Il giorno più bello della mia vita

Fu una giornata attesa da mesi, il cui scorrere è ancora ben impresso nella mia memoria.
Il ginecologo aveva indovinato perfettamente.
Con me presente aveva posto a MDM (Mia Dolce Metà) alcune domande molto precise:
– data presunta del concepimento
– data ultime mestruazioni
– capitale della Namibia
– radice cubica di 343

Dubito che le ultime due domande siano servite a qualcosa, ma il medico ha estratto uno strano strumento “magico”, con dei dischi rotanti numerati, e con certezza assoluta ha dichiarato: “Vostro figlio, o figlia, nascerà il 21 luglio. Il regolo ostetrico non mente”.
Bene, capii che si trattava di un “regolo ostetrico” e non di uno strumento sciamanico o legato alla cartomanzia.

MDM non sapeva ancora di essere incinta, ma nel frattempo ci eravamo fatti due concerti, tra cui quello dei Faithless dove – eravamo giovani! – pogammo fino a sfiancarci.
Ma nel grembo c’era già una forma di vita, che avrebbe capito in fretta che a casa nostra se non si ascolta la musica non si mangia la minestra.

Fu la ecografia morfologica e evidenziare che il nascituro sarebbe stato un maschietto.
Così iniziò il toto-nome.
Decidemmo in 3 minuti.
Io avevo un nonno di nome Pietro, MDM aveva un nonno di nome Pietro.

Pietro.

Alla mamma di MDM (mia suocera, futura nonna) confidammo il nome scelto senza giri di parole.
Ai miei genitori (futuri nonni) facemmo indovinare.
Ebbene, nonostante il nome Pietro fosse già presente nella nostra famiglia, essi elencarono decine e decine di nomi senza indovinare.
Mio padre si rivolse anche al calendario di Frate Indovino per cercare di indovinare il nome del futuro nipote: azzardò i nomi Dino, Pierangelo, Elia, Gaetano…  tutti bei nomi, per carità, ma possibile non indovinare “Pietro”?
Alla fine glielo dicemmo noi, esausti dalla litania di nomi assurdi.
Rimasero senza parole. Forse addirittura commossi.

Durante i mesi di attesa preparammo la cameretta per il futuro inquilino.
Arrivati al 9° mese preparammo la famosa “borsa per l’ospedale”.
Poi, incredibile ma vero, esattamente il 21 luglio 2002 iniziarono le contrazioni: il ginecologo aveva indovinato il giorno esatto.

Era una domenica mattina. Molto mattina. Cronometrammo le contrazioni, e capimmo che era giunto il momento della nascita.
Ci vestimmo in fretta, colazione in fretta, e via senza indugio all’ospedale.
Ovviamente dimenticammo a casa la “borsa per l’ospedale”, per cui dovetti tornare a casa a prenderla, mentre nel frattempo MDM veniva monitorata.
Pietro se la prese comoda e il travaglio fu lungo e, per MDM, davvero estenuante.
Non lasciai mai MDM sola nemmeno per un minuto, nemmeno in sala parto, dove in effetti capii come mai molti futuri papà siano spesso svenuti.
Il parto fu complicato, dovettero intervenire anche alcuni ostetrici di supporto, ed uno di loro fece (per alleggerire la tensione, ci disse poi) un vero servizio fotografico sulla nascita di Pietro. Vi giuro che abbiamo anche una foto in cui lui era fuori solo con la testa (non gliela abbiamo mai fatta vedere).

15:48

Tenerlo in braccio appena nato è stato il momento più bello della mia vita.

Lavato, pesato, misurato, auscultato… e poi via verso un lavaggio più accurato. Mentre MDM veniva suturata (“Partorirai con dolore” era vero), fui io a tenerlo in braccio per portarlo a fare la prima doccia della sua vita.
Poi di ritorno e annuncio ai neo-nonni, nel frattempo avvisati e prontamente accorsi.

Era nato Pietro.
Il giorno più bello della mia vita.

Oggi Pietro diventa maggiorenne, non mi sembra vero. Mi sembra “ieri” quel famoso giorno in cui nacque.
Quante cose sono capitate in questi 18 anni, belle e brutte.
Per esempio le 2 nonne non ci sono più, resta solo mio padre.
Pietro riceverà dei regali che nemmeno lui si aspetta, non so se si commuoverà (lui non si commuove praticamente mai, o almeno non lo dà a vedere), ma io ed MDM certamente sì.

Questa voce è stata pubblicata in famiglia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

46 risposte a Il giorno più bello della mia vita

  1. Auguri a Pietro. Più che il regolo ostetrico, è tua moglie a essere precisa. Io l’ho usato per anni, avendo fatto volontariato con le donne in gravidanza.

    "Mi piace"

  2. Mi sono commossa! Bellissimo racconto… Tanti auguri a Pietro! (Peraltro un nome che mi piace molto)

    "Mi piace"

  3. Vittorio ha detto:

    auguri a pietro
    la radice cubica di 343 è 7

    Piace a 2 people

  4. Nemo&Nancy ha detto:

    Tantissimi Auguri per questo traguardo importante, i 18 Anni sono il primo di una lunga serie di traguardi che ti resteranno dentro il cuore… Impara tutto ciò che puoi apprendere dai tuoi genitori, da tuo nonno ( che tra l’altro è una immensa fonte di saggezza e conoscenza ), sii avido di conoscenza e non saziarti mai del sapere… Buon Compleanno amico e Tantissimi auguri anche a Voi splendidi genitori… Nemo&Nancy di NemoInCucina!!!

    Piace a 1 persona

  5. Tanti auguri! Tra l’altro un nome che mi piace un sacco: molto… solido (non è un gioco di parole, è proprio la sensazione che dà)

    Piace a 1 persona

  6. Paola ha detto:

    AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII❤❤❤❤❤❤❤sono commossa

    Piace a 1 persona

  7. vittynablog ha detto:

    Le tue bellissime parole mi hanno completamente coinvolta, facendomi commuovere fino alle lacrime. Allora prima di tutto a uguri a voi, splendidi genitori, poi auguri a Pietro per questo importante traguardo del 18 esimo compleanno!!!!! ❤

    Piace a 2 people

  8. Raffa ha detto:

    Splendido racconto! Complimenti a tua moglie per aver accettato il servizio fotografico… io avrei tirato calci all’ostetrico.

    Piace a 1 persona

  9. Raffa ha detto:

    …e auguri a Pietro, anche se non gliene potrà fregare di meno dei nostri auguri!!

    Piace a 1 persona

  10. La Grazia ha detto:

    Puffetto
    Sarà cambiato ?
    Auguri 🎉 anche al suo papà

    Piace a 1 persona

  11. Dev’essere un maggiorenne felice, se vive in una casa dove “se non si ascolta la musica non si mangia la minestra” 🙂

    Piace a 1 persona

  12. silvia ha detto:

    Tanti auguri al ragazzo!

    Piace a 1 persona

  13. Massi Tosto ha detto:

    Uno Compleanno Pietro , Rebecca ne fa sei domenica

    Piace a 1 persona

  14. Hadley ha detto:

    Pietro non è un nome così comune…non l’avrei mai indovinato nemmeno io
    Ps… Mi sarebbe piaciuto avere delle mie foto da appena nata… Io le prime che ho sono di quando ero già a casa

    Piace a 1 persona

  15. Paola Bortolani ha detto:

    Auguri (in ritardo!) a Pietro! La foto è bellissima … io sono nonna da 19 giorni

    Piace a 1 persona

  16. Pingback: Saturday Pop. Las Ketchup: “The Ketchup Song (Aserejé)” | Non sono ipocondriaco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...