“Il triplete è merito mio (e l’Inter non lo sa)”

Ho un enorme debito di riconoscenza nei confronti di Roberto Torti e, parafrasando il titolo del suo ultimo libro, anche lui non lo sa.
E’ grazie a lui, infatti, che oltre 10 anni fa ho conosciuto il mondo dei blog, e leggendo Roberto trovai in lui quello che cercavo per me stesso: la possibilità di esprimermi con un diario leggibile a chiunque, approfondire gli argomenti per me più interessanti, confrontarmi con i lettori, usare un pizzico di ironia.

Lui, Roberto Torti, a quel tempo era abbastanza sconosciuto, si faceva chiamare “Settore” (è una storia lunga…), parlava spesso di Inter (ma non solo) e di lavoro faceva il casellante (battuta che può capire solo lui!).

Entrai nel suo mondo, senza che lui se ne fosse mai accorto: infatti non commentavo praticamente mai, anche perché il 99% dei suoi lettori era di fede interista ed io, misero milanista, mi sentivo abbastanza un intruso. Sapevo delle sue gare podistiche, vivevo tramite lui le vicende nerazzurre, ridevo come un matto alle sue finte lezioni universitarie e alle sue divagazioni scientifiche, e più in generale arrivavo a conoscere anche i commentatori più assidui del suo blog, “Hal” in particolare.

Il suo “outing” (ricordo ancora il suo post a riguardo) con il quale da “Settore” iniziò a palesarsi con il suo vero nome, fu il viatico per le sue prime pubblicazioni su libro. Parlando di Inter, ovviamente, ma non solo.
Roberto Torti è una persona intelligente, ironica ed autoironica, e di lui adoro il modo di scrivere, piccola/grande ispirazione per il mio blog. Per questo ho parlato all’inizio di “debito di riconoscenza”. Anche le foto a fine “post”, con didascalia ironica e spesso in contrasto con il tema del “post” stesso, sono frutto dei suoi insegnamenti. Sempre a sua insaputa.

Il suo ultimo libro, “Il triplete è merito mio (e l’Inter non lo sa)”, ripercorre i 4 mesi più incredibili per un tifoso interista: quelli che hanno portato 10 anni fa alla vittoria di Campionato, Coppa Italia e Champions League, con il condottiero Mourinho in prima linea contro tutto e contro tutti.
Il libro non è solo per interisti, e lo dimostra il fatto che lo abbia letto io, orgogliosamente milanista da sempre.
Si rivivono i momenti sportivi, quello sì, ma c’è molto di “Settore” in ogni pagine: le figlie, i colleghi, il podismo, gli amici, l’ironia.
E mi aspettavo, conoscendo Roberto Torti, una dedica speciale a coloro che ci hanno lasciato in questi anni, mi riferisco non casualmente proprio ad “Hal”.

Nel blog di Settore/Roberto Torti, che vi invito a seguire se siete interisti (ed anche se non lo siete) (ma se siete juventini sfegatati magari lasciate perdere) troverete non solo tanta ironia, ma anche la mia foto con il libro in mano. Un milanista con in mano un libro simbolo dell’interismo moderno!


Dal blog di Settore. Io sono il bell’uomo della foto di destra, con maglietta gialla, il frigorifero rosso, ed il libro nerazzurro. Foto scatatta da MDM (Mia Dolce Metà) che nel frattempo si è fatta tatuare sul braccio il simbolo dell’Inter

E se siete interisti, o avete amici interisti, o anche se non lo siete affatto, il libro lo troverete delizioso.

(grazie, Sect)
Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a “Il triplete è merito mio (e l’Inter non lo sa)”

  1. A me non piace il calcio ed il maritozzo è juventino 😆, però è sempre bello trovare un libro che ci appassiona e ci entusiasma.

    Piace a 1 persona

  2. Vittorio ha detto:

    se dovessi fare una fotografia con in mano un libro sul toro, la farei in bagno :))

    Piace a 1 persona

  3. Raffa ha detto:

    Sono iuventina, ho capito che non è aria…

    Piace a 1 persona

  4. Alessandro Gianesini ha detto:

    😀

    Piace a 1 persona

  5. gaberricci ha detto:

    Curioso. Anche io sono entrato nel “blogging” leggendo un interista… che parlava non solo di Inter ma di un sacco di altra roba.

    Piace a 1 persona

  6. Sephiroth ha detto:

    Non commento qui. 🤦🏻‍♂️

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...