La via della seta

Il popolo dei “Seri” venne descritto per la prima volta da Plinio il Vecchio (I sec. D.C.), il quale ci racconta che fossero “individui di alta statura, biondi di capelli e con gli occhi azzurri, dotati di voce rauca e di una lingua poco adatta al commercio”.
In realtà i Seri erano bravi nel commercio, ed il prodotto che otteneva maggiore apprezzamento era la seta.
Il loro territorio, la “Serica”, non fu mai ben identificato, anche se da alcune descrizioni si può assumere si trovasse nello Xinjiang (zona occidentale della attuale Cina).


In basso a sinistra il Mar Caspio, poi la “Scizia di là dagli Imai” (Himalaya), poi la “Terra Incognita”, ed in alto a destra la Serica

Un itinerario usato per i commerci esiste in Asia sin dal V sec. A.C.: esso collagava la Persia ad ovest fino al Mar Egeo, e ad est fino all’India, ed era lungo circa 3mila Km.
Sotto Alessandro Magno queste vie di comunicazione si ampliarono, fino a comprendere l’Afghanistan a nord, il Golfo Persico a sud, e pure le sponde dall’Africa Orientale.
Fu solo nel I sec. A.C., con lo spostamento militare cinese verso il centro dell’Asia, ed il concomitante ampliamento dell’Impero Romano verso est, che si aprirono gli itinerari, lunghi quasi 8mila Km, che definirono per quasi 2mila anni la “via della seta”.

La “via della seta” non aveva un percorso univoco.
Vi era più di un itinerario terrestre, i più trafficati a nord, i meno trafficati a sud.
C’erano percorsi fluviali (fiume Oxus, fiume Iassarte, attraverso poi il lago d’Aral ed il mar Caspio).
C’era poi anche il percorso via mare (Golfo Persico, Mar Rosso, Mare Mediterraneo).

Il nome “via della seta” è di epoca recente. E’ del 1877 il libro “Tagebucher aus China” dove l’Autore, il geologo tedesco Ferdinand von Richthofen, per la prima volta parla di “Seidenstraße”, ossia “via della seta”.

La seta fu “scoperta” dai Romani durante le conquiste in terra d’oriente, quando ci si accorse che i vessilli delle popolazioni incontrate erano di un tessuto più luminoso, liscio e colorato rispetto ai tessuti fino ad allora conosciuti.
Lo stesso Plinio riteneva che questo tessuto fosse di origine vegetale e lo definì “lana delle foreste”.

“I Seri sono famosi per la sostanza lanosa che si ottiene dalle loro foreste. Dopo un’immersione nell’acqua essi pettinano via la peluria bianca dalle foglie…”.
Plinio il Vecchio, “Storia Naturale”

Ma a viaggiare lungo la “via della seta” vi erano altre merci preziose: avorio, giada, vetro, pellicce, bestiame e prodotti della terra sconosciuti prima di allora.
Non solo.
Attraverso la “via della seta” viaggiavano culture, conoscenze, scienze di vario tipo (matematica, geometria, astronomia), e religioni.
Le città più importanti lungo la “via della seta” erano Roma, Atene e Costantinopoli in Europa, Baghdad in Medio Oriente, Samarcanda nell’attuale Uzbekistan, e Hotan e Xi’an in Cina.
Della bellissima Samarcanda parleremo domani.

Questa voce è stata pubblicata in blog life, storia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a La via della seta

  1. Vittorio ha detto:

    “Oh oh cavallo, oh oh”

    Piace a 1 persona

  2. Misteryously ha detto:

    Che bello Andrew ho letto con piacere

    Piace a 1 persona

  3. francescodicastri ha detto:

    Bell’articolo. Posso approfittare e farne un paio su Marco Polo? 😜

    Piace a 1 persona

  4. Quanto sarebbe bello viaggiare nel mondo quando si studiano le cose a scuola, e poi, vedere realmente come alcune cose venivano realizzate! Mi hanno sempre affascinato queste cose!

    Piace a 1 persona

  5. mizan ha detto:

    Great post

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...