Saturday Pop. Ramones: “Pet Sematary”

La genesi di questa canzone, una delle più famose della punk rock band americana, è avvolta nel mistero, con conferme, smentite, e qualche dato di fatto.
Una delle poche cose certe è che Stephen King, autore del romanzo “Pet Sematary” da cui stava venendo tratto l’omonimo film, fosse un fan dei Ramones, e che volle approfittare della presenza della band nel Maine per invitarli a cena.
Già qui la storia diventa confusa: li invitò a casa sua come ricorda il batterista Marky Ramone nel suo libro del 2014 “Punk Rock Blitzkrieg: My Life as a Ramone”, oppure al ristorante come invece afferma lo stesso Stephen King?
“Stronzate” disse lo scrittore dopo l’uscita del libro “non abbiamo mangiato a casa mia”.
Marky Ramone aggiunge pure alcuni particolari alla vicenda: “Durante un intervallo dell’amichevole tra gli Yankees e i Red Sox, King diede a Dee Dee una copia del
suo romanzo “Pet Sematary” e Dee Dee scrisse la canzone “Pet Sematary” in meno di un’ora.”
King rimarca: “Questa storia sul loro arrivo a casa mia è una cazzata totale”, tanto per rendere la vicenda ancora più misteriosa, un po’ come i suoi romanzi.

Il film sarebbe poi uscito nelle sale cinematografiche nel 1989, con la canzone dei Ramones nei titoli di coda, ma sul brano composto da Dee Dee Ramone avrebbero messo le mani anche altre persone.

“I don’t want to be buried in a pet sematary
I don’t want to live my life again”

Daniel Rey, produttore dei Ramones, diventò co-sceneggiatore del film e modificò la canzone per adattarla meglio al contesto del film, mentre il produttore Jean Beauvoir contribuì a dare alla canzone uno stile più commerciale adatto alla diffusione radiofonica e all’inclusione nella colonna sonora del film.
Caratteristico il video musicale, girato in una fredda notte di gennaio al cimitero newyorkese di Sleepy Hollow, tra lapidi e tombe vere.

“The moon is full, the air is still
All of a sudden I feel a chill
Victor is grinning, flesh rotting away
Skeletons dance, I curse this day
And the night when the wolves cry out
Listen close and you can hear me shout”

Il successo della canzone fu strepitoso, diventando uno dei brani più famosi nella pur lunga carriera musicale dei Ramones.
Le critiche tuttavia non mancarono.
Alcuni fans apprezzarono poco la deriva commerciale dei Ramones, che dal “punk rock” si stavano pericolosamente spostando verso una musica di massa, e pure la critica musicale la bocciò nettamente (a mio personalissimo parere sbagliando in pieno).

Dee Dee Ramone, co-autore del brano, avrebbe lasciato la band subito dopo aver girato il video, sostituito da CJ Ramone. La band lo allontanò a causa dei suoi problemi con la droga, che lo avrebbe portato alla morte nel 2002 per overdose.

“I don’t want to be buried in a pet sematary
I don’t want to live my life again”

Ramones
Pet Sematary
7″
Anno: 1989
Casa discografica: Chrysalis
Numero di catalogo: CHS 3423

A Pet Sematary
B All Screwed Up

Questa voce è stata pubblicata in blog life e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

37 risposte a Saturday Pop. Ramones: “Pet Sematary”

  1. Chef V. ha detto:

    Sia la song, che il libro e pure il film furono e continuano ad esserlo ancora davvero spettacolari

    Piace a 1 persona

  2. Alessandro Gianesini ha detto:

    Sempre tanta roba i Ramones: al sabato mattina, poi… 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Vittorio ha detto:

    Ad essere puristi i primi due dischi dei Ramones possono essere considerati pink al cento per cento. Nel tempo si ammorbidirono e commercializzarono la loro musica.
    Per se magari ne è l’esempio lampante
    Bello il libro e bello il film. Il remake dell’anno scorso una cagata.

