La figlia del boia e il diavolo di Bamberga

Questo libro è apparso sugli scaffali della mia libreria in modo del tutto inaspettato.
Lo aveva comperato MDM (Mia Dolce Metà) più di un anno fa, ma non lo aveva letto, anzi lo aveva posto in un cassetto quasi dimenticandosene.
Sistemando i cassetti ha dissepellito il libro, trovandogli degna sistemazione.
Io l’ho visto, ho letto di cosa parlava, ed è diventato “mio”.

Un “giallo” ambientato nell’anno 1668, in una cittadina tedesca di medie dimensioni, denominata Bamberga.
Bamberga esiste ancora oggi, e l’Autore (Oliver Potzsch) ambienta con precisione le scene in zone che ancora oggi sono visitabili ed accessibili, regalando al lettore alla fine del romanzo una “guida” per visitare Bamberga e vedere con i propri occhi luoghi ed edifici (se ancora esistenti) citati nel libro.

Medioevo, superstizione, bigottismo, ed un mistero (molto concreto e poco trascendentale) da risolvere al più presto, perché le vittime iniziano ad essere troppe.
A volte l’apparenza inganna: il cattivo è solo un capro espiatorio, ed il buono è un insospettabile.
O nel medioevo, in un intreccio di religione e superstizione, queste regole non valgono?

Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a La figlia del boia e il diavolo di Bamberga

  1. Misteryously ha detto:

    Bello mi garba il genere

    Piace a 1 persona

  2. glencoe ha detto:

    L’ha ripubblicato su l'eta' della innocenza.

    "Mi piace"

  3. gaberricci ha detto:

    Mi hai incuriosito, per altro Bamberga è la città dei sabba per eccellenza. Ma… chec’entra il medioevo?

    Piace a 1 persona

  4. Massi Tosto ha detto:

    IL bigottismo fa paura anche oggi , il medioevo invece mi piace molto , quindi lo prenderò

    Piace a 1 persona

  5. francescodicastri ha detto:

    Sto pensando proprio di scrivere dei gialli in cui l’investigatore è un ex soldato incaricato da Carlo Magno in persona…

    Piace a 1 persona

  6. manofroma ha detto:

    Interessante. Però, questo diavolo, dove sta? La trascendenza (il diavolo essendo spirito) mi interessa, Kikkakone’ 😉

    Piace a 1 persona

  7. SaraTricoli ha detto:

    Non è molto il mio genere, ma poter visitare il luoghi descritti in un libro mi attira molto. Quindi grazie per averlo specificato, ci faccio un pensiero 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...