clima/flora, perché in effetti è molto particolare.
      Ci sono città davvero carine da visitare, La Orotlava, Candelaria, e molte altre. E poi c’è il vulcano e il cosiddetto “paesaggio lunare”.

      Però la zona sud (dove ero io) è tanto, troppo commerciale, e questo non mi è piaciuto affatto.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...