La sconfitta che rende forti

Credo che i ragazzi, sin da piccoli, debbano imparare ad affrontare le sconfitte e le delusioni.
Un brutto voto, un risultato sportivo deludente, perdere nel gioco con gli amici… secondo me li fortifica e li rende più capaci di affrontare le future avversità.

Ho visto amici di mio figlio, abituati ai 10 ed a primeggiare *sempre* nello sport, sciogliersi come neve al sole ai primi brutti voti (che prima o poi arrivano, magari alle superiori) o al primo rigore sbagliato.

Sono le avversità a renderci forti.
Se va sempre tutto liscio ci si abitua ad un mondo semplice, quando semplice non è.

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

34 risposte a La sconfitta che rende forti

  1. Vittorio ha detto:

    la foto: (s)gambetto di regina?
    il post: si, nella vita si impara ad andare avanti in base al confronto tra le esperienze che facciamo. una vita facile porta a pensare che tutto sia facile e viceversa. così come prima di imparare pedalare si cade di sella

    Piace a 1 persona

  2. Misteryously🐰 ha detto:

    Con il giusto equilibrio…… buongiorno

    Piace a 1 persona

  3. Hadley ha detto:

    Però pare che le nuove “mode” sull’educazione dicano esattamente il contrario, io in realtà concordo con te

    Piace a 1 persona

  4. The Butcher ha detto:

    Se si riesce sempre in quello che si fa e non si perde mai, c’è qualcosa che non va. La sconfitta è importante per maturare e migliorarci.

    Piace a 1 persona

  5. Massi Tosto ha detto:

    Bisogna insegnare ad accettare la sconfitta , perché è parte della stessa medaglia , non si può vincere sempre , ma migliorarsi ogni giorno si può fare

    Piace a 1 persona

  6. indianalakota ha detto:

    A me le sconfitte hanno insegnato tantissimo:in primis a rialzarmi e a prepararmi per dare il meglio la volta dopo. E anche che non si può sempre essere i primi e che in fondo non importa nemmeno:l’importante è vincere la sfida contro sé stessi

    Piace a 1 persona

  7. francescodicastri ha detto:

    Avrei preferito qualche fregatura in meno, in passato, ma se doveva succedere per farmi arrivare dove sono arrivato, ok 🙂

    Piace a 1 persona

  8. Harley ha detto:

    Si chiama resilienza…

    Piace a 1 persona

  9. Erik ha detto:

    Totalmente d’accordo, e ti sostengo con i fatti…. sconfitta e vittoria sono due eventi che vanno “spiegati” perchè entrambi possono essere illusori in un senso o nell’altro. Secondo me (e il mio moto storico “la sconfitta è uno stato mentale” lo testimonia) spesso che si trova a lavorare con i bambini sottovaluta questi aspetti. La sconfitta insegna sempre e non è mai un risultato definitivo universale, così come giusto e sbagliato… sono elementi che vanno capiti e trattati non drammi infiniti… e torniamo sempre li… equilibrio… tutto gira attorno alle fasi in cui esso non è presente e tutto si riconduce nei pressi dello stesso, anche starne leggermente fuori da una parte o dall’altra non è un problema ma riconoscerne l’essenza forse può essere la chiave… 🙂
    Ciao Andrea!!!

    Piace a 1 persona

  10. Mr.Loto ha detto:

    Hai proprio ragione, il problema è che spesso sono i genitori a volere che i figli primeggino in tutto e sono perfino capaci di aggredire i professori che danno loro brutti voti. Una volta non era così.
    Un saluto

    "Mi piace"

  11. La Grazia ha detto:

    Sono cresciuta accanto a una famiglia dove entrambi i genitori davano urla gioiose per inneggiare la bellezza e le qualità dei loro figli poi nipoti e pronipoti tanto che li si sentiva dalla strada e dalla stazione.
    Un giorno gridarono che uno si era fatto male e non accorse nessuno, chiesero e nessuno aveva capito che non si trattava di grida di incitamento ma di dolore 😀

    Piace a 1 persona

Rispondi a Mr.Loto Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...