Saturday Pop. Roberto Vecchioni: “Samarcanda”

Il territorio dove sorge oggi la città di Samarcanda presenta tracce di insediamenti umani databili al periodo del Paleolitico, anche se la vera nascita della città può essere fatta risalire ai secoli VIII e VII A.C.
Si tratta di una città antichissima (oggi si trova in Uzbekistan) che, grazie alla sua privilegiata posizione lungo la “via della seta” (vedi post di ieri), divenne in breve tempo una delle città più importanti, ricche e popolose dell’Asia centrale.

Più volte invasa e saccheggiata, venne visitata anche da Marco Polo, che così la descrisse:

“Samarcan è una città nobile, dove sono bellissimi giardini, e una pianura piena di tutti i frutti, che l’uomo può desiderare. Gli abitanti, parte son Cristian, e parte Saraceni, e sono sottoposti al dominio d’un nepote del Gran Can.”
Marco Polo, “Il Milione”

Successivamente Samarcanda divenne capitale dell’Impero Timuride governato da Tamerlano, diventando un importantissimo centro economico, artistico e culturale.
Poi nei secoli il suo fascino svanì, e la città ebbe un declino.
Oggi fa parte dell’Uzbekistan ma è reclamata dal Tagikistan, che dice debba appartenere al loro territorio per motivi storici.


La meravigliosa moschea di Bibi-Khanym

Resta il fatto che Samarcanda è una città che fa volare il pensiero verso un mondo quasi magico, che ci fa immaginare la bellezza e le ricchezze di una terra lontana nello spazio e nel tempo.
Proprio a Samarcanda si ispira Roberto Vecchioni per la canzone che dà titolo non solo ad un brano, ma addirittura all’intero suo album del 1977.
Un soldato, finita la guerra, scappa dalla morte fuggendo a cavallo fino ad una città lontanissima, Samarcanda.
Dove tuttavia la morte lo stava già attendendo.

“corri cavallo, corri ti prego
fino a Samarcanda io ti guiderò,
non ti fermare, vola ti prego
corri come il vento che mi salverò”

Una trama che si ispira ad una favola orientale e ad un racconto presente nel Talmud, libro sacro della religione ebraica.

Roberto Vecchioni
Samarcanda
7″
Anno: 1977
Casa discografica: Philips
Numero di catalogo: 6025175

A Samarcanda
B Canzone Per Sergio

Questa voce è stata pubblicata in saturday pop e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a Saturday Pop. Roberto Vecchioni: “Samarcanda”

  1. francescodicastri ha detto:

    La canzone mi è sempre piaciuta, Vecchioni no (per ovvi motivi)

    Piace a 1 persona

  2. Samarcanda mi piace molto! Il ritmo , lo avverto nelle vene! La testa diventa spensierata!
    Buon week end carissimo

    Piace a 1 persona

  3. Massi Tosto ha detto:

    Una bella canzone , una città meravigliosa , ciao K

    Piace a 1 persona

  4. Vittorio ha detto:

    Giovedì sera parlavo di musica in birreria. Ho detto che il cantautore in Italia è sparito. Rimangono de Gregori e vecchioni.

    "Mi piace"

  5. SaraTricoli ha detto:

    Questa canzone mi ha sempre affascinata… ecco perché anch’io tempo fa ho fatto un po’ di ricerche su di lei e su Samarcanda …
    ho letto con piacere il tuo interessante articolo
    Complimenti 😘

    Piace a 1 persona

  6. Paola Bortolani ha detto:

    A parte che la-so-tutta :), mi è piaciuta dal primo momento per il suo riferimento all’ineluttabilità del destino. Credo sia proprio così. La città, mi dicono (non sono mai stata) è molto rifatta, in ogni caso un viaggio in Uzbekistan non è costosissimo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...