    Piace a 1 persona

  4. wwayne ha detto:

    Concordo con Vittorio sul fatto che il remake di Pet Sematary è materia escrementizia allo stato puro.
    Riguardo al tuo post, il linguaggio colorito con cui Stephen King sconfessa il racconto dei Ramones mi fa pensare che in seguito il loro rapporto si sia incrinato. Anzi, il fatto stesso che Stephen King lo sconfessi lascia presupporre questo, al di là del linguaggio utilizzato.
    Riguardo al fatto che alcuni fan criticarono i Ramones per la loro “deriva commerciale”, questa sì che è una stronzata. Non ci ho mai visto nulla di male nel fatto che un artista ambisca a piacere alle grandi masse, anzi la ritengo una cosa naturale: se ha il talento necessario per arrivare ad un largo successo di pubblico, il vero peccato sarebbe continuare a scrivere canzoni che piacciono soltanto ad un ristretto numero di persone.
    Inoltre, quando un artista cambia stile non è detto che lo faccia soltanto per incassare qualche dollaro in più: magari lo fa perché è stufo di rimestare sempre la stessa zuppa, facendo con lo stampino cento canzoni tutte uguali le une alle altre.

    "Mi piace"

  5. La Grazia ha detto:

    manco li sapevo, ma che musica sento ? io non ci mangerei da king
    però ci andrei da De Beers

    Piace a 1 persona

    • Kikkakonekka ha detto:

      Ognuno ascolta la musica che preferisce, io non giudico nessuno.
      Mi spiace ci sia qualcuno, come mio nipote, che dice “non mi piace ascoltare musica”. E’ qualcosa che non riesco a concepire.

      "Mi piace"

      • La Grazia ha detto:

        Potrebbe avere problemi di udito o dì otite, io ebbi una otite che i farmaci peggiorarono sembrava fossi in una campana cosmica
        Un mio vicino ha il figlio con l apparecchio e nonostante lo chiamassi a gran voce non si girava glielo dissi al padre e dopo due mesi lo porto a visita e lo hanno rioperato
        Ovvio non credo tuo nipote abbia problemi così ma ci sono momenti che manco noi vogliamo sentire niente
        Dopo questo preambolo scassa cabaziz che non c’entra nulla, io amo alcuni tipi di musica ma altri mi sembrano solo rumori però andrò a un concerto appena ne faranno di qualunque cosa anche heavy metal tutto

        Piace a 1 persona

  6. Lu•{TheCausticMisanthrope} ha detto:

    Solo like perché mi è sempre piaciuta la rubrica Saturday Pop, ma non conosco nessuno dei tre 😄

    Piace a 1 persona

  7. silvia ha detto:

    non è il mio genere, buon sabato 😉

    Piace a 1 persona

  8. Sephiroth ha detto:

    Vidi il fim del 1989. Non so se quello fatto lo scorso anno sia un remake o meno. Ma lo scoprirò. 🤔

    Piace a 1 persona

  9. Massy ha detto:

    Pet Semetery, un lavoro punk-rock di una band che io amo moltissimo, essendo un rockettaro puro puro puro ed un lettore di King. Una bella pellicola quella del film tratto dall omonimo romanzo di Stephen King che amava i Ramones con molta considerazione per i loro pezzi.

    Piace a 1 persona

  10. Massi Tosto ha detto:

    Grande pezzo , il libro e il film non li conosco , ma la storia intricata tra King e i Ramones è intrigante , buona domenica K

    Piace a 1 persona

  11. Neogrigio ha detto:

    ho scritto anche io un post simile, stesso argomento, stesso libro e stessa canzone. Ah, si, adoro la canzone, ma non quanto il libro…il libro è un capolavoro. L’hai letto?

    Piace a 1 persona

  12. Pingback: Dieci alla decima: 10 canzoni carine per un funerale | Non sono ipocondriaco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...