Il premio di produzione

Fino ad alcuni anni fa in questo periodo arrivava a tutti i dipendenti dell’Azienda dove lavoro il fatidico “premio di produzione”.
Esso andava a ricompensare un periodo di lavoro molto intenso, quello delle “Denunce dei Redditi”, che coinvolgeva in modo impegnativo la maggior parte dei dipendenti. Chi gestiva i programmi informatici, chi fissava gli appuntamenti, chi curava l’organizzazione, chi inseriva le scritture contabili, chi aveva un rapporto diretto con i Clienti.

Le “Denunce dei Redditi” rappresentavano non solo un periodo molto impegnativo, ma anche molto remunerativo per l’Azienda stessa, al punto che la Direzione aveva
stabilito di premiare tutti indistintamente ogni anno con un intero stipendio.
Non solo: veniva organizzata una cena conviviale, solitamente in posti molto caratteristici, e qui arrivava un ulteriore regalo di forma tangibile. Poteva trattarsi di un orologio (per lui e per lei), un oggetto in argento, o una busta con all’interno il buono per ritirare il regalo direttamente in negozio. Negli anni portammo a casa un cellulare, un impianto hi-fi, un elettrodomestico a scelta, un piccolo televisore.

L’Azienda si dimostrava prodiga anche in altre occasioni: al compimento di 10/20/25/30/40 anni in Azienda, il dipendente riceveva stipendio doppio.
Niente male, vero?

Con gli anni la maniche iniziarono a stringersi.
Dopo il periodo delle “Denunce dei Redditi”, il premio di produzione si ridusse al 70% dello stipendio, poi al 50%, poi venne abolito del tutto.
Alla cena i regali sono diventati sempre meno di valore (cravatte, cinture, foulard) al punto che fecero più bella figura a smettere di farli.
Anzi, è proprio stata abolita la cena, con buona pace di chi non ne vedeva l’ora.
Lo stipendio doppio per i Dipendenti “storici” venne mantenuto solo per i 25 anni, poi fu abolito del tutto.

Ad oggi rimane solo il panettone a Natale (nulla a Pasqua), che riceviamo con piacere, ma con la memoria che corre a quando eravamo “ricchi” ed i regali erano tutta un’altra cosa.


“Che figata, ci regalano una spilla!”

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

32 risposte a Il premio di produzione

  1. Vittorio ha detto:

    a natale neanche il panettone
    ci radunano tutti e ci fanno sopportare un discorso autocelebrativo a più voci di almeno un’ora
    un calcio nel culo sarebbe più onesto
    nel contratto fiat non esiste il premio ma l’incentivo: se sei presente al lavoro ti danno un euro; se non lo sei non te lo danno

    Piace a 1 persona

  2. quarchedundepegi ha detto:

    Sorrido… sì, sì, sorrido. Sorrido davvero.
    Non solo i tempi son cambiati, ma, penso che sarà sempre peggio… e mi dispiace per i miei nipoti.
    Sono le banche a comandare… che prima davano l’interesse, ora stanno per prenderselo… l’interesse.
    E il Governo va loro dietro. Con la scusa di combattere l’evasione fiscale, faranno guadagnare alle banche ancor più soldi… e se avvantaggiano i Capi con Bonus favolosi.
    BUONGIORNO.
    Quarc

    Piace a 2 people

  3. tramedipensieri ha detto:

    Eh mi sa che ovunque si stanno stringendo i cordoni. Spero non arrivino sino alla collo …

    Piace a 1 persona

  4. francescodicastri ha detto:

    Io (arrossisco a dirlo) ho preso il punteggio più alto di tutta l’azienda nel 2018 (98%) per il raggiungimento dell’obiettivo. Che comporta un bonus economico proporzionato (la % di una mensilità). Ma quest’anno cambio contratto e mi sa che ciulano anche me.

    Piace a 1 persona

  5. Giuliana ha detto:

    Ahahahahahahah a Natale se non lo portiamo noi il panettone … come vedi c’è chi sta messo peggio

    Piace a 1 persona

  6. silvia ha detto:

    Sotto lo stato funziona più o meno come da Vittorio, una volta la produttività era quasi uno stipendio, adesso non arriva alla metà e ce lo pagano con quasi 2 anni di ritardo, infatti dobbiamo ancora prendere quello del 2018.

    Piace a 1 persona

  7. Misteryously ha detto:

    Non so se ridere, se piangere, se andare al gabinetto e chiudermi del vater….non so…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...