Tokelau e la data fantasma: cosa accadde il 29 dicembre 2011?

Chi non sognerebbe di abitare in una remota isola corallina nell’Oceano Pacifico e vivere l’intera esistenza senza alcun problema di stress?
L’arcipelago di Tokelau è formato da 3 magnifiche isole coralline, tre piccoli atolli della dimensione complessiva di circa 10 Kmq posizionati vicino alle Isole Samoa.

Purtroppo è difficile raggiungerle.
Prive (ovviamente) di aeroporto, l’unico collegamento è rappresentato dalle navi che, causa presenza della barriera corallina, sono costrette ad attraccare al largo e portare i beni di prima necessità per mezzo di apposite scialuppe. Ovvio che, in queste condizioni, di turisti non ve ne sia neppure l’ombra.
L’economia è dunque di sola sussistenza, basata su pesca e agricoltura. Negli ultimi anni vi è stato il boom del PIL grazie alla registrazione di siti web gratuiti dal suffisso .TK, molti dei quali nel frattempo sono diventati a pagamento garantendo alla Nazione una piccola entrata ‘extra’.

Una cosa strana accadde a Tokelau nel 2011.

Fino a quell’anno le Isole Tokelau appartenevano ad un fuso orario differente da quello della Nuova Zelanda, Nazione da cui dipendono a livello amministrativo.
Ma il 28 dicembre 2011 venne deciso di cambiare fuso orario e di uniformarsi proprio a quello della Nuova Zelanda.
Per questo motivo alla mezzanotte del 28 dicembre 2011 ci fu lo “switch” del fuso orario e Tokelau passò ad Ovest della linea di cambio data, trovandosi automaticamente nel 30 dicembre 2011, di fatto abolendo il 29 dicembre 2011 dai loro calendari.

Questa voce è stata pubblicata in geografia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Tokelau e la data fantasma: cosa accadde il 29 dicembre 2011?

  1. tramedipensieri ha detto:

    Ah…non è che si è abolito il 30, ma s’è fatto il salto. Che strano…un vuoto proprio

    Piace a 1 persona

  2. Massi Tosto ha detto:

    Intanto il mare di quella laguna è meraviglioso

    Piace a 1 persona

  3. silvia ha detto:

    Davvero una curiosità, fatto credo unico nel genere, buona giornata.

    Piace a 1 persona

  4. francescodicastri ha detto:

    Ecco dove andrò in pensione 😁

    Piace a 1 persona

  5. Vittorio ha detto:

    L’isola del giorno prima di Umberto eco

    Piace a 1 persona

  6. gaberricci ha detto:

    Storie che dimostrano che il tempo è un concetto piuttosto relativo :-). Ne sono capitate spesso, in passato, di cose simili ai cambi di calendario: nel Cinquecento, un anno ha perso ben quindici giorni; qualche volta per riallineare i calendari c’è stato il 30 febbraio, e via di questo passo.

    Piace a 1 persona

  7. Paola Bortolani ha detto:

    Noooo, quindi sarei invecchiata un giorno prima?!?! 🙂

    Piace a 1 persona

  8. mizan ha detto:

    Fantastic post

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...