“Come Nascono I Bambini”

I miei genitori non mi hanno mai parlato di sesso.
Argomento tabù, cui loro non hanno neppure mai accennato per sbaglio. Certamente si trattava per loro di un argomento difficile da affrontare, così come lo è per me nei confronti del figlio adolescente. Con una differenza, però: i ragazzi di adesso sono molto più smaliziati di quanto lo fossimo noi negli anni ’70-’80, e sanno di sesso molto più di quanto noi genitori possiamo immaginare.

Io, lo ammetto, non ne sapevo praticamente nulla.
Furono alle medie i giornaletti porno a farmi quantomeno capire come fosse fatto il corpo femminile.
Ma un tentativo, quando io avevo circa 12 anni, i miei genitori lo fecero comunque, regalandomi per Natale (!!!) il libro “Come Nascono I Bambini”, identico a quello della foto qui sopra.
Un libro con disegni molto esplicativi, dove in effetti veniva descritto con meticolosità il corpo maschile e quello femminile, con tanto di disegni anche dell’atto copulativo con il peppiniello che rilascia lo spermatozoo.
Un regalo che mi raggelò le vene, lo devo ammettere. Ma che a vederlo ora mi fa anche un po’ di tenerezza, pensando anche ai miei genitori ed al loro pudico imbarazzo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog life, libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

41 risposte a “Come Nascono I Bambini”

  1. Lu {pandored73} ha detto:

    A dodici anni eravamo ancora bambini. Ora… lasciamo perdere 🙊

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    parli di una generazione dove l’intimità sessuale era una forma di imbarazzo assoluta.
    la mia educazione sessuale avvenne alle elementari: un mio compagno di classe mi descrisse l’atto sessuale mediante la metafora del 2razzo che parte per la luna” corredata da disegni esplicativi.
    sono sicuro che la mia passione per la fantascienza è iniziata in quel momento

    Piace a 1 persona

  3. Nc ha detto:

    Perché? Non li porta la cicogna?

    Piace a 1 persona

  4. A dodici anni ne parlavamo tra amiche ma io insistevo sulla cicogna… 😂😂😂 Per fortuna che al liceo studiammo biologia.

    Piace a 1 persona

  5. Sir Babylon ha detto:

    Non è che il libro servisse ai genitori per capire da che parte iniziare?

    Piace a 1 persona

  6. Me lo ricordo questo libro. Mia sorella ne aveva uno identico. Oggi, probabilmente, mi sentirei imbarazzata a regalarlo ai miei figli… che, indubbiamente, ne sanno più di quanto ne sapessi io alla loro età. È stato carino rivedere l’immagine di copertina. Un tuffo indietro… anche per me.

    Piace a 1 persona

  7. silvia ha detto:

    Oggi con i mezzi che ci sono di comunicazione penso che non ci sia davvero più nulla da insegnare, l’importante è parlare della prevenzione e far capire che è una cosa seria e necessaria.
    Certo avendo un figlio maschio è meno complicato, personalmente quando mia figlia ha iniziato ad uscire anche con gli amici oltre che le amiche, le ho messo a disposizione il numero della ginecologa (con la quale avevo già parlato della cosa) dicendo che poteva chiamarla come e quando voleva e l’avesse ritenuto necessario, ma quando è voluta andare ha voluto che l’accompagnassi 😉

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Sono più che certo che una figlia femmina dia più pensieri, se si parla di sesso, riguardo ad un maschietto. Io stesso non so quanta ansia avrei potuto avere a saperla fuori di casa magari di sera, oppure vedendola con i primi fidanzati.
      Mio figlio 17enne è ancora molto ‘acerbo’, un po’ come ero io alla sua età.

      Mi piace

  8. Papillon, il Blog ha detto:

    Io nella prima adolescenza mi feci di nascosto dai miei un enciclopedia a fascicoli, un po’ figlia dell’emancipazione portata dal 68, ma ancora oggi valida. Autodidatta, si potrebbe dire…

    Piace a 1 persona

  9. Madved, inchiostro e silenzio ha detto:

    Un abbraccio andrew

    Piace a 1 persona

  10. Sara Provasi ha detto:

    Dev’essere fortissimo quel libro! 😀

    Piace a 1 persona

  11. quarchedundepegi ha detto:

    È difficile fare il Genitore… sotto tutti i punti di vista.
    Conosco quel libro. Stupenda la seconda illustrazione.
    Buona serata.
    Quarc

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...